Cerca nel blog

giovedì 29 settembre 2016

IL GIRO DEL MONDO IN 80 DOLCI. HomeAway propone case da leccarsi i baffi alla scoperta delle specialità dolciarie internazionali più caratteristiche

 
Coronamento di un sontuoso banchetto, o goloso break da godersi magari in un locale storico, il dolce è spesso, per grandi e piccini, una tentazione irrinunciabile. Molte specialità sono divenute, nel corso del tempo, icone del Paese stesso in cui hanno visto la luce. Intorno a tante ricette si sono poi create vere e proprie leggende sulla genesi del dolce e, per molte specialità, non sorprende che sia stato il caso a portare alla creazione di dessert divenuti ormai simboli della pasticceria internazionale.

Proprio per venire incontro a tutti gli amanti dei dolci, HomeAway, leader nell'affitto di case vacanza online, suggerisce un itinerario del gusto alla scoperta dei dessert tipici dei vari paesi. Un percorso alla scoperta dell'arte bianca: dall'intensa torta Sacher di Vienna alla delicata Pesca Melba londinese, HomeAway saprà soddisfare i gusti di tutti, proponendo appartamenti nelle località più sweet del mondo.

PROPOSTA # 1 – TORTA SACHER (austria)
Forse il dolce al cioccolato più famoso al mondo, la Sachertorte viennese, venne creata dal pasticcere austriaco Franz Sacher nel 1832: ammalatosi lo chef di corte per cui lavorava, il giovane apprendista pasticcere Franz dovette preparare un dolce per il principe Klemens von Metternich. L'esperimento del ragazzo, a base di cioccolato e confettura di albicocche, piacque estremamente al principe e diventò in breve tempo l'emblema dolciario austriaco. Per quanto l'amatissima torta Sacher sia ormai diffusa in tutto il mondo, la sua antica ricetta originale è gelosamente custodita dall'Hotel Sacher a Vienna.
 
Dove alloggiare – Luminoso appartamento nel cuore di Vienna, recentemente rinnovato e riarredato con mobili di design. Dispone di 2 ampie camere con 4 posti letto, 2 bagni e una cucina completamente attrezzata. Nelle spaziose camere si trovano letti con materassi di alta qualità (un king size e due singoli) e 2 TV ad alta definizione con schermo piatto, una per camera. L'appartamento, situato in un quartiere tranquillo e ricco di negozi e ristoranti, è la base ideale per andare alla scoperta della città; non lontani, infatti, si trovano il Castello del Belvedere, Schwarzenbergplatz e la Ringstrasse. A partire da € 93 a notte per 4 persone  
https://www.homeaway.it/affitto-vacanze/p3882197

PROPOSTA # 2 – Tarte Tatin (francia)
Come ogni dolce che si rispetti, anche la classica torta francese di mele ha un'origine particolare: nacque per un errore della cuoca Stephanie Tatin, che gestiva il ristorante di un albergo, insieme alla sorella Caroline. Un giorno, mentre preparava la sua famosa torta di mele, Stephanie si dimenticò di porre la pasta brisé sotto ad essa, facendo così caramellare le mele nel burro e nello zucchero. Senza perdersi d'animo, la ragazza ricoprì le mele con la brisé, rimise il tutto in forno, e alla fine servì il dolce capovolto su un piatto. I clienti divorarono la casuale invenzione della cuoca e ancora oggi i francesi (e non solo) continuano ad amare la Tarte Tatin.
Dove alloggiare – Cottage da sogno immerso nel verde della rigogliosa regione francese della Sologne, la scelta ideale per chi voglia staccare la spina e passare una vacanza a contatto con la natura. La posizione della proprietà è perfetta per andare alla scoperta dei castelli e caratteristici paesi della regione. La casa è stata completamente restaurata e presenta ogni comfort. Dispone di 3 camere con 6 posti letto, un soggiorno con camino al piano terra e un salone al piano superiore, una cucina completamente attrezzata e due bagni. Per i più sportivi, la località è perfetta per praticare trekking, mountain bike e pesca. A partire da € 105 a notte per 6 persone  
https://www.homeaway.it/affitto-vacanze/p6114842 

PROPOSTA # 3 – PAVLOVA (AUSTRALIA – NUOVA ZELANDA)
La gustosa torta Pavlova, morbida meringa ripiena di panna e frutta fresca, deve il suo nome alla ballerina russa Anna Pavlova: si dice che un famoso chef creò questo delicato dolce proprio in suo onore, in occasione di una tournée della ballerina in Australia e Nuova Zelanda negli anni '20. Anche se entrambi i paesi dell'Oceania si contendono l'effettiva paternità della ricetta, l'elegante e leggera torta Pavlova è diventata ormai un dessert molto popolare a livello internazionale.
 
Dove alloggiare – Elegante appartamento a Pyrmont, tranquillo quartiere di Sydney vicino a Darling Harbour. Potrete raggiungere il cuore della città con una breve passeggiata, attraversando Pyrmont Bridge, oppure prendendo un traghetto al vicino molo di Pyrmont Bay Wharf. L'appartamento è decorato con arredamento moderno e le tonalità chiare degli interni conferiscono all'insieme un'atmosfera accogliente e rilassante. Dispone di due camere da letto con 3 posti letto, un bagno e un luminosissimo salone open space che include soggiorno, zona pranzo e cucina. A partire da € 203 a notte per 3 persone 
 https://www.homeaway.it/affitto-vacanze/p3962521 

PROPOSTA # 4 – PESCA MELBA (REGNO UNITO)
La Pesca Melba è un fresco dessert inventato a Londra dallo chef francese Georges Auguste Escoffier in onore dell'australiana Nellie Melba, nome d'arte di Helen Porter Mitchell, cantante lirica esibitasi più volte a Covent Garden tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento. Escoffier, rimasto folgorato dall'interpretazione della donna del Lohnengrin di Wagner, le dedicò e le fece assaggiare questo dolce a base di pesche mature con sciroppo di lamponi, servite su un letto di gelato alla vaniglia: proprio gli ingredienti preferiti dalla cantante!
Dove alloggiare – Ampio appartamento vicino al centro di Highgate Village, area suburbana esclusiva nella parte nord di Londra, vicino a Hampstead Heath, vasto parco londinese con rigogliose colline boscose. Si trova a pochi minuti a piedi o a due fermate di bus dalla Northern line, la linea metropolitana che collega la zona con il centro di Londra. Dispone di 2 grandi camere doppie con 6 posti letto, uno splendido salone con un imponente lampadario antico, bagno, cucina attrezzata e sala da pranzo. L'arredamento è lussuoso e confortevole, dominato da chiari toni rilassanti. Questo appartamento è quindi la soluzione ideale per chi cerchi un po' di meritato riposo al termine di intense giornate da turista. A partire da € 253 a notte per 6 persone  
https://www.homeaway.it/affitto-vacanze/p1880687

PROPOSTA # 5 – baci di dama (ITALIA)
I Baci di dama sono i biscotti tipici della tradizione piemontese, nati nella città di Tortona verso la fine dell'Ottocento. Il romantico nome di questi gustosi dolcetti si deve alla loro particolare forma: due friabili semisfere di pastafrolla sono infatti unite in un appassionato bacio di cioccolato fondente. Che si segua la ricetta con le nocciole o quella con le mandorle, questi dolci piemontesi riescono comunque ad unire nel loro intenso bacio tutti i buongustai.
Dove alloggiare – Comodo appartamento nel Quartiere Vanchiglia di Torino, a due passi dal Po e da Piazza Vittorio Veneto. Posizione ideale per visitare la città sabauda, a partire proprio dal suo centro storico. L'appartamento, al quarto piano di un elegante stabile di inizio Novecento, è accogliente e confortevole, perfetto per chi desideri sentirsi come a casa propria anche quando si trova in un'altra città. Dispone di 3 camere da letto con 6 posti letto, 2 bagni, una sala e una cucina; su richiesta, è inoltre disponibile anche un box auto. A partire da € 92 a notte per 6 persone https://www.homeaway.it/affitto-vacanze/p1617184


Homeaway chi siamo
HomeAway è il leader mondiale nel mercato online degli affitti di case vacanza e ingloba ad oggi oltre 1 Milione e 200 mila annunci in circa 190 paesi nel mondo.
Online su HomeAway, proprietari privati e professionisti immobiliari offrono un'amplia selezione di case vacanze offrendo ai viaggiatori di tutto il mondo la possibilità di sperimentare esperienze memorabili assieme ad altri numerosi benefit, come più stanze a disposizione dove rilassarsi godendo di maggior privacy a fronte di un minor costo rispetto alle sistemazioni più tradizionali come gli hotel.

La società è infatti un punto di riferimento sia per i proprietari privati di case vacanze che per i professionisti immobiliari che desiderano pubblicizzare le loro proprietà e gestirne le prenotazioni online. Il portfolio di HomeAway include 50 siti leader di mercato che attraggono ogni mese più di 44 milioni di viaggiatori e sono declinati in 13 lingue diverse: HomeAway.com, VRBO.com e VacationRentals.com negli Stati Uniti, HomeAway.it, Homelidays.it e Toprural.it in Italia, HomeAway.co.uk e OwnersDirect.co.uk nel Regno Unito, HomeAway.de in Germania, Abritel.fr e Homelidays.com in Francia, HomeAway.es e Toprural.com in Spagna, AlugueTemporada.com.br in Brasile e HomeAway.com.au in Australia, Bookabach Ltd, in Nuova Zelanda e nel continente Oceanico, Travelmob.com nella regione Asia-Pacifico e di cui HomeAway possiede una quota di maggioranza, BedandBreakfast.com, il sito più completo per la ricerca di bed and breakfast nel mondo, un'ulteriore fonte di alloggi alternativi alle catene alberghiere.
HomeAway è oggi parte della famiglia Expedia Inc.


PASTURS: come sono andate le vacanze in alpeggio

PASTORI E VOLONTARI
ARRIVEDERCI AL PROSSIMO ALPEGGIO

Dopo un'estate a tutta natura, cala il sipario sull'edizione 2016 del progetto Pasturs. 

E in attesa del prossimo anno, ecco i racconti di chi ha partecipato 



Bergamo, 29 settembre 2016 – Un'estate di volontariato verde, per mettere in contatto – pacifico – uomo, natura e grandi predatori. 

Si è conclusa, con grande successo, l'iniziativa che ha visto 31 ragazzi e 5 pastori collaborare nel nome della tutela ambientale con il progetto Pasturs, messo in campo da Cooperativa Eliante Onlus, con la partnership di Parco delle Orobie bergamasche e WWF Bergamo – Brescia, in collaborazione con Coldiretti Bergamo e con il contributo di Fondazione Cariplo.

Un progetto che, con l'obiettivo di ridurre i rischi conseguenti alla presenza dei grandi predatori sulle Orobie, ha coinvolto oltre 40 persone (su 200 che ne avevano fatto richiesta), mettendole al dal 13 giugno all'8 settembre al servizio delle Orobie. Renato Balduzzi in Alpe Cardeto, Silvestro Maroni in Alpe Vodala, Giuseppe Salvi in Alpe Venano, Andrea Morelli in Alpe Manina ed Emanuele Manzoni in Alpe Monte Fioraro, sono i cinque allevatori che hanno accolto i volontari, facendosi aiutare nel lavoro quotidiano: spostare e montare le reti elettrificate, sorvegliare il gregge, fare la legna e accendere il fuoco, cucinare, fare il fieno e mungere i bovini. 

Ma anche: sistemare le pozze di abbeverata del bestiame, supportare gli allevatori nella transumanza e nel carico del bestiame sui camion, tagliare le ortiche, sistemare i sentieri, dare da mangiare agli agnelli e molto altro ancora.
«È stato emozionante uscire dalla vita quotidiana per tuffarsi in un mondo tradizionale, eppure, "nuovo" agli occhi di molti di noi – ha dichiarato Alessio Pacati, 21 anni di Treviolo (Bg), studente dell'Università della Montagna di Edolo, ammettendo – è essenziale sapersi adattare: agli orari di lavoro molto lunghi e alle condizioni metereologiche che in montagna, più che mai, sono davvero determinanti, ma è un'esperienza che consiglierei a chiunque!».

«Il segreto è la passione: i pastori, che fin da subito si sono mostrati cordiali nei miei confronti, lavorano giorno dopo giorno proprio grazie alla passione. Mi hanno insegnato molte cose sul loro mestiere, dimostrando cura e attenzione nei confronti degli animali e disponibilità a confrontarsi con la mia "visione da universitaria", studiosa di allevamenti, facendomi finanche ricredere su alcuni aspetti legati al benessere animale» - ha commentato invece Nadia Rizzi, 25 anni, studentessa di Scienze e tecnologie delle produzioni animali presso la facoltà di Veterinaria di Milano.

Il progetto, infatti, ha permesso di realizzare un reale avvicinamento tra città e montagna, con gli universitari interessati a conoscere da vicino un mondo diverso da quello quotidiano, proponendo ai pastori domande, dubbi e curiosità sul loro lavoro, e i pastori, dal canto loro, contenti della compagnia giovane e interessata, con cui condividere le tante e impegnative attività, scambiando, al tempo stesso, piacevoli chiacchierate.

Un'esperienza resa possibile dalla volontà e collaborazione di Cooperativa Eliante, Parco delle Orobie bergamasche, WWF Bergamo-Brescia e Coldiretti Bergamo di ridurre il rischio derivante dal ritorno dei grandi carnivori sulle Alpi Orobie bergamasche, favorendo lo sviluppo sostenibile delle comunità locali, e, al tempo stesso, mantenendo gli attuali livelli di biodiversità naturale, grazie anche all'impiego di recinzioni elettrificate e cani da guardiania. 

In controtendenza in un periodo in cui il conflitto e la strumentalizzazione in materia di predatori sembrano prevalere, il progetto Pasturs si fa così portatore di un segnale opposto di convivenza possibile e pacifica.

Grazie al prezioso contributo dei volontari, il progetto è infatti riuscito a facilitare l'adattamento dei pastori all'arrivo dei grandi carnivori, con il risultato collaterale di far incontrare il mondo della pastorizia e quello ambientalista / cittadino: se da un lato, infatti, i volontari hanno apportato al mondo dell'allevamento competenze specifiche e buone pratiche in tema di conservazione degli ecosistemi, dall'altro, i pastori hanno messo in campo esperienza pratica e conoscenza del territorio.

In particolare, a prendere parte al progetto come volontari, sono stati: Nunzia Moretti, Elisabetta Mauri, Mario Cornaro, Andrea Piscopello, Francesca Patania da Siena (dedicherà la sua tesi di laurea proprio ai pastori abruzzesi del progetto), Camilla Tortosa, Beatrice Longhi, Nicole Gargantini e Silvia Grossi, studentesse di Allevamento e Benessere Animale, Alessio Pacati, 21 anni, studente dell'Università della Montagna di Edolo, Nadia Rizzi, 25 anni, studentessa presso la facoltà di Veterinaria di Milano, Flavio Rossi, Elisa Signorini di Parma, Gloria Patamia di Lugano, Michela Albano, arrivata dalla Sicilia, Amirah Al Jawazneh, studente del corso di laurea in Allevamento e Benessere Animale, Eric Carminati, Cynthia Guerra, Chiara Bertuletti, Elide Aldeni, Marta Ferrari, 22 anni, studentessa di ingegneria ambientale, Adriano Caccia, 34 anni di Milano, del progetto di "montagna terapia" per disabili, Valerio Di Feo, Silvia De Gaetano, Rosita Bertocchi, Marina Poletti, Elio Speziale, Alessandro Trivella.

In totale, grazie anche alla loro collaborazione, sono stati portati in alpeggio 4800 ovini, 105 caprini, 150 bovini, 26 equini (asini e cavalli), realizzati 5 recinti a prova di orso e lupo, e consegnati 3 cuccioli di Pastore abruzzese in collaborazione con il Circolo del Pastore Maremmano Abruzzese (C.P.M.A.).

Un'esperienza da non perdere che tornerà a giugno 2017 e a cui sarà possibile candidarsi da gennaio 2017 rivolgendosi a pasturs@wwfbergamo.it - www.pasturs.org


--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 28 settembre 2016

Hotel Centrale Roma propone la tariffa business con il 24% di sconto a chi viaggia per affari o per convegni



Una tariffa base è disponibile per chi pernotta all’Hotel Centrale Roma e viaggia per business; nella città eterna, tra fine settembre ed ottobre 2016, si svolgono infatti numerosi convegni di argomento medico, economico e turistico, oltre agli appuntamenti del calendario giubilare come il Giubileo delle Corali (21 - 23 ottobre) 

Il 24% di sconto sul costo standard è l’offerta della tariffa Business di Hotel Centrale Roma per chi viaggia per affari; è prepagata e non rimborsabile e include soltanto il pernottamento senza la prima colazione. E’ adatta a coloro che, trovandosi a Roma per lavoro, non hanno tempo nè voglia di fare una tranquilla colazione in albergo ma bevono un caffè al bar e non vogliono pagare quello che non consumano.
La tariffa Business di Hotel Centrale Roma è profilata su chi giunge a Roma per partecipare ad un convegno; ce ne sono molti tra fine settembre e ottobre 2016; ecco un elenco di alcuni di questi, di vario argomento.
La III edizione del Forum BANCASSICURAZIONE 2016 ABI, dedicato al mercato assicurativo, si svolgerà il 29 e 30 settembre mentre dal 29 settembre al primo ottobre ci sarà l’VIII Congresso Nazionale della SIO - Società Italiana dell'Obesità. Il 6 e 7 ottobre Roma ospiterà, sempre ad argomento economico, la II edizione di “Politiche e Prassi di Remunerazione e Incentivazione nelle banche” organizzato da ABIFormazione in collaborazione con ABIEventi e il 7 ottobre, all’Auditorium del Massimo, appuntamento con il primo “Meeting di pratiche didattiche che in classe funzionano” a cura dell’Associazione per la Promozione della didattica capovolta.
Il XXIII Congresso annuale dell’AISAL - Associazione Italiana per le Scienze degli Animali da Laboratorio, “Modelli Animali e Modelli Alternativi: quale futuro per la ricerca?” sarà al Centro Congressi Frentani il 10 e 11 ottobre e il 13, a Palazzetto Mattei (Villa Celimontana), si potrà invece partecipare a “Sostenere la sostenibilità del Turismo. Lo sviluppo turistico sostenibile dei piccoli centri della collina e della montagna: opportunità, vincoli e strategie”. Chiudiamo con un importante convegno sulle difficoltà alla cura dei Disturbi del Comportamento Alimentare in Italia, organizzato dalla Consulta delle famiglie Dca e dall’Istituto Superiore di Sanità: il 14 ottobre  2016 ne discuteranno Associazioni, Società scientifiche e Istituzioni.
L’appuntamento da non perdere del Calendario degli eventi giubilari del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione sarà infine il Giubileo delle Corali e degli Animatori Liturgici, dal 21 al 23 ottobre 2016. L’evento è organizzato dal Coro della Diocesi di Roma e comprenderà una Memoria Liturgica di San Giovanni Paolo II.
Ricordiamo i servizi di Hotel Centrale Roma, il Tre stelle di categoria Superior ad angolo con via del Corso e via del Babuino: tutte le camere dispongono di bagno, aria condizionata con regolazione individuale dalla stanza, TV lcd satellitare, web gratuito a banda larga e telefono digitale (VOIP).

http://www.hotelcentraleroma.it/

martedì 27 settembre 2016

27 SETTEMBRE: GIORNATA MONDIALE DEL TURISMO IL FUTURO PER LAVORO E AMBIENTE È IL TURISMO SOSTENIBILE NON IL PONTE SULLO STRETTO

Alfonso Pecoraro Scanio: «Caro Renzi, il Ponte sullo Stretto è una bufala vecchia 60 anni, non imitare Berlusconi, rottamala e punta su turismo e sicurezza del territorio»

«Oggi è la giornata mondiale del turismo indetta dall’Onu. L’l’Italia e il Sud hanno bisogno di vere infrastrutture, non di promesse, sprechi e opere inutili. Matteo Renzi poteva annunciare azioni concrete per il turismo, magari per quello sostenibile, cui l'Onu ha dedicato l'anno 2017. L'Italia ha bisogno di vera manutenzione di territorio e paesaggi, di più formazione e migliore promozione in questo settore che tutti definiscono strategico - dichiara Alfonso Pecoraro Scanio, già ministro dell’Ambiente e dell’Agricoltura e docente di Turismo alle università Bicocca di Milano e Tor Vergata di Roma - invece si torna a parlare di quella bufala pluridecennale del Ponte sullo Stretto».

«Dopo i soldi buttati in laguna con il Mose, ci vorrebbe più cautela a riproporre altri sprechi - continua Alfonso Pecoraro Scanio - . Il Ponte sullo Stretto è, tra l'altro, economicamente insostenibile quindi servirebbe denaro pubblico che andrebbe invece investito in opere per la messa in sicurezza contro terremoti, frane e alluvioni oppure in strade e ferrovie che le regioni Calabria e Sicilia attendono da anni».

«Gli Italiani - conclude Pecoraro Scanio - credono nel turismo, come dimostra l'anticipazione del nuovo rapporto realizzato da IPR-Marketing e Fondazione Univerde su “Italiani, turismo sostenibile ed eco turismo”. Ben l'84% degli intervistati ritiene che il turismo sia il principale settore in cui investire per creare occupazione e sviluppo sostenibile. Chiedo al Governo che nella prossima legge di stabilità si tagli qualche opera inutile e si incentivi il turismo sostenibile. Questo è un futuro di benessere duraturo per l'Italia».

lunedì 26 settembre 2016

Alto Adige. 2 dicembre 2016: al via la stagione invernale dello Sport & Kurhotel Bad Moos****S di Sesto.

PRONTI PER LA NEVE... E IL NATALE!

Natale al Bad Moos: gita romantica in slitta trainata da cavalli.


Il 2 dicembre 2016 ha inizio la stagione invernale dello Sport & Kurhotel Bad Moos****S di Sesto. 

La prima neve, con pacchetti che mettono insieme soggiorno e skipass, e la festa del Natale, che in montagna si arricchisce di un'atmosfera tutta magica: sono questi gli ingredienti della vacanza nel cuore delle Dolomiti, patrimonio dell'umanità Unesco.

La SPA Bad Moos con la nuova area sauna, il servizio attento e curato, l'eccellente gastronomia e gli ambienti di charme completano l'esperienza unica di totale benessere che si vive allo Sport & Kurhotel Bad Moos.

Dalla camera alle piste
La posizione strategica dello Sport & Kurhotel Bad Moos non ha eguali! Appena fuori dall'hotel si trovano gli impianti della Croda Rossa e non è un modo di dire: le piste sfrecciano accanto all'hotel e si possono ammirare anche stando comodamente nella Spa o in camera.

Grazie al collegamento con il Monte Elmo si possono percorrere un totale di 90 km di piste, tutte perfettamente innevate. 
Inoltre, per chi non si accontenta, lo Ski Pustertal Express, il nuovo collegamento ferroviario, mette in comunicazione l'area sciistica delle Dolomiti di Sesto a quella di Plan de Corones offrendo agli sportivi oltre 200 km di piste.

Accanto all'hotel è a disposizione un centro noleggio sci, dove è possibile anche rifare le lamine o la sciolinatura. Mentre per una sosta rigenerante, non manca lo ski bar, proprio sulle piste.

Soggiorno & Skipass
Per inaugurare la stagione invernale 2016/17, lo Sport & Kurhotel Bad Moos propone il pacchetto "Dolomiti Super Premiere" che permette di godere dell'abbinamento "soggiorno e skipass". 

Valida dal 2 al 7 dicembre e poi dall'11 al 24 dicembre 2016, l'offerta comprende: 4 pernottamenti, ricco buffet di prima colazione, merenda pomeridiana, cena con menu a scelta di 4-5 portate, skipass di 4 giorni, programma Feel Good con menu light per la cena, programma Move & Balance con oltre 40 attività a settimana, libero utilizzo della SPA Bad Moos, il tutto a partire da 600 euro a persona. Lo skipass sarà incluso per tutti i giorni del soggiorno, anche in caso di permanenza più lunga.

Dal 7 all'11 dicembre 2016 si può scegliere il pacchetto "Winter Opening" comprensivo di: 4 pernottamenti, ricco buffet di prima colazione, merenda pomeridiana, cena con menu a scelta di 4-5 portate, programma Feel Good con menu light per la cena, programma Move & Balance con oltre 40 attività a settimana, Holidaypass per l'uso gratuito di bus e treno, libero utilizzo della SPA Bad Moos, il tutto a partire da 515 euro a persona.

In carrozza nella Val Fiscalina imbiancata
Vivere la magia del Natale al Bad Moos è un'esperienza tutta speciale

Una passeggiata nel paesaggio innevato e silenzioso, un punch caldo davanti al caminetto e all'albero di Natale decorato, il sottofondo musicale di arpe e violini che accompagnano la serata, tutto è curato nei minimi dettagli. 

Per l'occasione si può scegliere il pacchetto "Natale nelle Dolomiti", comprensivo di: 4 o 7 pernottamenti in mezza pensione, menù speciali nei giorni festivi, festa della Vigilia di Natale con regalo, gita in slitta trainata da cavalli oppure un massaggio parziale a persona. 
Il tutto a partire da 516 euro a persona per 4 notti.

La gita in slitta è un must da non perdere. Comodamente seduti e ben coperti per il freddo, si attraversa la Val Fiscalina in un paesaggio immacolato, come immersi in una fiaba di Natale!

Natale tra fiaccole e gare di fondo
Il bello della montagna è dato anche dalle tradizioni, che rivivono specialmente in questo periodo dell'anno tra le vie del paese, le piazze e i locali, con le bande musicali e i costumi tipici. 

Anche il paese di Sesto si prepara a vivere le feste, a cominciare da mercoledì 7 dicembre 2016 con un simpatico mercatino natalizio dedicato a manufatti artigianali. 

Sabato 10 dicembre 2016 si terrà il 12° incontro dei Krampus con sfilata: centinaia di maschere incuteranno paura e spaventeranno tutti gli spettatori curiosi! 

3 appuntamenti: il 19 e il 26 dicembre 2016, il 2 gennaio 2017, in Val Fiscalina per la suggestiva escursione notturna con le fiaccole, tappa nel Rifugio Fondo Valle con intrattenimento musicale e vin brulè. 

Festeggiamenti il giorno di Natale e a Capodanno allieteranno gli ospiti, mentre il 6 gennaio 2017 si terrà la 10° edizione di Puschtra Mini SPRINT - NIGHTRACE, gara di fondo per bambini e adolescenti, organizzata nel contesto della 39° Pustertaler Ski-Marathon.


Info
Sport & Kurhotel Bad Moos****S
via Val Fiscalina 27, Sesto Moso (BZ)
tel. 0474.713100 
www.badmoos.it



--
www.CorrieredelWeb.it

Il 1° ottobre 2016 riapre in Umbria la stagione del TARTUFO. Al Castello di Petroia (PG) avventura con il cercatore tra i boschi e piatti dello chef stellato

Come i veri tesori, quelli più preziosi, va cercato con una caccia in piena regola… è sua maestà il tartufo, che si nasconde tra i 300 ettari di boschi intorno al millenario Castello di Petroia, a qualche chilometro da Gubbio (PG)

Che una cena a base di questa prelibatezza miracolosa sia un evento speciale, è cosa nota. 

Ma andarlo a scovare tra roverelle, lecci, querce e cerri, cercare il luogo giusto con un cacciatore esperto affiancato dal suo cane, vivere il momento in cui il bracco finalmente inizia a grattare la terra,  e ancora, vederlo uscire dal suo rifugio nascosto, pronto per essere spazzolato e cucinato, freschissimo, è un'esperienza davvero avvincente. 

Una giornata in mezzo alla natura e ai suoi generosi frutti, con in più la meraviglia della scoperta. 

Si può viverla dall'inizio alla tavola soggiornando al Castello di Petroia dal 1° ottobre al 22 dicembre 2016, periodo di apertura della ricerca del tartufo in Umbria. 

Un'offerta speciale, che include una notte di soggiorno al maniero in camera doppia, due ore di caccia con Cesare e il suo cane Stella, una cena completa di bevande e di quattro portate ovviamente a base del tartufo raccolto durante la giornata, preparata dallo chef stellato Walter Passeri, maestro delle tipicità locali umbre. 

Il prezzo è a partire da 260 euro per due persone nel periodo estivo e da 240 euro in quello autunnale. 
La sola caccia di due ore ha invece un costo di 50 euro a coppia.  

Per informazioni: Castello di Petroia 
Loc. Petroia - 06024 Gubbio (PG) 
Tel: 075 920287  
info@petroia.it
http://www.petroia.it/


--
www.CorrieredelWeb.it

Il 1° ottobre 2016 sfilano sullo sfondo delle Dolomiti - da Compaccio a Castelrotto - i 250 capi bardati condotti dai contadini verso valle, per una grande festa di passaggio all'autunno.

L'arrivo dell'autunno sull'altipiano più grande d'Europa è segnato dal ritmo melodioso di 250 campanacci che risuonano verso le valli, mentre i colori dei boschi e delle praterie al cospetto delle Dolomiti (Patrimonio Mondiale UNESCO) cominciano a farsi più caldi ed ambrati. 

È il rito della Transumanza, che nell'area vacanze Alpe di Siusi (Seiser Alm/Südtirol) è ancora un vivo e sentito momento di passaggio alla stagione del foliage e degli intensi profumi nelle malghe

Una grande festa il 1° ottobre 2016 accoglie il colorato corteo di pastori vestiti con i caratteristici abiti della tradizione contadina e di bestiame bardato all'Alpe di Siusi e nel paese di Castelrotto. 

In occasione del "Rosari-Samstag", il sabato prima del giorno del Ringraziamento, le strade sono invase dalle bellissime vacche che sfilano dietro le loro guide, sfoggiando copricapi fioriti e campanacci scelti con cura. 

A quella considerata più bella, il privilegio di indossare l'addobbo più importante. 

Il corteo parte da Compaccio all'Alpe di Siusi alle 10.00 e arriverà nel centro di Castelrotto verso le 13.00

Ma per tutto il giorno si festeggia: i cuochi preparano le più golose specialità della cucina locale, il mercato contadino si imbandisce di prelibatezze, la banda musicale rallegra le caratteristiche vie del paese dalle case dipinte, le donne preparano piatti tipici e krapfen, deliziando gli ospiti con i famosi dolci ripieni di marmellata. Il magico rito della Transumanza si compie.


Per informazioni: Alpe di Siusi Marketing (Seiser Alm/Südtirol)
Tel. 0471709600
E-mail: info@seiseralm.it  
www.seiseralm.it/it/vacanze-alto-adige/dolomiti.html

--
www.CorrieredelWeb.it

Hotel Royal Victoria a Varenna. Un autunno sul lago di Como tra laboratori e cene gourmet

Il piacere di una vacanza sul lago a misura di cliente

Tra le novità la piscina nel giardino, un'area benessere per gli ospiti, i laboratori per le famiglie e le serate a tema per animare ogni momento da trascorrere sul lago.

Confermato Maurizio Lazzarin, lo chef dell'eleganza assoluta e della cultura per la cucina light, preparata con gusto per piacevoli vizi e sfizi per il palato.

Al grill la vera pizza napoletana e tante specialità veloci per una clientela giovane. 

Il lago torna a essere il protagonista della prossima stagione dell'Hotel Royal Victoria di Varenna, la dimora storica del lago. Tra le new entry anche l'aperta della Suite SPA per i cliente della struttura.

Ogni momento è senza dubbio una buona occasione per vivere un soggiorno sul lago di Como, all'Hotel Royal Victoria di Varenna, il quattro stelle del Gruppo R Collection Hotels. 

Per una vacanza romantica in una villa storica o per un rendez-vous tra amiche; per le famiglie che vogliono solcare le acque del lago di Como e per chi ama l'avventura slow. 

Per la primavera estate, tanti pacchetti formato cliente per rispondere a ogni esigenza. Per le famiglie sono in programma una serie di laboratori per imparare a "mettere le mani in pasta", insieme allo chef lezioni per realizzare ottimi dolci o per imparare i segreti per "impiattare" le ricette più semplici.

Per la gioia di coloro che intendono rifugiarsi nell'area benessere, la grande novità della nuova stagione è la Suite SPA con un'area umida riservata agli ospiti dell'hotel.

E per i veri food lover le emozioni che solo Maurizio Lazzarin sa offrire con il suo cahier di ricette. Una selezione di piatti da degustare nel ristorante Gourmet con vista lago e un elegante garden dove ascoltare anche della musica. 

Per le serate più romantiche l'angolo "Nuvola", una sala a cielo aperto sotto le stelle per due persone. 

Per vivere una serata nella massima intimità. Ottima anche la rinnovata carta estiva proposta nell'altro ristorante dell'Hotel, il Victoria Grill che si affaccia proprio nel centro storico di fronte alla chiesa di San Giorgio. La carta è semplice, veloce, ideale per un lunch veloce, oltre che per una cena informale. 

Dove tutti le curiosità enogastronomiche italiane assumono un aspetto light per combinare una perfetta alimentazione per chi ha problemi nutrizionali con una soluzione sfiziosa e curiosa.

La proposta dell'Hotel Royal Victoria si completa con una serie di itinerari turistici sul lago e di shopping experience nella vicina Bellagio, oppure a Lecco, per abbandonarsi al relax puro nell'oasi di benessere aperta vicino alla piscina esterna. 

Su richiesta anche un servizio di personal shopper e di shuttle verso le mete più glamour.

L'Hotel Royal Victoria è una dimora ricca di charme e di storia nel centro storico di Varenna, fino alla metà delll'800 il Palazzo era una filanda, poi acquistata da Giuseppina Pezzini che diede una nuova anima alla struttura: nacque così l'hotel Royal. 
L'escalation fu naturale grazie all'eleganza e alla magnifica posizione sul lago, unica a quei tempi. Nel corso degli anni venne eletto rifugio personale dalla Regina d'Inghilterra tant'è che, proprio in suo onore, venne chiamato Hotel Royal Victoria. 
Si racconta inoltre che Charles Gounod, famoso musicista e compositore di origine francese, per la sua "Ave Maria" si ispirò proprio al magnifico panorama. Tra il 2011 e il 2014 l'hotel ha subìto un importante restyling, dopo l'acquisizione da parte della famiglia Rocchi. 
La recente ristrutturazione conservativa, con un intervento coordinato dalla Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici di Milano, ha mantenuto il fascino del XIX secolo, con ambienti accoglienti caratterizzati da un'atmosfera sobria e raffinata. 
L'hotel Royal Victoria è un esclusivo small luxury hotel, arredato con mobili di pregio che sanno far vivere ai propri ospiti il massimo relax e comfort.
Hotel del Gruppo R Collection Hotels, il Royal Victoria è stato completamente ristrutturato dalla famiglia Rocchi, dal 2000 proprietaria della struttura. L'hotel conta 43 camere dotate di tutti i comfort, 4 junior suite e  un eccellente servizio di ristorazione. 
 Il Royal Gourmet è la location perfetta per una cena romantica, il Victoria Grill è invece la scelta giusta per un pranzo o una cena curiosa con una carta interessante orientata a un'esplorazione di piatti soft dall'appeal unico, per ingolosire chi cerca un approccio nuovo al cibo. 
L'unicità della pregiata cantina fa da contorno alla selezione di proposte enogastronomiche selezionate dallo chef.
Hotel Royal Victoria · Piazza S. Giorgio, 2 - 23829 Varenna (LC) 
www.royalvictoria.com




--

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI