Cerca nel blog

martedì 19 maggio 2015

A piedi, di corsa, sui pedali: estate soft mobility nella Perla di Valdidentro



 
Estate soft mobility nella Perla di Valdidentro
Nel cuore della Valtellina, tra Bormio e la zona extradoganale di Livigno, a pochi km della Svizzera, la Valdidentro si prepara ad un'estate 2015 all'insegna dello sport per tutti, tra gli stupendi paesaggi naturali delle montagne lombarde. Due i grandi eventi estivi in programma, dedicati a tutti gli amanti dello sport in alta quota, siano essi professionisti o semplici amatori, come nello spirito e nella filosofia di Alpine Pearls.

Sky Race Alta Valtellina
La gara di corsa in montagna Sky Race Alta Valtellina (14 giugno) attraversa i paesaggi fiabeschi della Val Viola ai piedi del ghiacciaio perenne della Cima Piazzi. Il percorso agonistico si sviluppa su 20 km con un dislivello inferiore ai 1000 m. Per i meno allenati, la Camminata non competitiva, con un percorso di poco meno di 6 km, segue le tracce della gara di corsa con una colazione tipica al Ristoro di Sattarona. I più piccoli potranno cimentarsi nella Mini Skyrace, su percorsi che vanno dai 200 metri (per i "pannolini volanti"... nati dopo il 2012) ai 1600 metri per la categoria cadetti. 

Alta Valtellina Bike Marathon e "Bike Adventure"
Un weekend tutto da pedalare invece dal 24 al 26 luglio, con la rinnovatissima Alta Valtellina Bike Marathon, seconda tappa dell'Alpine Pearls MTB Cup, il circuito che riunisce quattro tra le più belle MTB Marathon delle Alpi per celebrare la montagna e lo sport nel segno di una mobilità sostenibile e rispettosa dell'ambiente. Duecento km di grande mountain bike in soli tre giorni, in uno dei paesaggi più suggestivi delle Alpi nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio, disegnati per esaltare quanto più di spettacolare un biker possa trovare nel comprensorio dell'Alta Valtellina, dai laghi di Cancano e Livigno alle Valli Vezzola e Viola, al Passo San Colombano. 

Il 24 e 25 luglio le due tappe escursionistiche "bike adventure": due spettacolari percorsi tutti da gustare, entrambi ispirati e dedicati alla commemorazione del centenario della Prima Guerra Mondiale, dove l'Alta Valtellina è stata una zona di strategica importanza.

Venerdì 24 luglio andrà in scena la 1a tappa "Sulle tracce della Grande Guerra": 36 km e 1800 metri di dislivello nel cuore del gruppo Ortler-Cevedale, fra gli epici sentieri che dalla Valdidentro portano a Santa Caterina Valfurva. Sabato 25 luglio la seconda tappa "Sul fronte del forte militare Venini di Oga": 23 km e 1150 metri di dislivello in un itinerario tutto da scoprire fra boschi e tipiche baite di montagna, fra la Valdidentro e la Valdisotto.

Domenica 26 luglio è la volta della regina di questa tre giorni sui pedali: l'Alta Valtellina Bike, un'impresa lunga 86 km e 3090 m di dislivello per chi sceglie il percorso Marathon e 52 km e 1860 m di dislivello per il percorso Classic: un tracciato d'ineguagliabile bellezza attraverso 8 laghi alpini, 4 passi, 12 valli e 5 alpeggi sul territorio di Valdidentro, Livigno e Valdisotto.
Mobilità dolce per tutti
La Valdidentro è un vero e proprio Eldorado per gli escursionisti, con percorsi adatti a tutti i gradi di preparazione. Attraverso vallate ricche di profumi e colori, fitti boschi, creste vertiginose e altipiani incontaminati corrono sentieri attrezzati e ben segnalati che portano alle vette circostanti o a ristori e rifugi dove gustare l'ottima cucina della valle, dalla bresaola ai pizzoccheri, passando per gli sciatt, le croccanti frittelle di grano saraceno con un cuore di formaggio.

Nel rispetto dei principi della mobilità dolce Alpine Pearls, anche quest'estate la strada perimetrale dei bacini artificiali di San Giacomo e Cancano è chiusa al traffico veicolare ed è percorribile solamente a piedi, in bicicletta oppure con i bus navetta. Nella Valle di Fraele, a pochi chilometri dal centro abitato, i laghi di Cancano I (o San Giacomo) e Cancano II riflettono le vette circostanti come due enormi specchi rivolti verso il cielo. 

I due invasi artificiali, realizzati a oltre 1900 m di quota tra il 1940 e il 1956, raccolgono le acque del fiume Adda che nasce dal vicino Monte Ferro e la incanalano verso la sottostante centrale di Premadio, che da oltre mezzo secolo produce energia pulita. Durante i mesi caldi la Valle di Fraele richiama numerosi turisti ed escursionisti, sedotti dalla bellezza del luogo e dalla maestosità delle dighe. Un comodo percorso pedonale pianeggiante abbraccia l'intera estensione dei due laghi, per circa 20 km. 

Senza auto? Non è un problema!
Soggiornare a Valdidentro significa anche muoversi senza usare l'automobile e spostarsi all'interno della località e del comprensorio dell'Alta Valtellina utilizzando i mezzi pubblici. Sono circa 40 gli autobus in circolazione da Bormio, che garantiscono collegamenti ottimali con tutte le località dell'Alta Valtellina. La Valdidentro è anche bike-friendly, con infinite possibilità di escursionismo a due ruote e una pista ciclabile di oltre 10 km che attraversa l'intera località, unendo le frazioni.

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI