Cerca nel blog

lunedì 29 febbraio 2016

Sotto le stelle nel Northern Territory, Australia

I luoghi più belli e le migliori esperienze per ammirare il cielo australe  

Milano, 29 febbraio 2016Nel Northern Territory il cielo notturno è molto più di una scura tela illuminata di stelle. Per la popolazione aborigena il cielo stellato è stato e continua a essere un libro di storie, leggende e insegnamenti. 

Qui nel cuore dell'Australia più autentica, e anche più vicina all'Europa - Darwin la capitale tropicale del Territorio si trova a 4 ore di volo da Singapore - è possibile dormire sotto le stelle, ammirarle con esperte guide astronome e soggiornare in perfetto Outback style.

Il "nascondiglio" nel KakaduNel Parco Nazionale del Kakadu, una vastissima area verde che si sviluppa su una superficie di quasi 20.000 m2, l'eco-luxury lodge Bamurru Plains ha lanciato per tutti i suoi ospiti una nuova esperienza: The Hide

Si tratta di una sorta di camera a cinque stelle situata su una torretta di avvistamento, nella quale è possibile trascorrere una notte osservando le stelle e circondati dai suoni della natura. 

Con tariffe da €125 per persona (massimo 2), The Hide include safari notturno privato in 4x4 o con l'airboat ed è proposta in abbinamento al pacchetto di 3 notti Ultimate Wilderness Experience con tariffe da circa €630 per persona per notte all inclusive.

Camping e canoa nel NitmilukCon Under the Stars Overnight Hire i più sportivi potranno invece pagaiare tra le Katherine Gorges, le tredici spettacolari gole scavate dal fiume Katherine nel Parco Nazionale di Nitmiluk, e campeggiare tra la quinta e la settima gola. 

Un ottimo modo per godersi il paesaggio, ammirare le pitture rupestri e dormire sotto le stelle. 

Le canoe possono essere noleggiate a un costo di circa €50 per la doppia, mentre il permesso per il camping è da richiedere al Park & Wildlife Centre.  

Stelle e Swag nel Red CentreGrazie al basso livello di umidità che ne caratterizza il clima, il Red Centre è uno dei luoghi migliori in cui restare incantati dallo spettacolo del cielo notturno australe. 

Qui, nel cuore dell'Outback a pochi chilometri da Alice Springs si trova l'Earth Sanctuary un centro educativo che propone attività legate all'astronomia, alla cultura e alla salvaguardia dell'ambiente. 

Attraverso l'Astronomy Tour, gli ospiti, sdraiati in swag (saccopelo in slang australiano) saranno guidati da un esperto astronomo nell'esplorazione del cielo individuando costellazioni e stelle visibili solamente down under, come la Croce del Sud. 

Questa esperienza parte da circa €23 per gli adulti e €16 per i bambini sotto i 12 anni.

Tour con l'astronomoNel Parco Nazionale di Uluru/Kata Tjuta è possibile invece partecipare al Family Astro Tour prenotabile da tutti gli ospiti di Ayers Rock Resort

Questa attività, perfetta per le famiglie, ha inizio subito dopo il tramonto e si compone di tre parti: passato per apprendere come le culture antiche utilizzarono il cielo notturno per orientarsi e per le stagioni; presente per ammirare le costellazioni con i più moderni strumenti come telescopi, iPad; e infine futuro per una riflessione sull'astronomia e sui misteri del firmamento. 

Questo viaggio tra le meraviglie del cielo in compagnia di un astronomo ha tariffe da circa €27 per gli adulti, gratuito per ragazzi sotto i 15 anni.

  -


--
www.CorrieredelWeb.it

La Francesca Resort di Bonassola (SP) propone la "passeggiata montaliana" all'interno del suo grande parco privato

Poesia in cammino, sui luoghi cari a Montale 

La Francesca Resort di Bonassola (SP) propone
la "passeggiata montaliana" all'interno del suo grande parco privato affacciato sul mare delle Cinque Terre

Sono itinerari tra natura e poesia, passeggiate che assumono il sapore della memoria, lasciando correre lo sguardo sul mare delle Cinque Terre. 

Tra letteratura e romanticismo La Francesca Resort di Bonassola (SP) propone la passeggiata montaliana, anche all'interno del suo grande parco privato, che si estende per 15 ettari sul tratto di mare tra Levanto e Bonassola. 

L'idea nasce dalla collaborazione tra il proprietario de La Francesca Marco De Poli, grande ammiratore di Eugenio Montale, e il naturalista Carlo Torricelli, che già propone itinerari guidati nella vicina Monterosso del poeta. Il percorso interno a La Francesca si snoda seguendo l'ispirazione del premio Nobel, accarezzando scorci e intervallando riferimenti all'opera dell'artista. 

Attento alla natura e innamorato della sua terra, Montale fa riferimento a questi luoghi in tantissime sue poesie, e passeggiando tra i viottoli e tra gli alberi de La Francesca Resort Torricelli guida gli ospiti a poter vedere con gli occhi di Montale ciò che ha ispirato alcuni dei versi più belli che siano mai stati scritti. 

Proprio da La Francesca Resort si possono infatti ammirare, in piena intimità, vedute come la Punta del Mesco, citata nelle opere, e tutto il panorama è assolutamente "montaliano". Nelle pause vengono letti anche alcuni versi, mentre Torricelli illustrare l'agrifauna spesso al centro delle liriche montaliane: l'agave, i limoni, la ginestra, il leccio, ma anche l'upupa e il passero solitario. Un'idea in più per trascorrere un periodo di vacanza in un luogo riservato e romantico, capace di regalare emozioni uniche come La Francesca Resort. 

Le passeggiate sono organizzate su richiesta al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti, e il soggiorno di tre notti a La Francesca Resort è proposto a partire da 300 euro per due persone.

Per informazioni:
La Francesca Resort
Bonassola (La Spezia)
Tel. 0187.813911
Ufficio Centrale: via San Marco 24 - 20121 Milano
Tel. 02.6575639  Fax 02.6599301
www.villaggilafrancesca.it
infofran@villaggilafrancesca.it


--
www.CorrieredelWeb.it

ARRIVA IL SITO DEL TURISMO CULTURALE NELL’ARTIGIANATO ITALIANO E TRENTINO

PRENOTA LA TUA ESPERIENZA, VISITA I LABORATORI E SCOPRI I SEGRETI DELLA MANIFATTURA. UNA START-UP TRENTINA CRESCE CON UN'IDEA DI TURISMO UNICA


Vuoi andare a conoscere gli artigiani italiani d'eccellenza nei loro laboratori? Ti piacerebbe vivere una giornata di workshop in bottega e scoprire i segreti del made in Italy?

Italian Stories, un'impresa nata dalla fucina di Progetto Manifattura, l'hub della green economy trentina, offre la possibilità di scegliere tra tante storie affascinanti e di prenotare in modo facile e sicuro tante diverse esperienze autentiche nei laboratori dei migliori artigiani in tutta Italia. È possibile anche chiedere un percorso o un'attività personalizzata, entrando direttamente in contatto con l'artigiano scelto.

Sulla piattaforma si mettono in contatto viaggiatori, specie quelli che cercano esperienze autentiche e personalizzate, con gli artigiani dei territori italiani. Il funzionamento della piattaforma è semplice. Il viaggiatore, o chi semplicemente vuole conoscere dall'interno come funziona la produzione, può prenotare l'esperienza da vivere partendo dalla scelta del territorio o della tipologia di produzione, entrando direttamente in contatto con gli artigiani che le propongono.

Dall'altra parte, gli artigiani, i designer o i produttori possono inserire autonomamente la propria proposta di esperienza: di visita, laboratorio o approfondimento.

E' possibile per tutti recensire le esperienze vissute e candidare nuove realtà artigianali da inserire in piattaforma.

Molti gli artigiani Italian Stories in Trentino, presenti sia nelle Valli che nel centro storico di Trento. Gabriele, ad esempio, si occupa della produzione delle tradizionali stufe in maiolica all'interno dell'azienda di famiglia, attiva dalla fine degli anni '80. Sempre nelle valli si sviluppa l'attività di Giorgia e Lucia, rispettivamente artigiana della porcellana e feltraia.

Altra eccellenza del territorio Trentino è rappresentata da Andrea, la cui famiglia di ramai specializzati nella realizzazione di eleganti e raffinati manufatti in metallo rosso per la cucina è attiva ormai da tre generazioni. In questo caso, oltre al laboratorio di produzione, è possibile visitare la collezione di famiglia, nonché uno dei più grandi musei del rame in Europa.

Anche il centro storico di Trento vanta un laboratorio artigianale incredibilmente affascinante, quello di Gianmaria, giovane liutaio formato in una delle migliori scuole del settore. In questo spazio, i profumi del legno arricchiscono ulteriormente un ambiente di per sé sofisticato, quasi in contrapposizione con l'immaginario comune secondo il quale il laboratorio artigianale è, il più delle volte, sinonimo di caos.

Andrea, ramaio

Gianmaria, liutaio

Lucia, feltraia e

Alberto, mugnaio

Giorgia, artigiana della porcellana

Gabriele, stufe in ceramica


«L'artigiano è il primo ambasciatore dell'identità dei luoghi dove vive e lavora"», spiega Eleonora Odorizzi, una delle fondatrici di Italian Stories. «Perché la valorizzazione dell'artigianato di qualità, attraverso la narrazione e la creazione di esperienze, promuove nuove forme di turismo consapevole, che sostienetengono la filiera produttiva locale. Perché un territorio non si visita, si vive?.

Si presenta come una strategia innovativa per la promozione territoriale. «Grazie alla rete di Storyfinder locali che permettono di avere un contatto diretto con le diverse realtà artigianali, si sta sviluppando una crescente rete di conoscenze e di esperienze che rende Italian Stories realmente unico», continua Odorizzi.

ALCUNI NUMERI
La piattaforma è stata lanciata a Gennaio 2015 e ad oggi vanta più di 300.000 visualizzazioni, numerose presenze su testate giornalistiche e televisive Italiane e estere, 100 artigiani eccellenti attivi sul sito, più di 200 esperienze disponibili da prenotare online, oltre ad un trend di vendita delle esperienze in netta crescita, con richieste e recensioni sia da parte di utenti italiani che esteri.


CHE TIPO DI ESPERIENZE POSSO FARE?
Ogni artigiano può proporre il tipo di esperienza che meglio racconta il suo modo di lavorare, più giusta per il suo laboratorio e per le sue attitudini relazionali; noi non ci limitiamo solo a suggerire alcune possibilità, ma siamo anche disponibili ad aiutare a creare e a scegliere la soluzione più adatta per ognuno.

Visite
Poter visitare insieme all'artigiano gli spazi dove lavora, farsi raccontare dalla sua voce e vedere direttamente come vengono prodotte le creazioni a mano che fanno parte del patrimonio della manifattura italiana, è un'esperienza unica e imperdibile, aperta a tutti!


Workshop
Se volete mettere alla prova le vostre capacità creative, potete partecipare alle attività proposte nei laboratori e apprendere le competenze tradizionali insegnate dagli artigiani locali di talento, arricchendo la vostra vacanza con la sperimentazione dei segreti secolari della cultura manifatturiera.


Special
Farsi guidare alla scoperta del territorio con la chiave di lettura dell'artigiano locale, interprete e custode dei segreti della tradizione, dell'ambiente, della cultura e della manifattura della zona, è un'esperienza unica di immersione nel vero made in Italy.


TEA
Per maggiori informazioni:
mail office@italianstories.it
facebook: italianstories
twitter: italian_stories
instagram: italianstories
vimeo: italianstories



--
www.CorrieredelWeb.it

I prodotti del territorio sono protagonisti della cucina gourmet del Garberhof di Malles (BZ), che ha ideato un nuovo concetto enogastronomico


I sapori più autentici della Val Venosta sono serviti ogni giorno sulla tavola del Restaurant Pobitzer, perla gourmet del Garberhof di Malles (BZ). 

Nello spirito di far vivere agli ospiti l'identità del territorio, la cucina d'autore del titolare dell'hotel Klaus Pobitzer e dello Chef Christian Lechthaler di ispirazione altoatesina con influenze mediterranee ed internazionali, nasce dai prodotti coltivati in Val Venosta, da ingredienti freschi e a km 0. 

Come il pane Paarlbrot originario di Malles o il formaggio di malga, prodotto in un caseificio di Mazia che si trova a 1400 metri, o lo speck e il vino di un'azienda locale che produce con metodi di coltivazione biodinamica. Le eccellenze della gastronomia venostana sono dunque le protagoniste di un luogo in cui si guarda alla tradizione, alle ricette antiche tramandate dai nonni, all'ecologia. 

E nella concezione che l'ambiente deve essere come il buon cibo, il Garberhof ha dato origine ad un nuovo concetto enogastronomico, frutto di una recente ristrutturazione. A colazione, negli spazi in legno, pietra e materiali tratti dalla natura della Val Venosta, gli ospiti scelgono le prelibatezze che preferiscono nel "Mercato del Gusto"

Diversi banchi sono disposti nella stanza come isole, sulle quali i prodotti freschi - tra marmellate e dolci fatti in casa, frutta, angolo vitale e angolo fitness con formaggi e salumi – sono suddivisi per diverse aree tematiche, proprio come se ci si trovasse in un piccolo mercato gourmet. 

Anche la sala da pranzo rispecchia il mondo naturale della Val Venosta, lasciando entrare le forme delle vette alpine e dell'Ortles, boschi e paesaggi, dalle grandi vetrate a tutta altezza. Qui vengono servite a pranzo specialità di carne e pesce, insalate e dessert, mentre a cena si può scegliere tra menu di 5 o 6 portate e fra menu speciali (vitale o da 1000 calorie per chi vuole restare leggero, senza glutine, per vegani, vegetariani e per quanti hanno particolari allergie). 

Ci sono inoltre 3 stuben alpine, ricche di artigianato locale, la cantina dalle rinomate etichette, il Lounge Bar 1981 per degustare drink e gin di 30 varietà diverse.

Dal 5 marzo 2016, i buongustai possono partecipare alle "Settimane di degustazione". La proposta valida dal 5 al 12 marzo, dal 9 al 16 aprile e dal 22 al 29 ottobre, comprende 7 notti in mezza pensione, 3 diverse degustazioni di formaggi in caseificio, distillati di frutta e vini regionali, ogni sera ci sono highlight culinari, ed è inclusa la partecipazione al programma active, per fare escursioni e tour in bicicletta. Compresi nell'offerta anche 2 percorsi nel centro Hamam dell'hotel e un buono wellness da 60 euro a persona. Il prezzo è a partire da 635 euro a persona in camera doppia a marzo, da 715 euro ad aprile e da 744 euro ad ottobre.

Per informazioni: Garberhof
Strada Statale, 25 – Malles, Val Venosta (BZ)
Tel. 0473 831 399
E-mail: 
info@garberhof.com
Sito internet:
 www.garberhof.com



--
www.CorrieredelWeb.it

Pasqua vista mare ai Ricci Hotels di Cesenatico (FC) per passare sull’Adriatico un anticipo d’estate

La costa dell'ospitalità per eccellenza, il Porto canale pensato da Leonardo, il Museo della Marineria, i Parchi divertimento, la fornace romana, la cucina romagnola: sono parecchie e convincenti le ragioni per scegliere un soggiorno a Cesenatico, con un motivo in più a Pasqua, quando qualche giorno rosso sul calendario permette di staccare dal lavoro prima della lunga maratona sino all'estate.

Come se non bastasse, i Ricci Hotels di Cesenatico (FC) hanno preparato una ragione ulteriore: pacchetti speciali per il primo sole al mare in una delle quattro strutture a marchio Ricci, il quattro stelle Valverde sul lungomare Carducci. In camere con ampie logge vista Adriatico, ovviamente, per stare vicini alla spiaggia e poter organizzare senza fatica una passeggiata sulle lunghissime coste, riempirsi di sole e aria pulita in un clima più che mai favorevole e mite per ogni età. 

Il family hotel Valverde propone un pacchetto per chi davvero voglia godersi quest'anticipo d'estate senza pensare a nulla: pensione completa, colazione del buongustaio, pranzo della tradizione di Pasqua e di Pasquetta, cena con le specialità del territorio e formula "quality all inclusive" con bevande incluse. Come inclusi sono tennis, volley, spiaggia, mini club e biciclette per una pedalata di salute dopo i lauti pranzi. I bimbi fino a 8 anni non pagano. I prezzi partono da 130 euro a persona per una notte sino a 69 euro al giorno per 4 notti. 

Per chi invece preferisse maggiore autonomia, c'è la formula dell'Aparthotel: con tutti i servizi dell'albergo, ma in Junior o Family suite con angolo cottura per potersi preparare pranzo, cena o spuntini all'orario che si desideri. Due le soluzioni: nella versione per 4 persone denominata Maestrale (4 notti 450 euro oppure 3 notti 390 euro) oppure il monolocale per due persone (4 notti a 350 euro oppure 3 notti 280 euro).

Per Informazioni: Ricci Hotels
Via Pitagora, 5, - 47042 Cesenatico (FC)
Tel. 0547 87102
Numero verde 800 014 040
Email: info@riccihotels.it
Sito web: www.riccihotels.it



--
www.CorrieredelWeb.it

Quasi la metà degli italiani è disposta a pagare di più per una vacanza rispettosa dell'ambiente. Ma a volte non serve. Ecco le migliori offerte di viaggio in armonia con la Natura

Sempre più Italiani sono attenti alla sostenibilità quando viaggiano. Lo confermano i dati di Fondazione Univerde e Ipr Marketing contenuti nel 6° rapporto "Gli italiani, il turismo sostenibile e l'ecoturismo", presentato questo febbraio alla alla BIT di Milano. 

Secondo la ricerca, il 74% della popolazione sa cosa significa "Turismo Sostenibile" - lo definisce come turismo che rispetta l'ambiente e cerca di ridurre il consumo di energia e risorse del territorio - e quasi la metà è disposta a a pagare il 10% in più per una vacanza eco-friendly (fino al 48% delle persone intervistate).

In un'Italia sempre più attenta al tema dell'ecoturismo, aumentano anche le proposte di viaggio in armonia con la Natura, come testimonia questo breve video di Ecobnb (http://ecobnb.it), la Community italiana del turismo sostenibile, che ha intervistato alcune delle oltre mille ospitalità virtuose e rispettose dell'ambiente in giro per l'Italia: https://goo.gl/UF9SfZ.

Sulla piattaforma Ecobnb (http://ecobnb.it) le ospitalità verdi sono selezionate sulla base si 10 requisiti di sostenibilità ambientale principali, verificati e recensiti dai viaggiatori della Community. Dal cibo biologico e locale, alla mobilità dolce, dall'energia al 100% da fonti rinnovabili, al risparmio idrico, dalla differenziazione attenta dei rifiuti, ai saponi naturali, ciascuna ospitalità pubblicata sul sito è impegnata in almeno 5 di queste azioni, riducendo così le proprie emissioni di CO2 e contribuendo a migliorare l'impatto del turismo sull'ambiente.

La pagina offerte speciali del sito (http://ecobnb.it/offerte) dimostra come viaggiare sostenibile non sia necessariamente più costo, ma invece ricco di sorprese ed esperienze uniche. Al momento le offerte spaziano da Berlino alla Grecia. Ad esempio, si può scoprire la capitale tedesca in bici e battello, oppure dormire in uno chalet in legno immerso nel verde dell'Irlanda, dormire in un antico monastero nel cuore dell'Umbria, trascorrere i primi giorni primaverili nella Maremma Toscana, festeggiare la Pasqua in un agriturismo biologico in un angolo di paradiso Greco, o trascorrere una settimana nel cuore di Lisbona degustando ottime colazioni biologiche.

Preferire il turismo sostenibile può essere semplice e ricco di sorprese: significa scoprire nuovi modi di viaggiare, e qualche volta anche risparmiare!

Per informazioni:
http://ecobnb.it



--
www.CorrieredelWeb.it

A Los Angeles Star Alliance migliora l'esperienza di viaggio dei propri passeggeri


  • Aisle "C" la nuova casa dei vettori membri di Star Alliance che operano dal TBIT
  • Maggiore automazione sulla base dell'esperienza acquisita al Terminal 2 di Heathrow

Los Angeles, USA - 29 febbraio 2016 – Nuova esperienza di viaggio per i passeggeri Star Alliance al Tom Bradley International Terminal (TBIT) di Los Angeles grazie al raggruppamento dei vettori membri in un'unica zona check-in e alla progressiva introduzione di una maggiore automazione. Questo permetterà di offrire ai clienti dei vettori membri di Star Alliance una più ampia scelta di opzioni per il check-in, assicurando loro un maggiore controllo su questa fase del viaggio e un maggior risparmio di tempo.

I check-in di tutti e 10 i vettori membri di Star Alliance che operano al TBIT sono stati raggruppati in un unico settore. I banchi di accettazione di Air China, Air New Zealand, ANA, Asiana Airlines, EVA Air, Ethiopian Airlines, Lufthansa, Singapore Airlines, SWISS e Turkish Airlines si trovano ora nel corridoio "C", situato all'estremità settentrionale del terminal. Questo non solo permette ai clienti di identificare con facilità la posizione dei desk per il check-in, ma anche ai vettori membri di condividere lo spazio per soddisfare ancora meglio la domanda effettiva.

I vettori membri di Star Alliance con base al TBIT stanno anche introducendo una serie di servizi comuni automatizzati. I passeggeri possono quindi approfittare di diverse opzioni di check-in, online e mobile. Per coloro che hanno la necessità di stampare le carte d'imbarco all'aeroporto, il Los Angeles World Airports (LAWA) ha installato 24 chioschi self-service che permettono di stampare sia le carte d'imbarco che le etichette dei bagagli. In aggiunta ai tradizionali banchi di check-in a servizio completo, sono disponibili anche i banchi fast bag-drop dove consegnare in autonomia i propri bagagli pre-etichettati.
Per contribuire a migliorare ulteriormente l'esperienza di viaggio, il prossimo marzo verrà inoltre aperto un nuovo North Security Checkpoint, situato al termine del corridoio "C".

Il TBIT ospita anche la lounge Star Alliance eletta Best Alliance Lounge agli ultimi Skytrax Awards e gestita da Air New Zealand. Inaugurata nel settembre 2013, questo servizio dedicato ai clienti premium può ospitare circa 400 passeggeri di Business Class e Star Alliance Gold, con una zona a uso esclusivo dei clienti di First Class. La lounge di 1.675 metri quadrati comprende anche una terrazza esterna, che offre una magnifica vista panoramica sulla pista settentrionale verso le colline di Hollywood. La lounge è stata ideata per andare incontro alle esigenze dei passeggeri, dal ritrovarsi in gruppo al rilassarsi in tutta tranquillità, ed è dotata di un'area bar, uno spazio biblioteca, una sala, uno studio e una media room. E per coloro che desiderano rinfrescarsi prima di ripartire, anche 8 sale da bagno con doccia. A disposizione dei clienti che hanno l'esigenza di lavorare in viaggio anche la connessione wi-fi veloce, come pure servizi di stampa, fax e fotocopie su richiesta.

Da metà marzo, con l'apertura della tratta Los Angeles – Stoccolma da parte di Scandinavian Airlines, il numero totale dei vettori Star Alliance che operano sull'aeroporto salirà a 15. Scandinavian si unirà agli attuali 10 membri presenti al TBIT, mentre Air Canada e Avianca operano dal Terminal 2, COPA dal Terminal 6 e United dai Terminal 7 e 8. Complessivamente i vettori membri di Star Alliance offrono 1.150 voli giornalieri dall'aeroporto verso 79 città in 24 Paesi.

I miglioramenti al TBIT sono in corso di attuazione in stretta collaborazione con LAWA e in gran parte provengono dall'esperienza acquisita da Star Alliance nel corso del progetto al Terminal 2 dell'aeroporto di Heathrow a Londra, dove è stato messo a punto un nuovo concept per le operazioni di check-in. Tutti i vettori membri di Star Alliance utilizzano gli stessi chioschi per il check-in, e condividono i banchi bag-drop e i banchi di accettazione per l'Economy Class. Grazie al successo del progetto al Terminal 2, l'alleanza sta migliorando la customer experience anche negli altri aeroporti dislocati in diverse parti del mondo, implementando le varie tecnologie all'avanguardia utilizzate a Londra.


Star Alliance è stata fondata nel 1997 come la prima vera alleanza tra compagnie aeree a livello mondiale per offrire ai passeggeri una rete globale di collegamenti e una confortevole esperienza di viaggio. Sono numerosi i riconoscimenti ricevuti e che sanciscono la sua importanza sul mercato, quali l'Air Transport World Market Leadership Award e la qualifica di Best Airline Alliance da parte di Business Traveller Magazine e di Skytrax. Queste le compagnie aeree facenti parte dell'alleanza: Adria Airways, Aegean Airlines, Air Canada, Air China, Air India, Air New Zealand, ANA, Asiana Airlines, Austrian, Avianca, Avianca Brasil, Brussels Airlines, Copa Airlines, Croatia Airlines, EGYPTAIR, Ethiopian Airlines, EVA Air, LOT Polish Airlines, Lufthansa, Scandinavian Airlines, Shenzhen Airlines, Singapore Airlines, South African Airways, SWISS, TAP Portugal, Turkish Airlines, THAI e United. Attualmente Star Alliance opera oltre 18.500 voli giornalieri verso 1.330 aeroporti in 192 paesi


--
www.CorrieredelWeb.it

Tanti auguri Mamma! Dillo con un regalo bellissimo: un soggiorno a Villa Eden di Merano (BZ)..magari da vivere insieme!!


Dillo con un regalo bellissimo: un soggiorno a Villa Eden
di Merano (BZ).. magari da vivere insieme!!

Un regalo da accompagnare a una dichiarazione d'amore per la mamma, che troppe volte si fa in quattro per la famiglia dimenticando di dedicare tempo a se stessa: un rigenerante soggiorno a Villa Eden Leading Park Retreat di Merano (BZ). 

Sono tantissime le proposte di salute e benessere proposte dallo straordinario Retreat di Merano, unico nel suo genere, tra cui scegliere il dono perfetto. 

Per una piccola pausa wellness si può optare per il Villa Eden Break, pensato proprio per spezzare la routine e concedersi un paio di giorni di totale relax, staccando dalle preoccupazioni quotidiane e concentrandosi solo sul proprio benessere. In un'atmosfera calda e cordiale la mamma (di qualsiasi età!) può ricaricare le energie e ritrovare il piacere di pensare a sé e alla propria bellezza. 

Il programma beauty prevede un lungo massaggio antistress (85 minuti di puro piacere!), un trattamento specifico rigenerante per il viso e per il collo, secondo il metodo VECS e una fitoalgheterapia a base di sali del Mar Morto. 

Freschezza per il volto, ridefinizione del corpo e nuova energia interiore: un regalo davvero speciale! Il programma break, solo un assaggio di tutti i trattamenti che Villa Eden offre ai propri ospiti, è proposta a 410 euro a persona, a cui si aggiunge il prezzo del soggiorno di due notti, che parte da 220 euro a persona.

Ma la Festa della mamma, che cade l'8 maggio 2016, può essere un'occasione anche per passare un po' di tempo insieme, ed ecco che allora si può scegliere di accompagnarla per provare anche su se stesse le meraviglie di benessere di Villa Eden… tra tutti i programmi wellness ce ne sarà senz'altro uno che sembra fatto su misura per voi!

Per informazioni:
Villa Eden Leading Health Spa
via Winkel  68/70
39012  Merano (BZ)
Tel. 0473.236583
www.villa-eden.com   
info@villa-eden.com


--
www.CorrieredelWeb.it

sabato 27 febbraio 2016

La laguna di Venezia ora accessibile a tutti anche in gondola



Si inaugura venerdì 11 marzo a piazzale Roma il nuovo pontile che consente alle persone con disabilità di accedere alle Gondole. Un progetto di Gondolas4all con il contributo della Regione Veneto.

Venezia, 27 febbraio 2016  – L’esperienza unica di un’emozionante giro in Gondola nella laguna di Venezia diventa finalmente possibile per tutti. Grazie alla nuova piattaforma progettata dalla Onlus Gondolas4All, le persone con disabilità potranno accedere in maniera semplice e totalmente sicura alle imbarcazioni veneziane note in tutto il mondo. La struttura viene inaugurata venerdì 11 marzo 2016 alle ore 11 presso la fondamenta Cossetti in piazzale Roma a Venezia.
Un progetto innovativo e unico al mondo
Attraverso l’utilizzo di una pedana integrata nel pontile di accesso alla Gondola, la persona può essere imbarcata direttamente insieme alla propria carrozzina. Un sistema che garantisce totale sicurezza, nessuna manipolazione diretta della persona e consente di collocare saldamente la carrozzina all’interno dell’imbarcazione. Finalmente anche le persone con disabilità possono percorrere i canali della laguna con la stessa facilità che consente ogni anno a milioni di visitatori di ammirare Venezia in maniera unica, navigando i suoi canali in gondola.
Un progetto ideato e portato avanti con dedizione, impegno e determinazione dai gondolieri Alessandro Dalla Pietà ed Enrico Greifenberg, fondatori di Gondolas4All che affermano: “Troppe volte nel corso di 20 anni di attività ci è capitato di vedere persone in sedia a rotelle guardare alla gondola come a un sogno irrealizzabile. In tantissime occasioni, pur di riuscire a garantire questo servizio a tutti, abbiamo scelto di imbarcare a braccia alcuni clienti, assumendoci tutte le responsabilità di questa delicata operazione. Questo ci ha spinto a ideare il progetto che oggi siamo orgogliosi di inaugurare: il primo pontile al mondo che permetterà l’imbarco e lo sbarco di persone a ridotta mobilità in gondola”.
La struttura si compone di un pontile collocato a Fondamenta Cossetti, presso Piazzale Roma, un punto della città accessibile alle persone con disabilità che arrivano a Venezia in auto o in treno. Attraverso il pontile, cui si accede mediante una rampa antiscivolo, il passeggero accede ad un sollevatore che consente alla persona con ridotta mobilità di essere trasferita all’interno dell’imbarcazione rimanendo seduta sulla sua carrozzina, in modo totalmente sicuro e rapido.  Il sollevatore è progettato per compensare i diversi dislivelli fra il pontile e la gondola secondo l’andamento delle maree.
Il pontile è stato progettato dallo Studio di Architetti e Ingegneri Moro di Venezia ed è stato realizzato grazie ad un finanziamento della Regione Veneto, che  ha creduto nell’iniziativa fin dall’inizio inserendola nel Progetto di Eccellenza Turistica “Sviluppo del Turismo Sociale”, e ai fondi raccolti attraverso una campagna di crowdfunding. Al progetto ha partecipato la sezione veneziana di Uildm (Unione italiana lotta alla distrofia muscolare onlus), alla quale è stata affidata anche la formazione dei gondolieri che dovranno utilizzare la struttura.
Pietro Scidurlo, fondatore di Free Wheels Onlus, e il piccolo veneziano Niccolò Nazzari saranno i primi passeggeri
All’inaugurazione del progetto Gondolas4all partecipano Pietro Scidurlo, fondatore di Free Wheels Onlus, ed il piccolo Niccolò Nazzari, 7 anni, veneziano, protagonista della campagna che nel 2015 ha lanciato Gondolas4all. Entrambi giungeranno a Piazzale Roma in handbike e saranno i primi passeggeri ad utilizzare il sollevatore appena inaugurato.
Pietro Scidurlo testimonierà all’inaugurazione l’esigenza che questo progetto va a colmare. E lo farà dopo aver attraversato in due giorni con la sua handbike l’intera regione Veneto, partendo dall’antipode Ovest di Peschiera del Garda e dopo aver toccato Abano Terme e Mestre. Lo seguirà il team di Focaccia Group di Cervia, leader nella produzione di piattaforme di sollevamento per mezzi destinati al trasporto di persone a mobilità ridotta. L’abbigliamento sportivo professionale di Pietro è fornito da Macello Bergamo.
Il sodalizio tra Gondolas4all e Free Wheels Onlus nasce nel 2013, quando Pietro Scidurlo raggiunge Venezia via fiume partendo da Somma Lombardo, sua città natale, e percorrendo il Ticino, il Po, l’Adige, il Brenta fino alla Laguna Veneziana. Un viaggio per portare un messaggio preciso, diventato poi slogan ufficiale di Free Wheels Onlus: “Le barriere più grandi sono quelle della mente”. In quell’occasione i Gondolieri di Piazzale Roma, tra cui i fondatori di Gondolas4All, lo accolsero con un saluto ufficiale alle porte della città in Canal Grande.
Free Wheels Onlus si rivolge a persone con esigenze speciali per aiutarle ad affrontare le loro paure e la vita, spingendole ad avere quella fiducia in se stessi che può portarli a vivere qualsiasi esperienza, più o meno difficoltosa, come ad esempio il vivere il mondo a piedi con la serenità alla quale tutti hanno diritto. Perché questo è quello che il Cammino di Santiago ha insegnato a Pietro. Free Wheels Onlus nasce appunto a seguito del pellegrinaggio spagnolo che il suo fondatore ha percorso più volte, e che l’ha portato a realizzare Santiago Per Tutti, la prima guida al mondo sul Camino Françes accessibile, edita Terre Di Mezzo.
Una importante rete di sostenitori
Fin dall’inizio il progetto Gondolas4All è stato sostenuto da molte persone e da organizzazioni che hanno a cuore i temi dell’accessibilità.
Ricordiamo fra gli altri, oltre alla Regione Veneto, Krzysztof Baczynski, European Commission, che ha selezionato Gondolas4all per un documentario sulle migliori pratiche in 24 città europee; Flavia Coccia, Responsabile Area Turismo Si.Camera / Sistema Camerale Servizi e
Coordinatrice del Comitato per la Promozione e Sostegno del Turismo Accessibile presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo; Roberto De Carli, Rein; Fabio e Nicola Domeneghini, Fadiel Italiana & SMDM; Marco Maggia, titolare dell’Ermitage Bel Air Medical Hotel di Abano Terme; Augusto Minei Presidente SKAL International; Pierluigi Moro e Silvia Dabrilli, Studio Moro Architetti; Roberto Necci, ADA Lazio; Aris Prodani, Camera Dei Deputati, X Commissione Attività Produttive Commercio e Turismo; Domenico Rossi Sottosegretario di Stato alla Difesa, che nel 2015 ha dato al progetto il Patrocinio del Ministero della Difesa; Roberto Vitali, Presidente di VIllage4all che ha conferito al progetto il suo Marchio di Qualità Internazionale Ospitalità Accessibile.

venerdì 26 febbraio 2016

Alto Adige. Pausa di benessere nel centro Spa & Vital di Terme Merano.

LATTE, MIELE O... À LA CARTE

Un peeling, un bagno e un massaggio a scelta con il pacchetto "Spa à la carte"
  
Che succede se il mondo della gastronomia incrocia quello del benessere? Lo scopriamo a Terme Merano, oasi di benessere nel cuore della nota località altoatesina. 

Il centro Spa & Vital infatti è da sempre all'avanguardia nell'utilizzo di prodotti naturali del territorio, come pino mugo, erbe aromatiche e fieno. E oltre a questi, impiega anche prodotti che solitamente si ritrovano in cucina, come siero di latte, mela, uva e miele. 

Non stupisce quindi il pacchetto "Spa à la carte" con il suo nome originale e curioso che strizza l'occhio ai buongustai!

Spa à la carte
Sono davvero numerosi i trattamenti e le proposte che il centro Spa & Vital mette a disposizione dei suoi ospiti. Tanto che può succedere di avere l'imbarazzo della scelta, sia dal punto di vista dei prodotti impiegati, sia per quel che riguarda i risultati desiderati, sia ancora per il tipo di trattamento preferito.

Per chi proprio non sa decidersi, l'ideale è un pacchetto davvero originale che permette di scegliere e abbinare liberamente trattamenti diversi, seguendo i propri gusti e le proprie esigenze. Si chiama "Spa à la carte" e comprende: un peeling, un bagno e un massaggio da scegliere tra tutti quelli che si fanno alle Terme Merano e per finire un ingresso di 2 ore alle Terme. Il pacchetto costa 126 euro.

Si inizia da un peeling purificante ed esfoliante, che può essere ai vinaccioli altoatesini, al pino mugo o con schiuma di sapone alla mela. Si passa poi a un caldo bagno rilassante scegliendo tra quello alla stella alpina, ai sali del Mar Morto, con pino mugo o al fieno. Infine ci si rilassa con un massaggio distensivo agli oli aromatici, con olio di oliva, alla schiena con miele o sportivo, o ancora con timbri caldi alle erbe balsamiche. La scelta è davvero ampia!

Miele detox, latte idratant
Dolce, profumato, ma non solo. Il Massaggio alla schiena con miele altoatesino è un trattamento con intenso effetto disintossicante, detergente, riflessologico-energetico. Aiuta inoltre a sciogliere ed eliminare le scorie dei tessuti connettivi (45 minuti, 64 euro).

Altro alimento, il siero di latte, entra anch'esso nel mondo del benessere del centro Spa & Vital delle Terme Merano. Da provare il Bagno di Sissi al siero di latte biologico per due con calice di spumante, un bagno purificante con effetto rassodante da vivere nella vasca imperiale. Le preziose proteine del siero di latte aiutano a mantenere il naturale equilibrio della pelle (20 minuti, 46 euro).

Magica fioritura a Merano
Chi vuole godersi più giorni alle Terme Merano può scegliere tra diverse proposte, numerose sono infatti le strutture partner, dislocate a Merano e nei dintorni. Tra queste, l'Hotel Juliane**** di Merano propone il pacchetto "Magia della fioritura & Terme", valido per tutto il mese di aprile 2016, comprensivo di: 5 notti in camera doppia, mezza pensione, 1 ingresso alle Terme di Merano, 1 ingresso ai Giardini del Castel Trauttmansdorff, a partire da 485 euro a persona.

Info: Terme Merano, www.termemerano.it, tel. 0473.252000.




--

www.CorrieredelWeb.it

Sulle Orme dei Viandanti – Le Vie Europee dello Slow Walking

Somma Lombardo04 Marzo 2016

Serata di divulgazione della storia dei Cammini medievali e moderni (Santiago, Francigena, Appia antica) attraverso le testimonianze, l'uso di video e di immagini che  andranno a raccontare a 360° i cammini che ancora ad oggi suscitano l'interesse di migliaia di persone in tutta Europa.

Venerdì 04 marzo 2016 la Sala Polivalente del Comune di Somma Lombardo ospiterà Sulle Orme dei Viandanti – Le Vie Europee dello Slow Walking, una serata promossa dall'Associazione Free Wheels Onlus che ha come Mission aiutare persone con esigenze speciali ad affrontare le loro paure e la vita, con quella fiducia in sé stessi che può portarli a vivere qualsiasi esperienza, più o meno difficoltosa, come il vivere il mondo a piedi con la serenità alla quale tutti hanno diritto.

Dopo la presentazione della Guida al Cammino di Santiago Per Tutti, Terre di Mezzo Editore, che ha visto la numerosa partecipazione di tutta la comunità Sommese e non solo, Free Wheels Onlus inizia il 2016 con questa serata, avente come ospite d'onore il Regista, Autore e Direttore Artistico del Reggio Film Festival Alessandro Scillitani.

La serata inizierà con un'introduzione teatrale dell'Associazione Quelli del '63, che riprodurranno una delle tipiche scene "da cammino" che spesso accadono quando due viandanti, perfetti sconosciuti, si incontrano lungo il cammino durante una sosta e iniziano a parlare, non tralasciando aspetti significativi del Cammino di Santiago, uno degli argomenti focali della serata.

A seguire il Moderatore Davide Accomando introdurrà gli ospiti RelatoriPietro Scidurlo - Autore Sommese della guida Santiago per tutti e pellegrino a ridotta mobilità, Alessandro Scillitani – Regista, Autore e Direttore Artistico del Reggio Film Festival che di recente ha camminato assieme a Paolo Rumiz sulla Via Appia Antica, Manolo Casagrande – Viandante Sommese sul Cammino di Santiago.


--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI