Cerca nel blog

mercoledì 30 settembre 2015

Il 4 ottobre la 9ª Giornata nazionale dell'Agriturismo, Turismo Verde-Cia: nelle piazze d'Italia per raccontare la sua "bella storia" lunga 30 anni

L'iniziativa di Turismo Verde-Cia, che quest'anno vuole festeggiare il trentennale dalla prima legge che regola l'agriturismo italiano. Il presidente Sparascio: "Dobbiamo essere orgogliosi di raccontarci, di condividere con i cittadini un settore che negli anni è cresciuto costantemente unendo l'ospitalità in campagna, le tradizioni agricole ed enogastronomiche contadine con la tutela dell'ambiente, la difesa della biodiversità e l'impegno nel sociale".

 

Domenica 4 ottobre Turismo Verde-Cia aspetta i cittadini in tutte le piazze del Paese per raccontare "la bella storia" lunga 30 anni degli agriturismi italiani.

L'agriturismo nasce grazie a un nucleo di agricoltori "pionieri" che hanno avuto il merito di creare una nuova forma di ospitalità in campagna sulla base dei contenuti della tradizione contadina italiana. La loro passione, il loro ardore, la loro tenacia hanno spinto lo Stato a promulgare almeno tre leggi (la prima disciplina sull'agriturismo è la 730 del 1985, a cui sono seguiti il Dlgs 228/01 -la legge di orientamento- e la nuova legge quadro 96/06) che sono ben più di un quadro normativo per un settore. "Rileggendo con attenzione queste leggi -spiega il presidente nazionale di Turismo Verde, Giulio Sparascio- ci rendiamo conto che al loro interno è contenuto un vero e proprio 'manifesto' dello sviluppo rurale: obiettivi che investono tutto il territorio, il paesaggio, il lavoro, i valori del mondo agricolo".

Sono ormai quasi 21.000 le aziende agrituristiche in Italia, con un incremento costante ogni anno nonostante il perdurare della crisi economica. Confermano il loro impegno per la diversificazione dei servizi offerti, diretti a meglio qualificare l'attività agrituristica rispetto al territorio in cui viene esercitata.

Quindi servizi, storia e passione. Tutti elementi che Turismo Verde-Cia vuole festeggiare il 4 ottobre con la 9ª edizione della "Giornata nazionale dell'Agriturismo". Come sottolinea Sparascio: "È solo merito dei nostri operatori agrituristici l'aver recuperato e riqualificato le vecchie cascine, le masserie -dice- cioè molto del patrimonio edilizio rurale tutelando le peculiarità paesaggistiche. L'aver sostenuto le produzioni tipiche, di qualità, la biodiversità con il recupero di varietà antiche e le connesse tradizioni enogastronomiche, riscoprendo le vecchie ricette che in campagna si sono tramandate di generazione in generazione. Il bravo imprenditore, e la sua famiglia, i collaboratori, hanno la capacità e la professionalità per rendere più piacevole il soggiorno in agriturismo, nella sua accezione più classica, mettono subito a proprio agio gli ospiti: li aiutano nella scelta del piatto, descrivendo ogni singolo particolare degli ingredienti fin dalla loro produzione in azienda e nel territorio locale. L'operatore agrituristico è felice di raccontare (nella sua semplicità e alcune volte anche nel suo dialetto) la storia della sua azienda, della sua famiglia, delle camere che accoglieranno l'ospite; il tutto in una atmosfera familiare, calda e accogliente, ma allo stesso tempo discreta, che invoglia alla conversazione anche tra commensali e ospiti in generale".

In questi lunghi 30 anni "è riuscito a riprendere tutti i valori della cellula familiare, dando l'opportunità ai propri figli di restare in azienda, in campagna, contrastando il fenomeno della dismissione dell'agricoltura e contribuendo così allo sviluppo socio-economico delle comunità rurali -osserva Sparascio-. Abbiamo recuperato e creato capitale sociale, non dobbiamo essere timidi ma andare in piazza a raccontarci, dobbiamo essere orgogliosi di comunicare tutto questo ai nostri cittadini. È giunto il momento che la collettività ci riconosca anche questi altri contributi per la collettività: dall'agricoltura sociale (con l'inclusione di disabili, ex detenuti, ex tossicodipendenti), alle fattorie didattiche per i 'bambini dai zero ai cento anni', alla tutela ambientale (gestione e manutenzione del paesaggio, conservazione della biodiversità, difesa dei suoli, prevenzione degli incendi)".

Insomma, per chiudere con una frase di Henri Grolleau "Quanto più la città è fonte di apprensione (disoccupazione, instabilità, ecc.), tanto più la campagna rassicura" e con il nostro motto "Agriturismo - La tua casa in campagna", conclude Turismo Verde-Cia, "invitiamo tutti in piazza il 4 ottobre".



VIAGGI: con più di 5 milioni di camere HRS è il maggiore provider di hotel tramite GDS al mondo

HRS è il maggiore provider di hotel tramite GDS al mondo. Clienti Corporate e agenzie di viaggio possono prenotare una selezione di cinque milioni di camere.

Roma, 30 settembre 2015 – Con ormai più di cinque milioni di camere prenotabili in tutti i sistemi di distribuzione globale (GDS), HRS ha raggiunto una nuova pietra miliare. HRS è l’unico fornitore di contenuto alberghiero integrato in tutti i principali GDS - Amadeus, Sabre, Worldspan, Apollo, Travelport, Abacus e TravelSky – diventando il principale fornitore di hotel al mondo per numero di alberghi e camere prenotabili.

Di questa vasta offerta beneficiano i clienti aziendali, le travel management company (TMC) e le agenzie di viaggio: integrando gli sconti aziendali che HRS negozia appositamente per le esigenze delle aziende con oltre 40.000 hotel in tutto il mondo, i clienti aziendali beneficiano di tariffe migliori, alle quali, in questo modo, possono accedere anche tramite GDS. TMC e agenzie di viaggio possono accedere a una gamma di hotel più ampia e conseguire così l'ottimizzazione dei processi, poiché gli hotel indipendenti, in precedenza prenotabili solo offline, ora sono pienamente integrati e prenotabili nel GDS. Secondo analisi di settore, questo conduce nelle prenotazioni degli hotel a risparmi fino a € 1,50 per transazione. 
Inoltre, HRS rende prenotabile il suo portafoglio hotel, tra cui le tariffe aziendali negoziate direttamente con i singoli hotel o catene, anche tramite Online Booking Tool (OBT).

"Spesso i dipendenti delle aziende hanno diverse possibilità per cercare gli hotel per il loro viaggio di lavoro. Per questo, HRS rende prenotabile il suo portafoglio di hotel a livello globale e su tutti i canali per i clienti aziendali – a prescindere da quale canale di prenotazione usino per cercare gli hotel", spiega Tobias Ragge, CEO di HRS. "In seguito alla globalizzazione, le aziende oggi hanno a disposizione molteplici canali di prenotazione a livello globale. HRS persegue un approccio di piattaforma aperta, il che significa che vogliamo fare in modo che gli hotel siano prenotabili su ogni canale al fine di aumentare il più possibile l’adoption dei programmi alberghieri".

In questo modo, si ottiene una migliore qualità dei dati nella gestione dei viaggi e di conseguenza l'intera pianificazione del viaggio e il controllo dei costi vengono facilitati. Il consueto processo di caricamento delle tariffe da parte dei clienti aziendali e degli hotel rimane invariato.

________________

HRS – Global Hotel Solutions

HRS è il global hotel solutions provider leader in Europa per i viaggi d’affari, che offre a oltre 40 mila clienti corporate in tutto il mondo una suite completa di strumenti gratuiti in grado di coprire tutte le fasi del viaggio d’affari: dall’hotel procurement, alla prenotazione, da soluzioni innovative per il pagamento al report delle spese effettuate. HRS propone inoltre ai suoi clienti servizi personalizzati e consulenze mirate che permettono di ottenere risparmi, incrementare la soddisfazione dei dipendenti e ottimizzare il travel management. A completare l’offerta, HRS propone soluzioni create ad hoc per conferenze e prenotazioni di gruppo. Con oltre 290.000 hotel in 190 paesi, HRS presenta una grande selezione di alberghi in tutto il mondo. Tra questi, oltre a centinaia di catene alberghiere, è possibile scegliere oltre 170 mila hotel indipendenti. HRS è l'unico fornitore con accesso a tutti i principali sistemi di distribuzione globale (GDS) e con 5 milioni di camere disponibili nel GDS, può contare sulla più ampia selezione di alberghi indipendenti nel mondo. 


Centinaia di Hotel Sales Managers in oltre 50 paesi grazie alla loro conoscenza dei mercati locali contribuiscono ogni giorno a incrementare la disponibilità di hotel e a fornire un eccellente servizio di assistenza alla clientela. Utilizzando le Business Tariff di HRS, i clienti aziendali possono beneficiare di risparmi fino al 30% sulle più aggiornate tariffe giornaliere in 40.000 hotel. Inoltre, accurate descrizioni, foto e video esaustivi e circa 5 milioni di recensioni da parte della clientela agevolano la scelta dell’hotel. Con 1.500 dipendenti, HRS ha base a Colonia e uffici a Norimberga, Berlino, Innsbruck, Vienna, Zurigo, New York, Londra, Parigi, Roma, Milano, Barcellona, ​​Istanbul, Varsavia, Praga, Budapest, Mosca, Hong Kong, Pechino, Shanghai, Singapore, Tokyo e San Paolo.

Maggiori informazioni su www.HRS.com

Le eccellenze dell'eco-turismo a Reggio Calabria per il Festival dell'Ospitalità

Eco-turismo, la Calabria in prima fila

Reggio Calabria 2, 3, 4 ottobre 2015
Palazzo della Provincia
Piazza Italia



Ospitalità fa rima con modelli di turismo sostenibile e responsabile nei confronti dell'ambiente e delle economie locali. Questo è il messaggio che gli organizzatori del Festival dell'Ospitalità che si terrà a Reggio Calabria dal 2 al 4 ottobre vogliono lanciare alla Calabria, al Sud Italia e a tutto il Paese. Lo confermano le tante eccellenze di questo segmento del mercato turistico che saranno presenti per raccontare le proprie esperienze di successo.

Recentemente è apparsa su tutti i giornali nazionali la storia dell'albergo diffuso di Belmonte Calabro, in provincia di Cosenza, che grazie ad un progetto di ospitalità turistica ha permesso ad un borgo storico in via di abbandono di rinascere. Ma non è tutto qui. L'esperienza di Belmonte è esemplare. Gli appartamenti del centro storico sono stati ristrutturati con materiali ecologici ed eco compatibili ed il modello di esperienza proposto è quello di un legame vero con il territorio, con i suoi cibi, la sua natura e i suoi abitanti.

La mattina del 2 ottobre sarà possibile ascoltare e scoprire il progetto dell'albergo diffuso "EcoBelmonte" dalla viva voce di uno dei suoi fondatori. Come dichiarato da Giuseppe Suriano, uno dei fondatori di questo progetto, si è trattato di una vera e propria missione sociale: "Questa città è antichissima - racconta Giuseppe all'ANSA - alcune tombe dimostrerebbero che sarebbe stato un insediamento della Magna Grecia. Ha fatto poi anche parte di un califfato, quello della vicina, e bellissima, Amantea (Cosenza) [...] Al'inizio eravamo 10 associati - continua - oggi siamo 63, e abbiamo ricevuto il riconoscimento di albergo diffuso nazionale, il primo della Calabria, con le nostre 30 stanze. Il progetto l'abbiamo chiamato "a' praca", perché il paese sorge, appunto, su una roccia. E piace così tanto ai nostri ospiti che molti vogliono associarsi, alcuni tornano perfino per mettersi a disposizione per lavorare, o ci danno una mano per organizzare le iniziative".

La stessa volontà di valorizzare un borgo semi abbandonato attraverso le sue specificità è l'esperienza del Cleto Festival che Ivan Arella, presidente dell'associazione organizzatrice La Piazza, racconterà il 4 ottobre al pubblico del Festival dell'Ospitalità. Ed è proprio il sincero sentimento di ospitalità della comunità locale del piccolo paese della provincia di Cosenza che ha trasformato un evento che poteva essere confuso tra tanti altri in un'eccellenza nazionale di ospitalità autentica e di efficace valorizzazione territoriale che attira migliaia di visitatori ogni anno.

Le eco-esperienze saranno invece protagoniste della mattinata del 3 ottobre. Il secondo giorno del Festival sarà l'occasione giusta per conoscere Orme nel Parco, unico parco eco-esperienziale della Calabria ma anche uno dei più visitati d'Italia. Massimiliano Capalbo, imprenditore eretico e scrittore, racconterà i perché del suo successo e i valori di rispetto dell'ambiente e di imprenditoria responsabile che gli hanno permesso di diventare un punto di riferimento per coloro che vogliono vivere esperienze a diretto contatto con la natura. Altro progetto di grande valore nel panorama calabrese è quella delle  esperienze turistiche offerte da Ostro Activity Holidays srl che Francesco De Santis presenterà nella stessa mattinata.

Il turismo esperienziale tra pescaturismo, esperienze outdoor alla scoperta di cascate e angoli di natura incredibili e sport acquatici a impatto zero, è un'offerta che risponde ad un trend di mercato in crescita costante e a doppia cifra. Recenti sono infatti i numeri che lo confermano.

Nel V Rapporto "Italiani, turismo sostenibile e ecoturismo" realizzato e diffuso dalla Fondazione UniVerde emerge in maniera indiscutibile la propensione della domanda turistica alla ricerca di esperienze ecologiche e a stretto contatto con la natura, la cultura e le economie locali. Il 73% degli intervistati italiani, infatti, dichiara di informarsi online sugli aspetti di sostenibilità delle strutture ricettive così come quasi 8 turisti su 10 dichiarano di essere attratti dalle esperienze ecoturistiche. Per non parlare del fatto che oltre il 60% dei turisti italiani, a parità di prezzo, comprerebbe cibo biologico mentre il 49% dichiara di scegliere sempre cibi a km0 quando è in vacanza.

Quello dell'ecoturismo non è solo un trend ma una realtà di fatto ormai affermata nell'economia italiana e destinata a crescere. Il 58% degli intervistati di questo studio, infatti, ritiene che l'ecoturismo crescerà significativamente nei prossimi 10 anni.

Per tutti questi motivi è necessario attrezzarsi e diffondere le migliori pratiche di turismo responsabile e sostenibile attraverso un osservatorio professionale e approfondito su questa realtà. Il Festival dell'Ospitalità che si terrà a Reggio Calabria dal 2 al 4 ottobre è un appuntamento imperdibile da questo punto di vista e mira a diventare un evento annuale stabile e strategico per un settore economico che sarà uno dei mercati nazionali di riferimento per i prossimi anni.

L'evento, organizzato da Evermind srl, Terrearse LAB e Dreamlab srls è patrocinato dal Comune e dalla Provincia di Reggio Calabria.

Sito web: http://festival.hospitando.com
Hashtag #Hospitando

Devétéya é Féra de Cogne

In occasione del rientro delle mandrie dalle malghe, a Cogne si organizza la Devétéya é Féra de Cogne, rievocazione dell'antica fiera del bestiame con sfilata per le vie del paese e mercato di prodotti tipici e artigianali. Un’antica e radicata consuetudine degli allevatori valdostani è quella di trasferire, durante i mesi estivi, le mandrie dalle stalle del fondovalle agli alpeggi d’alta quota. Devétéya è il termine che indica la discesa a valle al termine della stagione, un momento di festa che celebra la fine di un periodo di duro lavoro e il ricongiungimento delle famiglie.
Il programma prevede un susseguirsi di sfilate delle mandrie lungo le vie del paese alternate da momenti di intrattenimento musicale in piazza E.Chanoux. Le bovine sfilano per le vie del paese adornate a festa, la Reina di cornes (regina delle corna) apre il corteo con il caratteristico “bosquet” rosso, seguita dalla Reina di lacé (regina del latte, la bovina più produttiva) decorata con un “bosquet” bianco.
Per l'occasione sarà inoltre allestito il mercato di prodotti gastronomici a km 0 e dell'artigianato locale. Speciali laboratori tematici faranno conoscere meglio ai più piccoli il mondo del latte e del formaggio, mente balli e musica animeranno la serata.
La tradizione culinaria non mancherà di stupirvi nei ristoranti del paese che proporranno lo speciale menu "Les Saveurs de l'Alpage" per il pranzo di entrambe le giornate di festa.

(Ufficio Stampa Alpine Pearls Italia: OfficineKairos.it)

Consorzio operatori turistici Valle di Cogne
Via Bourgeois, 33 11012 – Cogne (AO)
Tel.: 0165 74835
info@cogneturismo.it - www.cogneturismo.it

martedì 29 settembre 2015

Con il foliage, tra escursioni e itinerari fotografici, alla scoperta della natura del Parco Regionale dei Boschi di Carrega (PR).


 

Tutti i colori dell'autunno 

Quando l'autunno bussa alle porte, non c'è modo migliore di accoglierlo che inoltrarsi nel bosco per una rigenerante passeggiata. Proprio lì, tra le fronde degli alberi e il terriccio umido, è custodito l'irresistibile fascino di questa stagione, pronto a svelarsi tra gli infiniti profumi del sottobosco e le caleidoscopiche sfumature delle foglie. E non c'è bisogno, per scoprirlo, di andare lontano: a Sala Baganza, a soli 15 km da Parma, c'è il Parco Naturale dei Boschi di Carrega.

Anche lì querce, faggi e castagni hanno iniziato a mutare il colore delle loro chiome, dal verde al giallo per arrivare, tra poco, alle innumerevoli gradazioni dell'arancio e del rosso. L'area boschiva di circa 1270 ettari, interrotta a tratti da piccoli rivoli, laghetti e radure, si offre come punto di osservazione privilegiato per andare alla scoperta dei colori di questa stagione.

Accanto ai castagneti, alle faggete e ai tradizionali querceti misti (principalmente Cerro e Rovere) convivono specie esotiche come sequoie, pini silvestri, querce rosse e conifere che costeggiano gli specchi d'acqua, introdotte dall'uomo in passato abbastanza recente; e ancora cespugli, arbusti e brughiere. All'interno del Parco, che è Area Protetta, si trova poi il Bosco della Capannella, composto da cerri ed ornelli.

La presenza di questo variegato campionario naturale rende particolare lo spettacolo naturale dei Boschi di Carrega e lo arricchisce – da settembre inoltrato fino a dicembre - di tinte calde e insolite. Ammirare il foliage, i cromatismi delle piante, diventa così l'espediente per scoprire un territorio vasto e ricchissimo dal punto di vista ambientale e per sperimentare da vicino il significato dell'autunno e del mutare delle stagioni. Il Parco dista dalla città di Parma solo 15 km ed è caratterizzato da pendii dolci e distanze ridotte; per questo si presta in modo particolare per escursioni, passeggiate e itinerari fotografici.

Per i buongustai l'autunno si assapora anche a tavola, con prodotti tipici e percorsi enogastronomici. All'agriturismo La Macchia Tonda (www.lamacchiatonda.it), a Vallerano di Calestano (PR), ai piedi del Monte Sporno, il menù è impreziosito da ricette a base di tartufo nero di Fragno, originario della zona. La struttura propone anche visite guidate in tartufaia, con possibilità di acquisto del pregiato fungo direttamente in azienda.

Per soggiornare immersi nella natura e nella tranquillità del Parco Regionale c'è il B&B Il Richiamo del Bosco, in via Capanna 18 a Sala Baganza (PR). I prezzi partono da 80 euro in camera matrimoniale, e comprendono una ricca prima colazione a buffet e aperitivo di benvenuto.

  

Per informazioni: Il Richiamo del Bosco

Via Capanna 18 – 43038 Sala Baganza (PR)

Tel. 05213336376  3358388895

E-mail: info@ilrichiamodelbosco.it

Sito web:  www.ilrichiamodelbosco.it




--
www.CorrieredelWeb.it

Mentre in Italia il food continua a calare nel settore del turismo registra una crescita a due cifre e il settore offre migliaia di posti di lavoro ai giovani.

Lo ha dichiarato il sociologo prof. Finzi commentando i dati della ricerca AIFBM, l'associazione dei food&beverage manager, presentati oggi nel corso di una conferenza stampa a Milano. Per le somministrazioni in hotel, resort, villaggi e settore crocieristico si parla di acquisti per alcuni miliardi di euro.



Milano, 29/05/2015. “Allo stato attuale dell'economia italiana,  mentre il consumo del food è in calo del 2%, nel settore delle somministrazioni in ambito turistico- hotel, Resort e villaggi, crocieristico- il consumo segna una crescita a 2 cifre!”.

Finzi
Lo ha dichiarato il sociologo dei consumi prof. Enrico Finzi presidente AstraRicerche intervenendo stamani alla conferenza stampa di AIFBM, l'associazione di categoria che rappresenta i Food & Beverage manager italiani, vale a dire tutti coloro che  negli alberghi, nelle catene della ristorazione gestiscono la divisione F&B a 360 gradi. 

All'evento sono stati presentati i dati ad oggi della ricerca working progress condotta annualmente dall'associazione; ulteriori dati saranno presentati nella  fase più avanzata dello scouting al convegno nazionale dal 22 al 24 novembre al Saint-Vincent Resort & Casino. “

“Si tratta di numeri indicativi di un fenomeno e non certo esaustivi della realtà – spiega uno dei  soci fondatori di AIFBM, Roberto Santarelli-, d'altra parte a studiare il fenomeno, al momento è solo l'associazione che nel 2014 ha avviato un osservatorio permanente allo scopo di far conoscere e tutelare il ruolo strategico del food&beverage manager per lo sviluppo della produzione, dei consumi e del turismo di qualità nel nostro Paese.” 

Un ruolo che come Finzi ha sottolineato è effettivamente significativo.
Santarelli
“In Italia vi sono 5.747 alberghi a 4 e 5 stelle (fonte Federalberghi) e il giro di affari per gli acquisti nel Food &Beverage - ha illustrato Santarelli- è di circa 2 miliardi di euro. Questo  risulta da una proiezione rispetto agli acquisti del campione monitorato da AIFBM: 10 milioni di somministrazioni effettuate nel 2014 in oltre 100 hotel, Resort e villaggi turistici per le quali gli acquisti di food, bevereage e stoviglie sono stati pari a  33 milioni di euro. Nel dettaglio: breakfast (45% delle somministrazioni), lunch (11%), banchettistica (21%), room service (7%), dinner (16%).
Per quanto riguarda il beverage, dopo l'acqua (5 milioni di litri) sono in testa vini&spumanti (1,3) e ultimo è il caffè (0,3). Nel food, va alla grande la frutta (3mila tonnellate), ma anche il pesce e i prodotti per panificazione (700 tonnellate circa). 
Curiosi certi numeri come il consumo delle brioche che ad esempio in sole 4 strutture supera i 150.000 pezzi l'anno. E sono 100 milioni le somministrazioni all'anno solo nel settore crocieristico.”

“Secondo il nostro trekking study  dei consumi nazionali in generale che stiamo portando avanti con il mio istituto 11 mesi l'anno- ha detto Finzi-, la crisi è ancora significativa, il 66% degli adulti italiani dichiara  che il proprio tenore vita è negativo ma non più drammatico come 2 anni fa.  E da qui all'agosto 2016 sembra farsi strada una certa fiducia, sentimento importante per la ripresa dei consumi, anche se il 54% della popolazione continua ad essere pessimista, ma questa percentuale negli ultimi 4 anni è diminuita. 
In tale scenario, il mercato rappresentato da AIFBM dimostra di essere uscito prima dalla crisi e questo per 3 motivi. Il settore ha guadagnato terreno perché si rivolge a un target più elevato, perché rappresenta il turismo di qualità (nel 2015 il turismo in genere segna un incremento del 16%, un andamento eccellente) e infine perché in questi anni il turismo ha visto crescere la professionalizzazione, specie nella hotellerie, con investimenti importanti nella qualità globale,  delle strutture, della formazione, dei servizi.
I dati AIFBM dimostrano fondamentali elementi di forza del segmento del food&beverage management. Si dice che il cibo è cultura e comunicazione, ebbene essa è efficace se il messaggio è di qualità, se l'emissario è autorevole e se il contesto è di pregio. Una bibita servita al baretto posticcio sulla spiaggia comunica il suo brand ben diversamente che sulla terrazza panoramica di un 5 stelle.
Le imprese dovrebbero riflettere sul fatto che i food & beverage manager muovono grandi numeri in contesti di grande valore comunicativo e che il trend è in costante espansione. Inoltre, c'è un altro fattore: la clientela degli alberghi sta cambiando e cresce quella locale attirata proprio dall'offerta food&beverage. E al contempo, anche il viaggiatore seleziona la struttura anche sulla qualità del food&beverage.
E il food&beverage manager spesso con questo servizio fa quadrare i bilanci perfono dell'albergo. Questo professionista insomma non è solo una macchina per vendere ma anche per comunicare, un vero e proprio medium”.


Pira
Il presidente AIFBM  Severino Dellea, manager del Saint-Vincent Resort&Casino, con il vicepresidente Sebastiano Pira, in forza allo Sheraton Diana Majestic di Milano, hanno sottolineato come non esiste ancora un percorso formativo preciso per la loro professione, caratterizzata da complessità e interdisciplinarietà. 

Ha spiegato Pira: “L’F&B manager infatti propone ed esegue il budget di intesa con la direzione generale e il responsabile marketing, definendo gli obiettivi specifici della divisione F&B e operando nella scelta di strategie e metodiche per il raggiungimento del target. Definisce, inoltre, il livello qualitativo e quantitativo degli approvvigionamenti, delle somministrazioni e delle attrezzature e, al fianco dell’executive chef e del sommelier, fissa gli standard delle ricette e del servizio enogastronomico. Occorre molta determinazione per essere capaci di coinvolgere tutto il team adeguatamente agli obiettivi”.

Dellea
“Le strutture di un certo livello oggi hanno bisogno di un food & beverage manager e quindi le occasioni di lavoro sono migliaia.  - ha detto Dellea- E' un lavoro duro, il nostro, che richiede di essere operativi anche 15, 16 ore al giorno, ma dà grandi soddisfazioni anche economiche. La formazione non è lineare, per questo vorremmo un Ordine. Attualmente consigliamo scuole alberghiere come quella di Losanna o la Cornell University in USA. Ottima la scuola di cucina ALMA dove AIFBM tiene corsi di food&beverage. Alcuni manager hanno iniziato come sommelier. Ma poi si impara sul campo, con stage in Italia e all'estero, perché occorre certamente parlare due lingue straniere. Quindi le barriere all'ingresso sono basse. Infatti, vediamo molti giovani pieni di entusiasmo affacciarsi alla professione, un altro segnale da un'Italia che nonostante tutto funziona!”.


AIFBM è l'associazione nazionale che riunisce i manager del settore hotellerie, indipendente e a catena, nonché della ristorazione commerciale e strutturata, ai quali , nelle organizzazioni, vengono affidati l’analisi, il controllo, la responsabilità e, più in generale, la gestione della divisione food & beverage.

Costituito nel 2012, l'ente ha lo scopo di delineare, supportare e far conoscere  questa categoria emergente nell’economia del turismo e della ricettività italiana.

Presidente di AIFBM è Severino Dellea, dal 2010 direttore della divisione F&B del Saint Vincent Resort e Casinò. «Tra i miei obiettivi primari - dichiara - c’è la diffusione della consapevolezza rispetto all’importanza della figura professionale del F&B Manager all’interno delle strutture nelle quali opera». 

In un panorama di oltre 5.500 alberghi 4 e 5 stelle (dato Federalberghi), tra quelli più vocati alla migliore offerta qualitativa, si registra un costante aumento della presenza del food & beverage manager. Nell'' organigramma spesso egli si posiziona al fianco del room division manager o  ricopre funzioni di vice-direzione.

L’F&B manager infatti propone ed esegue il budget di intesa con la direzione generale e il responsabile marketing, definendo gli obiettivi specifici della divisione F&B e operando nella scelta di strategie e metodiche per il raggiungimento del target. Definisce, inoltre, il livello qualitativo e quantitativo degli approvvigionamenti, delle somministrazioni e delle attrezzature e, al fianco dell’executive chef e del sommelier, fissa gli standard delle ricette e del servizio enogastronomico.

Per quanto riguarda il business mosso dagli F&B manager italiani, l’Osservatorio AIFBM - il centro studi creato con lo scopo di aggregare i dati di acquisto e di consumo delle strutture - ha stimato, in seguito a una prima ricerca effettuata nel 2014 sul 2013, un giro di affari complessivo del settore di circa 3 miliardi di euro. 33 milioni solo gli acquisti delle 101 strutture dell'hotellerie affiliate al networkprese a campione dall'Osservatorio.

L’Associazione opera dunque per il riconoscimento dell'identità del reale ruolo manageriale del responsabile del reparto F&B, che ha molto da dire sia in termini di volumi di acquisti sia in termini di know how commerciale, dei consumi, finanziario e marketing.

Per tutti gli F&B Manager italiani e per tutti coloro che si vogliono affacciare alla professione, AIFBM vuole essere un punto di riferimento per la valorizzazione professionale, organizzando anche momenti di formazione, favorendo il networking e la visibilità e producendo informazione specialistica in particolare grazie  all'organo ufficiale di stampa Locali Top.

Nel 2014, proprio con lo scopo di favorire uno scambio di esperienze e skill professionali a livello internazionale, AIFBM ha dato vita a due partenariati con l’associazione svizzera e con quella tedesca.

Nel 2016, all'interno del “cantiere” AIFBM, prenderà corpo il progetto di far nascere un albo capace di indirizzare verso professionisti di sicuro affidamento e prestigio, sulla scorta della nuova norma in materia di professioni non riconosciute.

Grazie al rapporto storico del periodico Locali Top con le migliori aziende di settore, AIFBM inoltre vuole e può diventare la piattaforma  di collegamento tra le imprese di produzione e fornitura e gli F&B Manager, in modo da creare un link virtuoso e un canale di comunicazione diretto ed efficace tra offerta e domanda.
AIFBM  ha sede a Milano in via Oldofredi 41
tel. +39 02 6691692- segreteria@aifbm.com.  www.aifbm.com

Per la prima volta in diretta online un evento di portata mondiale: la Grande Migrazione degli gnu dal Masai Mara in Kenya

Filmato realizzato da HerdTracker in partnership con Make It Kenya - #MaraLive


Masai Mara, Kenya, 29 settembre 2015 - Per la prima volta live online dal Masai Mara in Kenya la grande migrazione degli gnu. Attraverso l'App Periscope (https://www.periscope.tv) e dal canale YouTube sarà possibile vivere live per un'intera settimana sui cellulari, sui tablet o sui computer le emozioni del safari e della settima meraviglia del mondo. 

La migrazione degli gnu è l'evento più straordinario in Kenya e nell'ecosistema Mara e una delle più esclusive esperienze del pianeta. Le riprese live offriranno la possibilità di avere un assaggio della sua spettacolarità e di vivere il lusso di un'avventura nella riserva faunistica Mara.

Un viaggio di una settimana, trasmesso da HerdTracker, in partnership con www.MakeitKenya.com, per provare fino in fondo la magia del safari, con due passaggi giornalieri nelle ore diurne e serali, assistendo al fenomeno di guadare i fiumi, scoprire la fauna delle grandi pianure del Kenya e saperne di più sulla vita nel Masai Mara. 

Per partecipare alla diretta, che avrà una durata di 10/20 minuti due volte al giorno, è necessario registrarsi al sito www.discoverafrica.com/herdtrackerlive con il proprio indirizzo e-mail, per ricevere la notifica delle trasmissioni live, che saranno ospitate anche su www.periscope.tv/herdtracker. 

Anche dai canali social Facebook e Twitter (@herdtracker e @makeitkenya) sarà possibile ricevere l'alert delle trasmissioni. 

Padroni di casa Varel Verhoef e Andre Van Kets di www.Discoverafrica.com, che hanno partecipato anche alla realizzazione dell'app Herdtracker migration. Grazie a questa applicazione è possibile seguire la migrazione in tempo reale su Google Map, scoprendo i periodi migliori per vedere la grande migrazione.

Da dodici anni Carel guida i safari nell'Africa Orientale e ogni giorno "confeziona" safari su misura, sulla base di quello che il turista spera e si aspetta di vedere, offrendo anche  l'esperienza in-lodge.

Le riprese sono state possibili grazie a due safari lodge nella Mara Reserve e nel Mara Triangle: Governor's Camp della Governor's Camp Collection e andBeyond Kichwa Tembo Tented Camp.

Si potrà vedere anche un'anteprima in ogni campo delle interviste con i responsabili lodge, guide, chef, ambientalisti e fotografi naturalisti, che offrono una visione unica della vita nel Masai Mara.

Gli ospiti ogni sera potranno unirsi al team per rivivere, attraverso foto, video e chat, la loro esperienza, insieme a un ospite 'speciale'. Durante la settimana, sarà possibile sorvolare le pianure Mara con una mongolfiera, che regala un'ultima emozionante fotografia del safari. 

Sul sito www.discoverafrica.com/herdtrackerlive sono disponibili le avventure di viaggio di Stuart Butler, autore della guida Lonely Planet sul Kenya, che ha attraversato il Paese unito ai Maasai.

Per avere maggiori informazioni sulle diverse opportunità e offerte di viaggi in Kenya, visitare il sito www.makeitkenya.com o www.magicalkenya.com; per prenotare il proprio safari consultare il sito: www.discoverafrica.com/location/kenya

Per ulteriori informazioni e approfondimenti visitare anche i siti :
www.magicalKenya.com
www.discoverafrica.com/herdtracker
www.andbeyond.com/kichwa-tembo-tented-camp
www.governorscamp.com

Campionato mondiale delle barbe in Austria a ottobre

Saalfelden Leogang
CAMPIONATO MONDIALE DELLE BARBE

(c) Saalfelden Leogang Touristik (2)Le barbe più belle si danno appuntamento in Austria dal 2 al 4 ottobre 2015, a Saalfelden Leogang per il Campionato Mondiale delle barbe. 

La barba è il trend del momento, una moda attuale che però nelle località alpine rispecchia una tradizione antica che arriva dalla notte dei tempi. 

“Non c’era luogo più adatto per organizzare il Campionato mondiale delle barbe” spiegano gli organizzatori “il cuore delle montagne d’Europa, il Salisburghese, è la patria della barba, il luogo naturale dove far confluire tutti coloro che portano la barba e la curano, non solo secondo le moderne tendenze ma anche secondo le antiche e prestigiose regole della tradizione”. In autunno dunque la cittadina di Leogang diventa la capitale di tutti gli amanti della barba. 

Nel 2005 si tennero le Olimpiadi della Barba. Nel 2010 si pensò, sempre in Austria, di organizzare un Campionato a livello europeo: ma considerata che la tradizione della barba affonda le sue radici, oltre che nei Paesi Alpini anche in Paesi lontani e ben al di fuori dei confini dell’Europa, si è deciso di organizzare un campionato mondiale. 

L’appuntamento di quest’anno attende quindi 350 partecipanti da tutto il mondo, divisi in 18 categorie, a seconda della lunghezza e dello stile della propria barba. La giuria terrà conto dell’originalità, del taglio, della cura, della forma e di quanto la barba eserciti un fascino magico sul viso di chi la porta: cioè una valutazione di insieme, che è proprio l’obiettivo finale anche delle tendenze del momento.

INFO E PRENOTAZIONI
Saalfelden Leogang Touristik
Tel.: 0043/6582/70660  
Fax: 0043/6582/70660-99
E-Mail: info@saalfelden-leogang.at
Internet: www.saalfelden-leogang.com

Aspria Harbour Club. L'Harbour Functional Water è la novità dell'autunno/inverno 2015!

L'allenamento funzionale di Aspria Harbour Club ha un nuovo ingrediente segreto… L'acqua!  Harbour Functional Water unisce forza, energia e capacità drenanti
 

Milano, settembre 2015 - Aspria Harbour Club inaugura la nuova stagione con una grande novità che completa l'offerta del Club e unisce il Functional Training e le proprietà benefiche dell'acqua: gli amanti del fitness saranno entusiasti di scoprire l'Harbour Functional Water!

L'H. F. W., ufficialmente presentato durante gli Open Day di settembre, è l'allenamento pensato da Aspria per l'autunno/inverno 2015: il Club milanese propone il training perfetto per le giornate in cui il freddo inizia a farsi sentire e l'allenamento outdoor non invoglia più come prima.

Il corso è capace di unire una dura preparazione come il Functional Training, concentrato di forza, coordinazione, aerobica e velocità ai benefici dell'acqua. Un elemento con specifiche capacità drenanti, di riduzione dello stress articolari e osto-tendinei, di miglioramento delle capacità ventilatorie, ma soprattutto in grado di rendere quest'attività fisica adatta a qualsiasi età e condizione fisica.

Kattleball di ogni peso, palle mediche, Vipr, Trx, Fiori, bilanceri funzionali e… acqua, trasformano in pochi secondi la fatica in vero divertimento!
Tutti i giovedì dalle 19.30 alle 20.30 presso la Piscina Interna del Club, Aspria dà appuntamento con l'allenamento funzionale più cool del momento.

Tutte le informazioni sulle differenti opportunità di Membership su www.harbourclub.it oppure allo 02 45 28 630

Aspria Harbour Club, aperto nel 1993, si estende su  7 ettari di Parco e si trova nell'esclusiva zona di San Siro, non lontano dallo stadio conosciuto in tutto il mondo. Il club, dal design sofisticato, è uno dei migliori al mondo e unisce stile di vita e business, eventi e cultura, salute e benessere, oltre allo sport. Oltre all'Oasi Spa e al ristorante Aspria propone una vasta scelta di attività sportive interne ed esterne con attrezzature all'avanguardia, una piscina olimpionica scoperta immersa nel parco, terrazze dove prendere il sole o rilassarsi, una piscina coperta da 25 metri,  20 campi da tennis di cui 14 coperti nel periodo invernale, un Mini Club  per bambini, un campo-pratica per il golf oltre a sale riunioni e alla Club House per i soci.

Profilo di ASPRIA Harbour Club
Nel 2009 l'Harbour Club è entrato a far parte dell'Aspria Collection che, con i suoi club, Spa e hotel, è oggi al servizio di oltre 35.000 soci, esclusi i visitatori giornalieri e gli ospiti pernottanti. Aspria vanta numerosi riconoscimenti in qualità di operatore dei club sportivi privati e per famiglie più esclusivi d'Europa, nonché di centri Spa e hotel in Belgio e Germania. Aspria Milano è stato nominato Club n°1 in Europa per l'anno 2011 dall'Associazione Europea dei consumatori, seguendo le orme di Aspria Avenue Louise premiato con lo stesso riconoscimento l'anno precedente. Aspria è un gruppo prestigioso e pluripremiato che riunisce i migliori club privati di sport, di benessere e per la famiglia, hotel e centri Spa in tutta Europa. L'ampia "collezione" si estende tra Bruxelles, Berlino, Amburgo e Hannover fino, appunto, a Milano; è caratterizzata da un'offerta di grande qualità, con servizi personalizzati per rispondere alle esigenze di ciascun socio. Tra il 2001 e il 2012 Aspria è cresciuta passando da un club (l'apertura del club Aspria di Bruxelles risale a giugno 2001) a otto (Aspria Uhlenhorst ad Amburgo è stato inaugurato a Marzo 2012), incorporando, inoltre, l'offerta alberghiera ad Amburgo,  Hannover, Berlino e ad Aspria Royal La Rasante a Bruxelles. Fondata da Peter Beckwith e Brian Morris nel marzo 2000, è attualmente proprietà di quattro azionisti: Apollo (New York), Peter Beckwith, Brian Morris e i soci del Senior Management Team. Tutti gli azionisti vantano un'approfondita conoscenza del mercato immobiliare in Europa.

Ottobre: a La Francesca Resort di Bonassola (SP) si saluta la stagione estiva con un tuffo



La Festa della Madonna del Rosario chiude tradizionalmente
la stagione, e La Francesca Resort invita a celebrarla
con un weekend da intenditori. Con l'angolo dell'autore
Sono fuochi d'artificio sul mare ma rappresentano molto di più. E' insieme ringraziamento e speranza per il futuro, memoria storica di un mondo affacciato su un mare, a volte generoso a volte minaccioso, che affascina chiunque vi posi lo sguardo.

Un appuntamento che ogni anno si arricchisce ma rimane fedele a se stesso per intensità, per tradizione che va al di là dello spettacolo e della festa. Il primo fine settimana di ottobre si celebra a Bonassola (SP) la festa della Madonna del Rosario, ricorrenza molto sentita nel borgo marinaro, che ancora oggi mette in primo piano le radici familiari e territoriali.  

Da venerdì 2 a domenica 4 ottobre 2015 si intersecano, sull'incantevole costa adiacente al Parco Naturale delle Cinque Terre, manifestazioni religiose e mercatini, che hanno il loro culmine nella processione verso il mare, con la posa dei lumini e lo spettacolo pirotecnico.  

La Francesca Resort propone quindi un weekend speciale, per salutare come si deve la stagione estiva, approfittando di giornate spettacolari e di un luogo che l'estate sembra proprio non volere abbandonare mai.. Idealmente, coincidendo con la ripresa delle scuole e l'accorciarsi delle giornate, il primo fine settimana di ottobre rappresentava la conclusione della stagione balneare, ma complice il microclima straordinario delle Cinque Terre qui ci si può senz'altro concedere uno splendido weekend marittimo!!

E a La Francesca sabato sera, alle 18, ecco anche l'incontro con l'autore Daniele Biacchessi, che presenta agli ospiti il suo libro Fausto e Iaio, appena uscito nelle librerie italiane. Il prezzo per due notti di soggiorno, con trattamento di mezza pensione, parte da 260 euro per due persone.
Per informazioni:
La Francesca Resort
Bonassola (La Spezia)
Tel. 0187.813911
Ufficio Centrale: via San Marco 24 - 20121 Milano
Tel. 02.6575639 Fax 02.6599301
www.villaggilafrancesca.it
infofran@villaggilafrancesca.it

TT&A: vola con Austrian Airlines e risparmia sull’autonoleggio

Pronto per la tua prossima vacanza o viaggio di lavoro? Muoversi a Vienna o andare alla scoperta di tante altre destinazioni servite da Austrian Airlines è ancora più semplice ed economico.

Il vettore membro di Star Alliance si prende cura dei propri passeggeri, offrendo un nuovo servizio in partnership con CarTrawler, la più grande piattaforma di prenotazione online al mondo per le auto a noleggio.

Ti basterà andare su www.austrian.com per acquistare il volo e, in aggiunta, cercare direttamente l'offerta di auto che preferisci, confrontando le proposte di varie società proposte da CarTrawler
. Una volta atterrato potrai così metterti subito al volante, senza perdere tempo, e anche il prezzo ti stupirà!


Grazie a questa nuova collaborazione i clienti myAustrian possono comodamente noleggiare dall'utilitaria fino alle limousine di lusso. E se si decide di modificare o cancellare la prenotazione fino a 24 ore prima del ritiro del veicolo, non verrà addebitato alcun costo.

"I servizi ancillari sono un driver molto importante e siamo lieti che CarTrawler sia nostro partner per sfruttare appieno questa opportunità commerciale, in aggiunta a tanti altri servizi che già offriamo ai nostri clienti" ha dichiarato Glauco Grossi, Country Manager Italy & Malta di Austrian Airlines.

Austrian Airlines offre un network globale di 130 destinazioni. In Europa centrale e orientale, il network si presenta particolarmente denso: con 40 destinazioni, Austrian Airlines è leader di mercato in tutta la regione. Grazie alla sua favorevole posizione geografica nel cuore dell'Europa, il Vienna International Airport, hub della compagnia, è la porta d'ingresso ideale tra Oriente e Occidente. Con l'orario estivo 2015, Austrian Airlines offre 89 collegamenti settimanali dall'Italia in partenza dagli scali di Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Lamezia Terme, Milano Malpensa, Roma, Napoli, Olbia, Palermo e Venezia verso l'hub di Vienna. Il 78% dei passeggeri in partenza dagli scali italiani prosegue per altre destinazioni usufruendo della rete globale di collegamenti. Austrian Airlines fa parte del Gruppo Lufthansa, il più grande gruppo di compagnie aeree d'Europa, e un membro di Star Alliance, la prima alleanza globale di compagnie aeree internazionali.

lunedì 28 settembre 2015

Autunno nell'Oasi Zegna. Tante iniziative per la famiglia tra arte, natura e sapori di stagione

AUTUNNO NELL'OASI ZEGNA: NATURA E RELAX A UN'ORA DA MILANO E TORINO


L'Oasi Zegna è un'ampia area protetta tra la cerchia alpina e la pianura Padana, in provincia di Biella, luogo ideale di riscoperta della natura, a poco più di un'ora da Milano e Torino.

Anche d'autunno, momento dell'anno ideale per passeggiate nel bosco, ammirando i fantastici colori del foliage, l'Oasi Zegna propone un ricco calendario di eventi e attività per adulti e bambini, alla scoperta del territorio e delle tradizioni locali. Godendo del foliage autunnale, si assaporano meglio funghi e castagne nelle ricette tipiche presso i punti ristoro dislocati sul territorio. Non mancano inoltre le iniziative speciali legate alla cultura e all'arte.

Natura

Sabato 3 e domenica 4 ottobre                            
TREKKING FOTOGRAFICO

A Bielmonte un intero weekend dedicato alla fotografia naturalistica, di giorno e alla sera. Sabato sera, escursione serale per immortalare la montagna di notte illuminata dalla luna e domenica mattina, quando si possono ammirare i colori vivi dell'autunno. Info: Rifugio Monte Marca tel. 335.8235534.

ALL'INIZIATIVA E' ABBINATA UNA SPECIALE PROPOSTA DI SOGGIORNO. Info: www.oasizegna.com


Sabato 17 ottobre                                                 
FOLIAGE NELLA NATURA

Con partenza dal Bocchetto Sessera, una speciale passeggiata nel Bosco del Sorriso, il percorso bioenergetico dell'Oasi Zegna, per ammirare i paesaggi montani resi ancor più suggestivi dai colori autunnali in compagnia di una guida naturalistica. In abbinamento anche una speciale proposta di soggiorno. Info: Locanda Bocchetto Sessera
Tel. 015 744115.


Tutti i weekend di ottobre                                     
NATURA E BENESSERE

Per tutto il mese di ottobre l'Albergo Bucaneve di Bielmonte propone weekend da dedicare al relax immersi nella natura e lontani dallo stress cittadino: passeggiate nel Bosco del Sorriso, il percorso bioenergetico dell'Oasi Zegna, e trattamenti a base di erbe, fiori e fieno nel centro benessere del Bucaneve Wellness. Info: Albergo Bucaneve tel. 015.744184.


Arte e cultura

Sabato 3 ottobre                                                   
ALL'APERTO

Inaugurazione della settima edizione del progetto di arte contemporanea della Fondazione Zegna curato da Andrea Zegna e Barbara Casavecchia, che prevede l'installazione di un'opera pubblica permanente nel comune di Trivero. Dopo Daniel Buren, Alberto Garuttu, Stefano Arienti, Roman Signer, Marcello Maloberti e Dan Graham, a Trivero sarà installata un'opera di Liliana Moro che ha realizzato un inedito infopoint per orientarsi sul territorio. Info: www.fondazionezegna.org/allaperto


Sabato 17 ottobre                                                 
GENIUS LOCI: L'OASI ZEGNA VISTA DA GIOVANNI CACCAMO

A Trivero, a Casa Zegna, alle ore 16.00 inaugura la mostra "Genius Loci. Luoghi e identità tra Lanificio e Oasi Zegna. Fotografie di Giovanni Caccamo". In occasione delle mostra laboratorio didattico per i bambini "Costruiamo una macchina fotografica" per bambini dai 6 ai 12 anni per costruire una macchina fotografica di cartone che consente di visualizzare un'inquadratura e poter "regolare" la messa a fuoco dell'immagine. Ogni bambino avrà in omaggio la macchina fotografica costruita durante il laboratorio. Il laboratorio è gratuito con prenotazione obbligatoria.

Tutte le domeniche fino al 22 novembre dalle 14 alle 18. Info: Casa Zegna tel. 015.7591463 www.casazegna.org

#luoghieidentita

Per stimolare la riflessione e condividerne i pensieri, vi invitiamo ad una grande chiamata collettiva: postando su Instagram con l'hashtag #luoghieidentita (o inviandoci le immagini a archivio.fondazione@zegna.com) la propria visione di luoghi familiari visti con uno sguardo differente, si partecipa alla composizione di un grande muro di immagini che prenderà forma all'inaugurazione della mostra di Casa Zegna e che sarà in trasformazione fino al giorno di chiusura, per poi diventare digitale e pubblico sulla rete.


Sapori e tradizioni locali

Venerdì 16 ottobre                                               
VERTICALE DI NEBBIOLO
A Bielmonte, presso l'Albergo Bucaneve, speciale degustazione di vino Nebbiolo, tipico del Piemonte, con un menù stagionale a base di funghi e dolci con barolo chinato e rhum. Info: Albergo Ristorante Bucaneve tel. 015.744184


Domenica 18 ottobre                                            
FESTA DI CASTAGNEA E DELLE SUE CASTAGNE

A Castagnea, nella frazione di Portula, mercatino e degustazioni. Ore 10.45: passeggiata guidata alla scoperta del bosco, ideale per adulti e bambini. L'iniziativa è organizzata nell'ambito dell'annuale manifestazione "Foliage, colori d'autunno nel Biellese" delle Aree Protette e Naturalistiche del Biellese, organizzata dall'Oasi WWF del Giardino Botanico di Oropa. Info: Agriturismo Oro di Berta tel. 015.756501


Domenica 25 ottobre
L'AUTUNNO ALLA BRUGHIERA

A Trivero, ritrovo alla Brughiera, per una speciale passeggiata alla ricerca di castagne. Pranzo d'autunno con ingredienti stagionali proposto dal Ristorante Castagneto. A seguire, un pomeriggio con racconti per le famiglie: "Quando i lupi mangiavano i bambini", il lupo nel Biellese dalla leggenda alla storia. Alle 15.30, conferenza di Sergio Marucchi seguita da una degustazione di caldarroste, cioccolata calda e vin brulé.  Info: Ristorante Castagneto tel. 015.7158175

Punto INFORMAZIONI Bielmonte

Chalet Bielmonte - tel. 015.744126
informazionibielmonte@gmail.com

Punto INFORMAZIONI Trivero

Si trova al Centro Zegna ed è aperto tutte le mattine dalle 9.00 alle 12.00.
Gestito dai volontari della Proloco di Trivero. Tel. 015.756129
info@prolocotrivero.it

Vi invitiamo a verificare sempre eventi e date telefonando ai numeri di riferimento o al Centro Informazione di Bielmonte tel. 015.744126 oppure consultando il sito www.oasizegna.com o inviando una mail a info@oasizegna.com                


Scopri tutti gli aggiornamenti, i dettagli  la situazione delle strade e delle piste online su www.oasizegna.com.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI