CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news su Turismo e Viaggi

Cerca nel blog

martedì 17 settembre 2019

CDC: IL PRIMO FESTIVAL DEDICATO ALLA CULTURA DEL CAMMINARE - DAL 25 al 27 OTTOBRE A FELTRE

ARRIVA "COMPAGNI DI CAMMINO – LA FESTA LENTA DEI VIANDANTI"


IL PRIMO FESTIVAL DELLA COMPAGNIA DEI CAMMINI DEDICATO ALLA CULTURA DEL CAMMINARE


DAL 25 AL 27 OTTOBRE A FELTRE (BL):

TRE GIORNI CON INCONTRI, MUSICA, MOSTRE, CAMMINI E TANTI OSPITI, DA WU MING A FRANCO ARMINIO


Sarà una festa per i camminanti di tutta Italia quella che si svolgerà a Feltre (BL) dal 25 al 27 ottobre con "Compagni di Cammino – La Festa lenta dei viandanti", il primo festival dedicato alla cultura del camminare, organizzato dalla Compagnia dei Cammini - associazione di turismo sostenibile che da anni promuove il cammino lento - in collaborazione con il Comune di Feltre.

Il cammino, inteso non come trekking, gesto tecnico o sportivo, ma come possibilità di un'altra vita, un atto civile e di conoscenza sarà al centro della tre giorni veneta che offrirà a tutti gratuitamente un'occasione per vivere e conoscere meglio la "viandanza" con musica, mostre, fotografia, momenti di condivisione e attività dedicate ai bambini, in un'atmosfera di amicizia, riflessione, allegria, solidarietà. Tantissimi gli appuntamenti del Festival in cui ci saranno camminate all'alba, di giorno e di notte, dibattiti, dialoghi, reading e concerti: si parlerà di paesi abbandonati, migranti, confini da abbattere, scelte di vita consapevoli, di benessere e non di benavere, di natura selvatica insieme a scrittori, musicisti, artisti, viaggiatori. Tra gli ospiti attesi Wu Ming 2 (collettivo di scrittori e attivisti di Wu Ming), Franco Arminio (poeta, scrittore, regista e «paesologo»), Maurizio Carucci (frontman degli Ex-Otago e fondatore della Cascina Barban, in Val Borbera), Mara Redeghieri (cantautrice, già leader del gruppo Üstmamò), Pecoranera e tanti altri. Non mancheranno le attività dedicate ai bambini e alle famiglie con il Giardino degli Asinelli, uno spazio coordinato da uno degli storici asinari italiani, Massimo Montanari e a poca distanza un vero autobus londinese trasformato in libreria.

Per chi, da vero camminante, vuole arrivare a piedi alla Festa Lenta dei Viandanti di Feltre, inoltre, sono previsti due cammini di avvicinamento che partono da luoghi vicini: il primo, da EST, sarà una viandanza immaginata dai Rolling Claps, un'associazione di viandanti lenti friulana che condurrà i camminatori tra la Marca Trevigiana e la Valbelluna; il secondo da OVEST con la Compagnia dei Cammini, sarà un percorso che ricalca le prime tappe del Cammino del Fiume di Legno.

I due direttori artistici, Luca Gianotti, coordinatore della Compagnia dei Cammini e Luigi Nacci, scrittore e guida della Compagnia dei Cammini hanno già ideato e diretto festival in passato come il Festival del Camminare a Bolzano e il Festival della Viandanza a Monteriggioni. Hanno curato iniziative editoriali e pubblicato libri e articoli su questi temi, partecipato a rassegne, a programmi in radio e televisione.

"In passato – dichiara Luca Gianotti - insieme all'amico poeta Luigi Nacci abbiamo organizzato festival importanti, sulla viandanza e sul camminare. Ma ora la cultura del camminare si può evolvere, si deve alzare il tiro, spostarsi dal turismo alla cultura, all'arte e alla politica. L'ambizione di questa festa è di costruire una comunità di camminanti, per abbattere i muri che dividono. Il cammino è un atto spirituale e terapeutico, in cammino l'incontro con l'altro è pacifico e fraterno. Cercheremo di unire, ecco perché abbiamo invitato tante voci diverse, che insieme costruiranno un coro in cammino."

Tutta Feltre sarà coinvolta nelle iniziative del Festival: anche i locali che sposeranno l'iniziativa proporranno i "piatti del viandante", riscoperti dalla tradizione povera del territorio, memoria dei pasti antichi dei pellegrini che passavano per Feltre diretti a Roma, Santiago o Gerusalemme. Ci sarà, inoltre, una "casa del viandante", ovvero uno spazio in cui rilassarsi, bere il the alla maniera dei nomadi del deserto, e un punto informazioni per dare i consigli giusti.

L'intera cittadina veneta, inoltre, ospiterà i camminatori grazie alle convenzioni stipulate con alcune strutture ricettive e sarà coinvolta nel festival che si svolgerà in varie location. Feltre, infatti, oltre a vantare un nucleo forte della Compagnia dei Cammini che vive e opera da anni e molti soci che provengono da questa zona, è un crocevia di vie, snodo tra la pianura e la montagna, amministrato con un'attenzione particolare alle tematiche della sostenibilità e del viaggio lento.

 

Nata nel 2010 l'Associazione promuove il turismo responsabile attraverso esperienze di cammino in Italia e all'estero con guide professioniste, tra cui spiccano anche personaggi di rilievo del panorama culturale italiano del calibro di Franco Michieli, Wu Ming 2, Enrico Brizzi, Nando Citarella, Davide Sapienza. Sono circa 150 i viaggi a piedi dalla durata di una settimana, che ogni anno vengono organizzati per tutti i gusti e tutte le tasche. Si va dal cammino  classico a piedi, ma anche in compagnia degli asinelli, dalla barca a vela con trekking, al cammino profondo (Deep walking) con esperienze di meditazione camminata e i nuovi Cammini di Pace. La Compagnia dei Bambini, invece, è il settore dedicato al camminare in famiglia o per gruppi di bambini, con le nostre guide ed educatori tutti professionisti e esperti. Attenti alla salute, anche della madre terra, durante i trekking i soci dell'Associazione puntano alla valorizzazione dell'alimentazione bio e naturale - a base di prodotti locali - e vegetariana. Fondamentale, inoltre, è l'incontro con chi vive nei luoghi in cui si organizzano i cammini, nello spirito di un vero turismo consapevole e a sostegno di territori meravigliosi e, in alcuni casi, dimenticati. I colori solari e luminosi scelti per l'ometto di pietre del logo, simbolo per eccellenza del cammino, sottolineano i valori della Compagnia dei Cammini che lavora con gioia e impegno per un mondo migliore.

 



--
www.CorrieredelWeb.it

domenica 15 settembre 2019

FINNAIR Partnership con LATAM

Finnair e LATAM Airlines Group lanciano una partnership in codeshare, aprendo l'accesso al Sud America ai clienti Finnair

 

Milano, settembre 2019Finnair e LATAM Airlines Group hanno siglato oggi un nuovo accordo di codeshare sui voli tra l'hub di Finnair a Helsinki (HEL) e gli hub di LATAM a San Paolo (GRU), in Brasile e a Santiago (SCL), in Cile, attraverso cinque gateway europei: Londra (LHR ), Parigi (CDG), Madrid (MAD), Barcellona (BCN) e Milano (MXP).

 

Come parte dell'accordo di codeshare, il codice AY di Finnair verrà aggiunto ai voli transatlantici di LATAM tra i gateway di Finnair in Europa e gli hub di LATAM a San Paolo e Santiago. La cooperazione offrirà nuove destinazioni per i clienti Finnair, in quanto i voli LATAM saranno i primi verso il Sud America con un codice Finnair AY e il codice LA di LATAM verrà aggiunto ai voli di Finnair tra Helsinki e Londra, Parigi, Madrid, Barcellona e Milano.

  

I nuovi viaggi in codeshare per San Paolo e Santiago sono disponibili per la vendita a partire da oggi per i voli dal 1 ° ottobre 2019.

  

"Siamo entusiasti di poter offrire queste nuove fantastiche destinazioni ai nostri clienti", afferma Philip Lewin, Head of Partnerships and Alliances Finnair. "Diamo anche il benvenuto ai clienti LATAM con tutto ciò che Helsinki e Finnair hanno da offrire."

 

"Come parte del nostro impegno a collegare l'America Latina con il mondo, questo nuovo accordo offrirà ai nostri passeggeri un accesso più facile alle fantastiche destinazioni in Finlandia via Helsinki", afferma Soledad Berrios, direttore delle alleanze strategiche del gruppo LATAM Airlines. "Non vediamo l'ora di accogliere a bordo i clienti Finnair e di offrire loro la possibilità di testare la nostra ospitalità latinoamericana".



--
www.CorrieredelWeb.it

sabato 14 settembre 2019

4 su 10 single hanno flirtato su una nave da crociera


Quattro su dieci single hanno cercato di flirtare su una nave da crociera
Il 27% dei crocieristi italiani parte da solo o con gli amici

Sono passati ormai i tempi in cui la crociera veniva considerata una vacanza solo per over 50, una fantasia alimentata probabilmente anche dalla nota serie tv "Love Boat" i cui protagonisti non erano proprio giovanissimi. Oggi i viaggiatori hanno un'idea molto diversa e sanno bene che le crociere possono offrire tante opportunità che si adattano a ogni tipo di esigenza, target ed età. La crociera non è più considerata un'esperienza da fare solo in coppia, anzi, sono sempre di più coloro che la scelgono per partire da soli o con amici.

Secondo recenti dati di crocierissime .it
, il primo sito italiano interamente dedicato al mondo delle crociere, il 46% dei crocieristi ha tra i 18 e i 45 anni e il 18% di loro ha tra i 18 e i 25 anni. Inoltre, il 27% viaggia da solo o con gli amici e tra questi quattro su dieci hanno cercato di flirtare durante una crociera.

Quello che è chiaro, è che il mercato sta cambiando; la prima tendenza è stata quella di riservare sulle navi alcune aree esclusive per adulti: si possono trovare su Costa Crociere, Norwegian Cruise Line, MSC Crociere e addirittura su Disney Cruise Line, ma la moda che si sta imponendo tra le compagnie è soprattutto quella di organizzare crociere "adults only", sia per i single che per gruppi di amici.

Tra queste spicca il gruppo Virgin che ha aperto le prenotazioni per le nuovissime crociere "adults only" di Virgin Voyages: la compagnia, al debutto nell'universo crocieristico, promette divertimento in mare aperto H24, "senza bambini, senza buffet e senza limiti". Le navi sono italiane, realizzate da Fincantieri. La prima è stata varata a febbraio nel cantiere di Sestri Ponente (Genova). Le altre tre navi della flotta saranno consegnate tra il 2021 e il 2023.

Dal sondaggio condotto dal team di Crocierissime.it su 2.000 utenti over 18, realizzato nell'ambito di uno studio più generale sulle preferenze degli italiani in crociera, sono emerse altre tendenze interessanti. Una delle domande poste a chi ha dichiarato di viaggiare da solo o con gli amici (il 27%) è stata di raccontare come si divertiva e come passava il proprio tempo in crociera. Queste sono state le risposte più frequenti:

1. Ascoltando musica.
2. Parlando con i miei compagni di viaggio o con altri passeggeri.
3. Guardando film sul tablet o sul computer nella mia cabina.
4. Iscrivendomi e partecipando al maggior numero possibile di attività.
5. Leggendo libri o riviste.
6. Bevendo qualcosa nei bar della nave.
7. Praticando sport.

Anche se queste sono state le risposte più comuni su come i vacanzieri hanno trascorso il loro tempo durante una crociera, Crocierissime.it ha rilevato un altro dato curioso: quattro intervistati su dieci (il 43%) ha ammesso di aver anche provato a flirtare. E alla domanda successiva, con chi, queste sono state le risposte: con un membro dell'equipaggio (25%), con un altro passeggero che prima non conoscevo (42%) con un amico che è venuto con me (33%). Per quanto riguarda il sesso, gli uomini (69%) si sono dati da fare più delle donne (31%).

A tutti coloro che hanno ammesso di aver provato a flirtare con un membro dell'equipaggio è stato chiesto anche che reazione avevano suscitato e il 39% ha ammesso di essere stato guardato con una faccia strana ma di non averci prestato molta attenzione, un altro 27% ha detto che era stato al gioco, mentre il 15% ha affermato che il membro dell'equipaggio ha poi cercato di evitarli durante il resto della crociera e il 19% ha finito per litigarci.

Infine l'ultima domanda è stata: quanti sono riusciti a trovare l'amore in "alto mare"? Molti di più di quanti si possa pensare: 3 su 10 tra coloro che hanno provato a flirtare hanno confessato di aver poi iniziato una relazione con quella persona


Fabio Pizzo, Direttore Marketing di Crocierissime, ha dichiarato: "Il settore crociere è sempre molto di moda in Italia e sebbene le crociere per famiglie siano ancora le più prenotate, c'è una richiesta crescente di quelle per single o solo per adulti, che attraggono soprattutto i più giovani alla ricerca di coetanei da frequentare sulla nave, con gusti simili e attività da poter svolgere insieme, e perché no, magari per trovare l'amore in mezzo al mare. La domanda che abbiamo avuto negli ultimi mesi su Crocierissime.it è stata così alta da convincerci a realizzare una sezione specifica sul nostro sito web dedicata ai single in cui incoraggiamo i crocieristi con tante proposte a provare questo tipo di viaggio: un'avventura da godersi in ogni istante, naturalmente sempre nel rispetto degli altri ospiti a bordo e dei membri dell'equipaggio".




Su Crocierissime:
Nasce dall'esperienza pluriennale nel mercato crocieristico internazionale dei suoi fondatori con un progetto altamente innovativo nel campo del turismo online: sviluppare anche in Italia le migliori tecnologie di servizio ai consumatori mettendo a disposizione una piattaforma web interamente dedicata al mondo delle crociere, la prima in Italia.

Crocierissime è parte di lastminute Group, una delle principali online travel agency (OTA) europee presente in oltre 35 paesi in tutto il mondo. Le tecnologie all'avanguardia sviluppate dal gruppo e l'offerta integrata per il viaggio e il tempo libero permettono agli utenti di ricercare e prenotare le soluzioni più adatte alle proprie esigenze in maniera intuitiva e veloce.



--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 12 settembre 2019

Turismo. Corsa a 1500 metri di altitudine. Allenamento in e outdoor, benessere e agevolazioni per gli sportivi al Wellness Hotel Tratterhof in Alto Adige.



CORSA AD ALTA QUOTA. ALLENAMENTO E BENESSERE A 1500 METRI DI ALTITUDINE
ALL'HOTEL TRATTERHOF IN ALTO ADIGE
 
Per gli appassionati di corsa in montagna, maratoneti o sportivi amatoriali, l'Hotel Tratterhof, situato sull'altopiano soleggiato di Maranza a 1500 m di quota, è la destinazione ideale: numerosi sentieri panoramici, adatti alla corsa, partono direttamente dalla struttura e conducono ai punti più suggestivi della regione turistica di Rio Pusteria. Dopo l'allenamento, un'area wellness di 3.500 mq consente di rigenerarsi con saune, bagni di vapore, tuffi in piscina, massaggi e trattamenti specifici. L'hotel offre inoltre una palestra dotata di macchinari di ultima generazione per l'allenamento indoor.

Maranza (BZ), 10 settembre 2019 - Allenamento e benessere a un passo dal cielo. Situato a 1.500 m di altitudine a Maranza in Alto Adige, l'Hotel Tratterhof,  offre ai runners professionisti, dilettantisti e amatoriali il connubio perfetto tra allenamento out e in-door e rigenerazione di corpo e mente. Una fitta rete di tracks panoramici adatti ad ogni livello di preparazione parte direttamente dalla struttura: sia che si tratti di una corsa impegnativa per prepararsi ad una competizione o una corsa leggera per tenersi in forma, l'area vacanze attorno all'Hotel Tratterhof ha il percorso adatto. Come trovarlo? Le guide escursionistiche certificate della struttura, sono pronte a dare preziosi consigli a tutti i runners su come esplorare la zona nel modo più sicuro e appassionante. 
Benessere e relax, indispensabili per i momenti di recupero e riposo, sono garantiti dai 3.500 mq della Monte Silva Spa, con ben otto saune di tipologia diversa, piscina interna ed esterna e un reparto beauty con trattamenti specifici. Uno di questi è Il massaggio sportivo che è in grado di migliorare la rigenerazione dell'organismo e ad apporta un importante contributo per ottenere prestazioni personali sempre migliori.

ALLENAMENTO IN E OUTDOOR DA 1500 A OLTRE 2000 METRI DI QUOTA

Per i corridori amatoriali, l'Hotel Tratterhof consiglia i sentieri con poco dislivello attraverso la valle di Altafossa (Alftasstal) e l'Alpe di Rodengo (Rodenecker Alm) con la Cima Laste (Astjoch). I sentieri escursionistici ben segnalati offrono più di 100 km di trail da corsa con diversi gradi di difficoltà. Cinque percorsi partono direttamente dietro all'hotel, in corrispondenza del bosco che costituisce l'ingresso naturale alla suggestiva valle di Altafossa. La corsa inizia anche oltre i 2.000 metri di altitudine: grazie alla carta vantaggi per le cabinovie di montagna Almencard+, è possibile raggiungere gratuitamente la stazione a monte del Monte Cuzzo/Gitschberg (2.512 m), punto di partenza per emozionanti sfide. Anche dalla stazione a monte della funivia Jochtal si snodano appassionanti tracciati verso la cima Stoanamandl o la famosa Malga Fane di Valles. Gli atleti ambiziosi e competitivi hanno a disposizione gli adrenalinici itinerari verso le croci in vetta BIG FIVE, le cinque cime più belle della regione alpestre di Rio Pusteria (Wilde Kreuzspitze, 3.132 m; Napfspitze, 2.888 m; Seefeldspitz, 2.715 m; Gaisjoch, 2.641 m; Astjoch/Cima Laste, 2.194 m). Per l'allenamento indoor l'Hotel Tratterhof ha da poco inaugurato la moderna palestra, dotata di più di 25 macchinari Technogym e di unità di allenamento autoesplicative, il tutto con vista mozzafiato sulle Dolomiti.

ALIMENTAZIONE SANA E GUSTOSA

Lungo i tracciati gli sportivi possono rinfrescarsi con l'acqua potabile dei ruscelli di montagna e concedersi una meritata pausa presso uno degli oltre 30 rifugi alpini con ristoro della zona (aperti da aprile fino ai primi di novembre). Al rientro dalla corsa, la cucina proposta dall'hotel, con il trattamento di mezza pensione benessere, si basa su una dieta povera di grassi, ma comunque molto gustosa, con focus su proteine e carboidrati.

AGEVOLAZIONI PER GLI SPORTIVI

Nei mesi autunnali e primaverili l'Hotel Tratterhof offre interessanti agevolazioni agli amanti della corsa. Dal 1° settembre al 12 ottobre 2019 gli sportivi che scelgono di regalarsi una vacanza di almeno 5 notti presso la struttura, hanno la possibilità di ricevere un buono del valore di 70 euro valido per bibite e/o trattamenti nella Beauty farm Monte Silva.





--
www.CorrieredelWeb.it

Turismo: Rimini, tante idee per scoprirla su ruote

Rimini ospita, dal 13 al 15 settembre, il più importante evento italiano dedicato al mondo della bici, l'Italian Bike Festival. E la scelta della città come palcoscenico per una manifestazione dedicata a tutti gli appassionati del mondo delle due ruote non è casuale. Rimini, già ComuneCiclabile per la FIAB, Federazione Italiana Amici della Bicicletta è sempre più 'bike friendly'. Per scoprirlo basta mettersi in sella e pedalare lungo i suoi 120 km di piste ciclabili, che permettono di spostarsi comodamente e in sicurezza fra il lungomare ed il centro storico o addentrarsi nell'entroterra lungo l'alveo del fiume Marecchia, o pedalare guardando il mare da Torre Pedrera a Riccione. Per gli amanti delle due ruote sono tanti i BIKE-HOTEL che offrono servizi dedicati, così come gli operatori specializzati permettono di noleggiare vari tipi di biciclette (biketourrimini ed emotion-bike per citarne alcuni) e organizzare tour su misura.

E l'autunno, tiepido e dai colori caldi, è il mese ideale per un viaggio scandito dai propri tempi, quelli della propria pedalata, godendosi le bellezze storiche di Rimini, i suoi saliscendi fra le colline affacciate sul mare, i suoi luoghi più conosciuti e quelli segreti, ma anche per scoprire e vivere qualcosa di più (per chi cerca qualche spunto, ecco qui la Guida della città di Rimini con anche la mappa della Bicipolitana di Rimini.

Rimini ha mille storie da offrire, scritte sulle tavole imbandite con i prodotti tipici e i vini della sua terra, incise nei luoghi magici vissuti e raccontati da Fellini o sussurrate nelle rocche che la sorvegliano dall'entroterra. Vivere queste storie in bici è semplicissimo. Rimini Reservation, la società partecipata del Comune di Rimini, propone bike tour adatti a ogni interesse, permettendo non solo di scoprire il territorio e la sua storia attraverso visite guidate, ma di arricchire questi viaggi con esperienze particolari.

Ecco allora il WINE TASTING BIKE TOUR, un'escursione alla scoperta del territorio e del nettare di bacco. In sella alle e-bike messe a disposizione, attraversando prati, sentieri e vigneti, si giunge dove vengono prodotti i migliori vini della Romagna pronti a vestire i panni di provetti sommelier.

Mentre è la ricerca del benessere fisico ed interiore a spingere gli appassionati della bici ad intraprendere lo YOGA E-BIKE TOUR. Un viaggio rilassante, lungo il parco Marecchia e il borgo di San Giuliano, che si conclude con una seduta di Yoga e meditazione.

Per chi alla passione per la due ruote unisce quella per il cinema, la CICLOVISITA FELLINIANA è probabilmente l'esperienza da fare. I luoghi vissuti e frequentati dal grande regista nato a Rimini e di cui la città si appresta a festeggiare il centenario dalla nascita nel 2020, quelli che lo hanno ispirato e che sono stati riportati nelle sue pellicole, visitati in una pedalata adatta anche ai meno allenati.

Se natura e storia sono il motivo per cui si viaggia e la bici è il mezzo scelto per farlo, i bike tour TERRE MALATESTIANE e quello a Verucchio, sono l'esperienza più adatta per un week end autunnale. Un territorio carico di storia e fascino naturalistico, a cavallo tra Emilia-Romagna, Toscana e Marche, scoperto in sella a comode e-bike e insieme a guide esperte che fanno strada tra i sentieri di queste terre raccontando la storia delle antiche rocche o dei poderi che dalle dolci colline affacciano sul mare.

Sono tanti ancora i tour da provare, dai più insoliti ai più affascinanti, come i percorsi serali nei borghi marinari di Rimini, tutti pensati per rendere unica l'esperienza in bici (info Rimini Reservation tel 0541.53399).

 

Assessorato al Turismo
Comune di Rimini
Piazzale Fellini 3 - 47900 Rimini
tel + 39 0541 704561



--
www.CorrieredelWeb.it

Piemonte: cresce il turismo outdoor nel Cuneese e si amplia l’offerta di attività all’aria aperta per scoprire il territorio con una nuova formula che coniuga sport, enogastronomia e cultura


Image

 Piemonte: cresce il turismo outdoor nel Cuneese

e si amplia l'offerta di attività all'aria aperta per scoprire il territorio con una nuova formula

che coniuga sport, enogastronomia e cultura

 

Il gap dei flussi turistici nelle Langhe e Roero tra i periodi giugno-agosto e settembre-novembre si è assottigliato dal 25% a meno del 5% in pochi anni: merito delle numerose attività sportive che si possono praticare sul territorio

 

11 settembre 2019

 

Non solo in autunno l'incredibile tavolozza di colori attira e incanta i turisti da tutto il mondo: nel grande territorio che si estende dai dolci pendii delle colline di Langhe e Roero fino allo straordinario anfiteatro disegnato dalle Alpi cuneesi continuano, infatti, a crescere le presenze anche in tutte le stagioni. Se in passato il gap dei flussi turistici nelle Langhe e Roero tra i periodi giugno-agosto e settembre-novembre era del 25%, oggi si è assottigliato a meno del 5%: merito anche di un'offerta turistica diversificata che punta sempre più anche sulle tantissime esperienze outdoor che permettono ai viaggiatori di scoprire la provincia più estesa d'Italia con una formula nuova che coniuga attività sportiva, enogastronomia e cultura. È quanto emerge dai dati dell'Ente Turismo Langhe Monferrato Roero, che insieme all'ATL del Cuneese, alla Camera di Commercio di Cuneo e la Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo dal 2013 porta avanti il progetto WOW, acronimo di Wonderful Outdoor Week, volto alla promozione delle vacanze all'aria aperta, un nuovo settore in ampio sviluppo che fino ad ora ha registrato una crescita del 18-20% su base annua

 

Il progetto si propone di far incontrare i viaggiatori del gusto e della cultura con i turisti dello sport e gli amanti della natura e trova espressione, da un lato, attraverso il portale wowoutdoor .it,  che informa sulle molteplici esperienze da vivere e sulle modalità di fruizione dei servizi per lo sport, le strutture dove praticarlo o che noleggiano le attrezzature. Dall'altro, attraverso i tour educational che portano giornalisti, tour operator e agenzie di viaggio internazionali a conoscere da vicino le eccellenze del territorio con una modalità innovativa che unisce il gioco all'esplorazione del territorio per assaporarne al meglio la sua unicità. Dal 12 al 15 settembre, infatti, una delegazione proveniente da Germania, Svizzera e Austria, selezionata dall'agenzia austriaca mb-tourism consulting int nella persona di Mario Baier, sarà invitata a scoprire questo angolo di Piemonte attraverso il format "Piemonte Outdoor Tourism Games. Experience & Taste the Best of Outdoor From Hills to Alps": quiz, sfide ai fornelli, prove di abilità in bicicletta e contest fotografici che daranno loro la possibilità di immergersi nella natura, conoscere storia e tradizioni e assaporare il lato più gustoso della provincia di Cuneo.

 

Con la loro eredità fatta di castelli, borghi antichi, vigneti e parchi incontaminati, tradizioni popolari e culinarie, le terre cuneesi, che si estendono dalle Langhe fino al Monviso e al confine naturale montano con la Liguria, sono un concentrato di bellezza da percorrere lentamente e ammirare a piedi o in bicicletta, a cavallo di una moto o dall'alto di una mongolfiera, in ogni stagione dell'anno. 

 

Le proposte delle due ATL per una vacanza all'aria aperta sono centinaia e saranno presentate nel corso del Cuneo Alps Outdoor Festival, organizzato da Confcommercio Cuneo in collaborazione con Conitours, dal 13 al 15 settembre in piazza della Costituzione a Cuneo. L'evento è dedicato alla promozione delle attività outdoor e rappresenta una vetrina per gli operatori commerciali dei settori sport e tempo libero come fornitori di attrezzature, abbigliamento e servizi.

Di seguito, alcune delle attività che la provincia di Cuneo offre ai suoi visitatori.

Itinerari a piedi tra vigneti e parchi naturali

 
Image
 

© Archivio Ente Turismo Langhe Monferrato Roero

Si snodano a centinaia i suggestivi itinerari da percorrere a piedi tra filari di viti, borghi arroccati e boschi, laghi incantati e rocce monumentali. La storia geologica e il clima influenzato dalla vicinanza del Mar Ligure sono alcuni dei fattori che hanno contribuito alla nascita di un'infinita varietà di ambienti che vanno da quelli di tipo "dolomitico" del massiccio del Marguareis alle rocce cristalline dell'Argentera e del Monviso, che svetta con i suoi 3841 metri. Con i suoi quasi 5.500 km di lunghezza e oltre 1.200 percorsi nella natura, la rete sentieristica cuneese rappresenta circa un quarto di quella piemontese totale. Dalle escursioni più impegnative in alta quota agli itinerari brevi e semplici lungo le dolci dorsali che separano le valli Belbo e Bormida o che conducono a piccoli gioielli come Dogliani, Cortemilia e La Morra, è facile individuare l'esperienza che più si addice alle proprie gambe, trovare suggerimenti sui percorsi più conosciuti o vie non ancora così frequentate, unirsi a gruppi di cammino e ad escursioni con guide e accompagnatori naturalistici. Tra spiegazioni geologiche e osservazione di fossili, una tappa presso uno dei tanti produttori di miele e formaggi o per degustare i prestigiosi vini di Langhe e Roero accompagnati dai Narratori del Vino renderanno la camminata prelibata. Infine, non potrà mancare l'esperienza più emblematica ed emozionante delle colline cuneesi, la ricerca del Tartufo, guidati dal trifolau (cercatore di tartufi in piemontese) e dal suo fedele cane.


In bicicletta su e giù da colline e passi di montagna

 
Image
 

© Carlo Masoero

Per gli amanti delle due ruote, scoprire la Granda in sella ad una bici è un'occasione unica per godere delle bellezze del paesaggio immersi nella natura. Per i cicloturisti di ogni livello la scelta è ampia: dallo slow bike di pianura alla MTB, passando per le esperienze di pedalata assistita (e-bike e-MTB) lungo le dorsali delle colline, tra ordinati noccioleti e campagne, o le salite di montagna dove per vent'anni ha fatto tappa il Giro d'Italia. Le guide realizzate dalle ATL presentano nel dettaglio le tappe dei percorsi più emozionanti che attraversano il territorio, come il Roero Bike Tour che costeggia le rive del Tanaro, la Bar to Bar, ovvero la Barbaresco - Barolo, e la Grande Traversata delle Langhe (GTL), fino agli itinerari più sfidanti che portano alla scoperta dell'antica Via del Sale, che collega Limone Piemonte a Monesi in Liguria, la Roa Marenca da Mondovì a Ormea, oppure fino alle cime ed ai colli alpini.

In moto su strade sterrate e vie panoramiche

 
Image
 

© Davide Dutto

Molte rotte percorribili in bicicletta si prestano ad essere esplorate anche a cavallo di una moto, su storiche strade sterrate o sinuose curve, che avvolgono colline argillose e rocce granitiche alpine e portano ad antiche dimore, cantine da visitare e osterie in cui assaporare i gusti di queste terre. L'orizzonte si muove rapido e spazia dall'armonioso paesaggio langarolo con i suoi percorsi tra i vigneti e le case di pietra fino ai passi alpini più emozionanti, come il Colle dell'Agnello, il Colle della Maddalena, il Fauniera e Col di Tenda, solo per citarne alcuni, un vero e proprio divertimento per chi ama le andature piacevolmente lente mentre la via si inerpica tra le montagne oppure tra castelli e vigneti che colorano di verde le colline.

A cavallo, in mongolfiera o kayak per un'esperienza non convenzionale

 
Image
 

© Archivio ATL del Cuneese

Passeggiate a cavallo e a dorso d'asino tra i campi coltivati, giri in mongolfiera sulle colline del Barolo, tuffi in piscine nascoste tra i vigneti, partite a golf e a tennis circondati dalle Alpi Marittime. Ma anche canoa, rafting e kayak nelle acque cristalline dei ruscelli di montagna. Dalla Valle Stura con i suoi percorsi acquatici alla Valle Po con attività studiate per famiglie e bambini passando per la Valle Tanaro con i suoi itinerari escursionistici, sono numerose le esperienze non convenzionali che la provincia di Cuneo offre a chi desidera trascorrere le vacanze all'aria aperta e vivere il territorio immergendosi nella natura.




--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 2 settembre 2019

Turismo: il Bonfanti Design Hotel, il nuovo hot spot ai piedi delle Dolomiti.


"Soft design", arredi contemporanei e tanta luce 
per un restyling a 4 stelle che unisce eleganza discreta e massimo comfort. Benvenuti al Bonfanti Design Hotel, 
il nuovo hot spot ai piedi delle Dolomiti.

 

Chienes (Bz) – Aprirà le porte a fine anno, proprio al centro del paradiso sciistico altoatesino, il nuovissimo Bonfanti Design Hotel, ora in fase di completo restyling. A Chienes (Kiens in tedesco), in Val Pusteria, a un passo dalle bellissime piste di Plan de Corones (località inserita nel circuito del Dolomiti Superski: 1200 km di discese, 12 aree sciistiche, un solo skipass), la struttura già nota come Rastbichler Hotel cambia abito e nome e si appresta a diventare uno dei prossimi hot spot del carosello bianco delle Dolomiti.
L'hotel si presenterà quindi alla vigilia del prossimo Natale (l'apertura è prevista infatti per il 20 dicembre) con un nuovissimo e raffinato look, progettato e ridisegnato per regalare ai propri ospiti, vecchi e nuovi, un'esperienza unica fatta di emozioni, comfort, relax e buon gusto.
"Soft design": questo il concept che ha guidato l'interior designer Francesca Dalla Vecchia nella scelta degli arredi, dei colori e degli spazi del nuovo hotel, secondo un progetto architettonico innovativo che vuole conciliare il design di tendenza ai più moderni comfort senza tralasciare il fascino della tradizione e dell'ospitalità altoatesina.
Un design impeccabile, focalizzato sulla ricerca di uno stile essenziale ma fortemente caratterizzante, dove ogni elemento è pensato nei minimi dettagli, con superfici e forme che diventano protagoniste dello spazio e si fondono con la modernità di soluzioni tecniche e funzionali. Il legno, la pietra, i velluti, i toni neutri ma decisi che danno personalità a tutti gli ambienti sono le carte vincenti di questo nuovo progetto che seguirà 3 fasi di ristrutturazione pianificate: la prima, appena conclusa, ha segnato il restyling di alcune parti comuni come il ristorante, il lobby bar, la cucina, il buffet e la cantina; la seconda, che si concluderà a dicembre con l'inaugurazione dell'hotel, interesserà le 40 camere (tra cui alcune Design Double Room di 38 mq ciascuna, in alcuni casi anche comunicanti, con eleganti bow windows e una speciale comfort zone); e la terza e ultima, tra aprile e giugno 2020, vedrà l'hotel prendere piena forma con la realizzazione di un'area spa, una beauty farm, saune, piscina all'aperto, sala fitness e una piccola palestra, nonché di altre camere tra cui le suite di 80 mq con 2 camere da letto.
 

Il nuovo 4 stelle sarà un piccolo gioiello prezioso e ricercato, un'eccellenza sul territorio non solo dal punto di vista architettonico perché in grado di creare un dialogo tra il design degli interni e la bellezza della natura che lo circonda, ma anche dal punto di vista enogastronomico
In cucina il giovane chef Maurizio Lauriola, pugliese, propone piatti raffinati e semplici allo stesso tempo, ricette tradizionali altoatesine e specialità italiane rielaborate in chiave moderna e creativa, con l'utilizzo di prodotti regionali sempre freschi e di stagione. Mentre il Direttore dell'hotel, Jan Vlasak, anche ottimo sommelier, ha attrezzato la cantina con una selezione di oltre 100 raffinati vini dell'Alto Adige e dell'Italia e, da dicembre, proporrà ai suoi ospiti regolari degustazioni accompagnate da prodotti locali.
Il nuovo Bonfanti Design Hotel è un invito a vivere la montagna a 360°: outdoor life, sport, relax, benessere, buona tavola. Non manca nulla, e nulla viene trascurato: dai servizi navetta per gli sciatori alle attenzioni riservate a chi ha bisogno di quiete e coccole in spa, dal divertimento per i più piccoli ai programmi per le famiglie, dagli amanti della buona tavola a chi cerca un hotel con ottimo rapporto qualità/prezzo (i prezzi delle camere partono da 85 euro a persona in pensione ¾).



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *