Cerca nel blog

venerdì 3 giugno 2016

Turismo Israeliano Newsletter Giugno 2016


Giugno 2016                                                                                  

 

 

 

 

Shalom cari amici,

pronti per un viaggio in Israele? Lo scorso mese abbiamo dato il via alla stagione balneare e per chi vuole prenotare dei weekend lunghi o delle settimane, a partire da giugno, all'insegna del mare in Israele, non c'è che da scegliere. Intorno a metà mese, e precisamente tra il 12 e il 13 giugno, festeggeremo Shavuot: si tratta di una festa legata all'agricoltura che ci riporta alle radici delle nostre tradizioni; il paese sarà in festa! Inoltre se volete visitare un kibbutz, scegliete il periodo della cerimonia di Bikkurin. Le residenze agricole, e in particolare i kibbutzim, organizzano nel giorno di Shavuot spettacolari sfilate e cerimonie mostrando i propri prodotti.

Non mancate di dare sempre un occhio alle offerte per l'inizio dell'estate, abbiamo lavorato insieme agli operatori per cercare di offrirvi le offerte migliori, il sito è sempre lo stesso go.goisrael.it

 

Buon viaggio in Israele!        

Avital Kotzer Adari

Direttore Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo in Italia                                

 

 

 

 

 

 

 

ALCUNI EVENTI IN ISRAELE

 

 

Maggiori informazioni sul nostro sito go.goisrael.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DICONO DI NOI IN RETE…

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    PRENOTA IL TUO VIAGGIO IN ISRAELE

    Guarda le offerte speciali degli operatori sul nostro sito! 

    Clicca qui

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    SCOPRI ISRAELE ALMENO UNA VOLTA NELLA VITA 

    Clicca sulle foto e guarda i video 

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Prima di partire

    informazioni partiche clicca qui 

     

     

     

    FESTIVITÀ E RICORRENZE

     

    SHAVUOT! 12-13 GIUGNO 2016

    Shavuot, la festa delle Settimane, è una delle ricorrenze che, come Pesach e Sukkot, prevedevano un pellegrinaggio, poiché nei tempi antichi, durante queste festività gli Ebrei erano soliti recarsi al Tempio di Gerusalemme offrendo doni sacrificali quali frutti della terra e animali. Shavuot cade al termine del conteggio dell'Omer, un periodo di sette settimane (da queste "settimane" la festa ha assunto il nome), il cui complessivo computo dei giorni è pari a 50 giorni, contati partendo dal primo giorno di Pesach. Shavuot è una festività principalmente agricola, quest'anno cade tra il 12 e il 13 giugno, viene anche chiamata la Festa della Mietitura e delle Primizie (Bikkurim). Questo aspetto tipicamente agricolo della festività venne conservato anche dopo la distruzione del Tempio attraverso i simboli che la rappresentano, i sette frutti considerati la benedizione di Israele: grano, orzo, uva, fichi, melograno, olive e datteri.

     

     

     

    Consuetudini

    Preghiera notturna di Shavuot – Poiché la tradizione vuole che la Torah sia stata donata agli Ebrei nel giorno di Shavuot, è consuetudine trascorrere la notte in Sinagoga a studiarne i contenuti.

    La lettura del libro di Ruth – Il giorno di Shavuot la lettura del libro di Ruth, in Sinagoga, viene accompagnata da canti liturgici correlati ai precetti della Torah.

    Mangiare prodotti caseari – E' una tradizione relativamente recente dalle origini indefinite: molti israeliani, non specificamente religiosi, hanno adottato la consuetudine di preparare pietanze speciali utilizzando i moltissimi prodotti caseari disponibili in Israele.

     

     

    Una ricetta per Shavout: Blintzes di formaggio

    Ingredienti per 4 persone:

    Uova (5 grandi), farina (circa 2 tazze), acqua (2 tazze scarse), formaggio bianco (350 g), uvetta (a discrezione), sale.

    Tempo di cottura: 25 minuti

    Preparazione:

    In una terrina sbattere le uova con una frusta e pian piano aggiungere la farina setacciandola, allungare poi con dell'acqua. L'impasto dovrà essere omogeneo e appena pronto preparare delle frittatine utilizzando un padellino antiaderente unto con un filo d'olio. Una volta realizzate le frittatine asciugarle dall'olio in eccesso, utilizzando carta assorbente per i fritti.

    Prendere poi una frittella adagiatevi sopra del formaggio, s e lo desiderate il formaggio può essere arricchito con dell'uvetta, che darà un dolce contrasto ai vostri blintzes, arrotolate poi la frittella su se stessa. Fatelo per tutte le frittelle. Una volta pronte friggetele nuovamente per 2-3 minuti.

    Condirle con sale e se preferite provate in alternativa lo zucchero a velo.

    Questo è uno dei dolci della tradizione.

    Beteavòn! Buon appetito!

     

    Alcune ricette per Shavout le potete trovare a questo link  http://www.labna.it/category/cucina-kosher/shavuot

     

     

     

     

     

    BUON COMPLEANNO ISRAELE!!!

    Israele ha appena compiuto 68 anni… e in un recente video pubblicato dal ministero degli Esteri Israeliano, per celebrarne gli anni, si elencano 68 fatti su Israele che probabilmente non sai.

    Qualche esempio?

    Israele ha il più alto numero di accademici al mondo in relazione alla popolazione residente.

    E' lo stato numero 2 al mondo per la pubblicazione di libri.

    L'USB è un'invenzione israeliana.

    Tel Aviv, dopo Tokyo, è la città al mondo con il più alto numero di shusi bar

    Gerusalemme oltre ad essere una delle città più vecchie al mondo è stata anche la prima a essere completamente coperta da wi-fi!!

    Volete saperne di più? Guardate questo bellissimo video

     

     

     

     

    ALLA SCOPERTA DI…

     

    I GIARDINI MENO CONOSCIUTI IN ISRAELE (PRIMA PUNTATA)

    Non solo i famosi giardini Bahá'í ad Haifa, in tutto il paese si nascondono splendidi giardini pieni di fascino che possono regalare una spendida e rilassante camminata, lontano dalle folle di turisti. Alcuni hanno un valore botanico speciale, altri hanno una storia affascinante… vale davvero la pena scoprirli e goderne! In questa newsletter iniziamo a svelarne alcuni… continueremo poi in questo viaggio nelle prossime newsletter!

     

    Giardino di Al-Muna, Julis

    Il villaggio druso di Julis è un bel posto tranquillo in Israele, Naji Abbas ha fondato qui in memoria dei suoi genitori un bellissimo giardino e lo ha chiamato con il nome di sua madre, Al-Muna. Il giardino è stato istituito nel frutteto piantato dal nonno di Naji molti anni fa, composto da vecchi alberi ombrosi a cui sono state aggiunte piante provenienti da tutto il mondo. Nel giardino troverete posti a sedere, altalene in legno, cascate artificiali, canali sui quali piccoli ponti di legno, fontane, statue, un mulino a vento, una ferrovia, attrezzi agricoli, piante e ceramiche. Il risultato è un qualcosa di magico e ben tenuto che è un piacere visitarlo. Ulteriori informazioni al telefono 052-4318414

     

     

     

    Giardino Botanico, Eilat

    Ad Eilat vi è uno degli orti botanici presenti in Israele. Il giardino è costruito su terrazze di pietra, con piscine, piccole cascate, sentieri e soprattutto molta vegetazione. Inclusi baobab, cactus, piante autoctone come acacia, vitex e palm pouf, alberi da frutto ed erbe aromatiche. Nel complesso il parco ha più di mille specie fra alberi e piante. La particolarità è una piccola foresta pluviale artificiale con lussureggianti nebbie tropicali di acqua distillata. E per non dimenticare dove si è, il parco ha grandi punti di vista sul Mar Rosso e le montagne di Edom. Il giardino è parte di un'azienda agricola biologica ed è stato istituito sui resti di un avamposto militare.

    Quando? 19:00-8:30, Venerdì 15:00-8:30, Sab 15:00-9:30

     

     

    IL MERCATO DI SARONA – IL TOUR DEGLI ASSAGGI!

    Il mercato di Sarona di Tel Aviv è il più grande mercato coperti in Israele, con oltre 80 stand gastronomici che uniscono tutti i profumi e i sapori che Israele ha da offrire. È possibile  effettuare un tour guidato di assaggi, ogni mercoledì alle 19, a questo link troverete la possibilità di acquistare un biglietto online http://www.visit-tel-aviv.com/tours#.VzwrpzWLTGh

    Il tour include anche bevande e un breve giro del centro storico di Templari Colony.

    Una visita imperdibile per tutti gli amanti della cucina e dei suoi sapori, in una delle destinazione culinarie più dinamiche al mondo.

     

     

     

    PERCHÉ FARE LA VOSTRA PROSSIMA VACANZA A TEL AVIV! I CONSIGLI DI VOGUE AMERICA…

    Ecco i 9 motivi che Vogue ha suggerito ai suoi lettori sul perché fare la vostra prossima vacanza a Tel Aviv!  Innanzitutto tanta arte e architettura, brunch favolosi, spiagge chilometriche e ben servite, mercati per tutti i gusti, hotel boutique di eccellenza , opportunità di shopping, cene meravigliose, cocktail stratosferici e una nightlife che non ha eguali… sull'articolo online, qui,  troverete indirizzi e suggerimenti.

    Preparate le valigie!

     

     

     

    NELLE CLASSIFICHE INTERNAZIONALI

     

    TEL AVIV LA CITTÀ NUMERO 1 AL MONDO PER I VEGANI. PAROLA DEL DAILY MEAL

    Tel Aviv è divenuta negli ultimi anni la capitale vegana d'Israele. Il primo accenno di una mania vegan a Tel Aviv è stato avvistato già nel 2012 da Tablet Magazine, ma pochi anni dopo, la scena vegan di Tel Aviv è divenuta decisamente più robusta. Quasi 1 su 20 degli israeliani si definisce vegano, un numero più alto si apprezza decisamente a Tel Aviv dove troviamo la più alta percentuale al mondo di ristoranti vegan-friendly e per la popolazione vegana della città (5%-10%). Per chi cerca una scusa per viaggiare  il 24 di settembre la città di Tel Aviv organizza il VEGAN FEST, il festival vegano più grande al mondo!

    E se proprio non potete aspettare settembre, venite a trovarci l'11 e il 12 giugno al MUDEC, in  occasione del festival Festival The Vegetarian Chance, dove domenica si esibirà in uno show cooking lo chef israeliano Moshe Basson, storico titolare del ristorante Eucalytpus di Gerusalememe. Lo straordinario Moshe, già vincitore in Italia del festival del Cous cous di San Vito lo Capo, realizzerà nella giornata del 12 giugno un gustoso show cooking mischiando tradizione biblica e innovazione culinaria. Da non perdere!!

    Beteavon!!!

     

     


    CULTURA

     

    A GERUSALEMME SULLE NOTE DEL RIGOLETTO DAL 22 AL 27 GIUGNO

    Dal 22 al 27 giugno si terrà la seconda edizione del festival dell'Opera di Gerusalemme in un suggestivo auditorium nei pressi della Città Vecchia, la Piscina del Sultano.

    Gli artisti dell'israeli Opera saranno affiancati da cantanti e musicisti di fama internazionale in eventi e concerti pensati pe ril grande pubblico. Sarà un'occasione in più per visitare per visitare la meravigliosa Gerusalemme e godere una volta di più della sua straordinaria e vivace vita culturale. A questo link potete trovare le offerte per passare weekend lunghi a Gerusalemme"!

     

     

    IL 30 GIUGNO NOTTE BIANCA A TEL AVIV!

    Anche quest'anno, come ogni anno dal 2003, Tel Aviv si unisce al resto d'Europa, con le celebrazioni annuali delle sue Notti Bianche.

    Forse più di qualsiasi altro evento a Tel Aviv, le festività della Notte bianca caratterizzano la vibrante natura non-stop della città che non dorme mai.

    Per tutta la notte del 30 giugno, Tel Aviv sarà più sveglia che mai, con eventi speciali, visite guidate notturne, feste di strada, danze popolari, cori, musica, silent disco e molto, molto di più tenendoti occupato e sveglio a lungo fino alle prime ore del mattino.

    Si può anche aspettare nei bar e ristoranti della città mentre si ritorna al ritmo delle cose in modo tale che tra gli eventi è possibile andare a prender un drink o uno snack per continuare a divertirsi per tutta la notte.

    Gli eventi si svolgeranno presso sedi in tutta Tel Aviv, tra cui Old Jaffa, l'area del mercato delle pulci, la Tachana (Vecchia stazione ferroviaria), il Suzanne Dellal Center per danza e teatro, il Rothschild Boulevard, Rabin Street, Meir Park, il Center for Performing Arts e molti altri.

    La maggior parte degli eventi sono gratuiti, altri possono comportare tariffe ridotte.

    Qui trovate le offerte per i weekend aTel Aviv!

     

     

     

    1000 OMBRELLI COLORATI A GERUSALEMME PER L'ESTATE 2016

    E' uno spettacolo che ha attirato l'attenzione mondiale su Gerusalemme. Un'idea all'apparenza semplice, e anche stupefacente: ombrelli coloratissimi sospesi nell'aria nelle vie pedonali della capitale israeliana. La Municipalità di Gerusalemme, per la seconda volta, ha voluto sostenere e promuovere questa istallazione che consente di guardare Gerusalemme con il naso all'in su.

    Le installazioni dei 1000 ombrelli sono ammirabili in Yoel Moshe Solomon Street, nello storico distretto di Nachalat Shiva, e anche in Mamilla Street, la via pedonale dello shopping, entrambe a due passi dalla Città Vecchia. La zona di Solomon Street, inoltre, è una delle aree più chic e di tendenza di Gerusalemme, in cui si concentrano la maggior parte delle gallerie d'arte, delle boutique orafe e di moda e dei caffè della città. Per chi si trovasse a visitare Gerusalemme nel periodo estivo, poi, si ricorda che il calendario degli eventi della capitale è fitto di appuntamenti importanti. Sarà possibile ammirare l'installazione di ombrelli fino all'inizio di ottobre.
    Per assaporare di persona la magica atmosfera di Gerusalemme, guardate le nostre offerte su  http://go.goisrael.it/deals

     

     

    ARCHEOLOGIA

     

    UN TESORO ROMANO DI 1600 ANNI FA SCOPERTO NELLE ACQUE D'ISRAELE. UNA DELLE SCOPERTE PIÙ IMPORTANTI DEGLI ULTIMI 30 ANNI

    Si deve a due sub israeliani, la scoperta di un tesoro romano di inestimabile valore. I reperti, sono stati individuati nelle acque di Cesarea, a nord di Tel Aviv assieme ai resti di una nave. Statuine di bronzo, monete, giare e altri manufatti, di 1600 anni fa, tutti meravigliosamente conservati. Custoditi fino ad ora in un'imbarcazione romana affondata probabilmente in età Costantiniana.

    Una scoperta di inestimabile valore, affermano gli archeologi giunti sul posto dopo la segnalazione dei due sub. Dalla stiva della nave romana, sono stati recuperati: una lampada raffigurante il Dio Sole e una statuetta votiva della Dea Luna. Un'altra lampada raffigurante la testa di uno schiavo africano e diversi oggetti scolpiti, con effigi di animali o del Dio Dioniso. Rinvenuti anche, numerosi frammenti di giare, utilizzate per contenere l'acqua utile ad abbeverare gli schiavi. Ciò che dà ancora più valore alla scoperta di Cesarea però, sono i 40 chili di monete romane recanti l'immagine di Costantino e Licinio (suo avversario politico), datate tra il 312 e il 324 d.C., anch'esse recuperate dagli archeologi.

     

     

     

    "Questa scoperta marina è tra le più significative degli ultimi 30 anni in Israele. Le statue di metallo sono reperti rari, perché nell'antichità venivano fuse e riciclate. In questo caso però, sono naufragate con la nave, scampando al riciclaggio. E la sabbia le ha protette in modo perfetto, come se il tempo non fosse mai passato". Queste le parole di Jacob Sharvit e Dror Planer, della sezione di Archeologia marina della Soprintendenza israeliana. Ma negli ultimi anni, altre importanti scoperte archeologiche hanno interessato Israele e Cesarea. Molte delle quali, confermano gli archeologi, ad opera proprio di comuni cittadini. Come ad esempio: il caso del rarissimo amuleto egiziano risalente a 3200 anni fa, trovato da una bimba di 12 a sul Monte Scopus a Gerusalemme. Tesori dal valore inestimabile per bellezza e significato storico. Che hanno resistito allo scorrere del tempo, giungendo fino a noi.

     

     
    PERCORSI DELL'ANIMA
     

    Il mese di Giugno in Terrasanta è sinonimo di gioia!

    La gioia della visita dei luoghi santi dopo l'evento della resurrezione.

    I pellegrini di oggi potranno così ripercorrere le orme dei discepoli di ieri, come, per esempio, Pietro e Paolo.

    Il 29 giugno, proprio in occasione della festa dei santi Pietro e Paolo, la Terra Santa si collega idealmente con Roma celebrando nello stesso giorno la festa dei due santi che, rispettivamente, dalla Galilea e da Tarso, evangelizzarono tutto l'occidente e non solo.

    Il 29 giugno le celebrazion solenn a ricordo dei due santi avranno luogo a Cafarnao, Tiberiade e presso il Seminario di San Salvatore a Gerusalemme.

     

     

     

    Assume una valenza particolare per tutti i pellegrini italiani e non solo ricordare in questa sede le recente elezione del nuovo Custode della Terra Santa, Padre Francesco Patton, italiano di Trento, che lunedì 6 giugno farà il suo ingresso solenne a Gerusalemme compiendo un percorso che avrà inizio con una suggestiva cerimonia dalla Porta di Giaffa in direzione del Convento di San Salvatore, sede della Curia custodiale (Casa Madre). Il Custode uscente, padre Pierbattista Pizzaballa, insieme al Guardiano del Convento di San Salvatore e al Visitatore generale, accoglierà il suo successore. Dopo che il Visitatore avrà dato lettura del Decreto di nomina, il nuovo Custode presterà giuramento e il suo predecessore gli consegna solennemente il Sigillo della Custodia sul quale è impresso: "Sigillum Guardiani Sacri Conventus Montis Sion". Poi, ogni frate gli prometterà obbedienza.

    Un caloroso augurio a padre Fransceso Patton per la sua nomina a Custode della Terra Santa ed un ringraziamento dal profondo del cuore al grande e straordinario amico Padre Pierbattista Pizzaballa.

     

    Per maggiori informazioni




    --
    www.CorrieredelWeb.it

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Disclaimer

    www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


    Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


    L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


    Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


    Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





    Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






    CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




    indirizzo skype: apietrarota



    CONTATTI