Cerca nel blog

giovedì 17 marzo 2016

Il 20 marzo 2016, una nuova stagione al primo parco emotivo d’Italia del Castello di Gropparello (PC)

C’era una volta il Parco delle Fiabe

Le storie sono più belle, quando ci puoi vivere dentro. Ed è così, non solo perché puoi decidere di essere un cavaliere e incontrare personaggi e creature che abitano generalmente lo spazio della fantasia ma anche e soprattutto perché quello che impari diventa un pezzo della tua avventura personale e si ferma nella memoria, come un ricordo molto più resistente al tempo di una nozione letta su un libro di scuola e spiegata in una giornata di sole, intuita con uno sguardo lanciato fuori dalla finestra.
È proprio per questo motivo e con questo spirito di avventuroso apprendimento che tra i 14 ettari di prati e boschi che circondano il Castello di Gropparello, in provincia di Piacenza, è nato il Parco delle Fiabe, autentico teatro di avventure catapultate nel presente da tempi tanto lontani che, se non fossero supportati da figure tangibili, sarebbero persino difficili da immaginare.
Popolato dalle creature fantastiche che agitano la fantasia dei bambini e si muovono tra le pagine dei libri in cui cavalieri e maghi dai poteri illimitati stringono alleanze al fine di liberare principesse e sconfiggere eserciti nemici, domenica 20 marzo 2016, il primo parco emotivo d’Italia riapre i battenti, abbassando un ponte levatoio che consente ai bambini l’accesso a un’altra grande stagione di viaggi e avventure nella storia e nelle leggende del medioevo, nei panni di eroi alla scoperta di uno scenario naturale fatto di rocce millenarie e alberi secolari, tra orchi e fattucchiere, fate, folletti, elfi e druidi.
Accompagnati da una guida lungo il percorso, i visitatori vengono coinvolti da personaggi dell’immaginario fiabesco, le cui radici affondano in realtà remote che si perdono nella notte dei tempi, mentre i bambini, una volta entrati nella magia del parco, indossano cappa e spada e, accompagnati dal Cavaliere Bianco, rivivono l’entusiasmo delle scorribande medievali, combattendo contro gli esseri nascosti negli scuri anfratti della vegetazione.
L’intento di favorire l’apprendimento associandolo al divertimento, mescolando cultura, meraviglia e gioco, è lo stesso alla base di tutte le esperienze che si possono provare a Gropparello, disseminate nel corso dell’anno secondo i ritmi di vita originari del Castello, dalle visite guidate alle Gole del Vezzeno e al Museo della Rosa Nascente, al Mercato Medievale, passando per lo Sposalizio a Corte, fino alle Giornate Fantastiche e all’Assedio al Castello, nel corso del quale i piccoli visitatori vengono arruolati allo scopo di difendere le mura di Gropparello.


Per informazioni: Castello di Gropparello
Via Roma 84, 20025 – Gropparello (PC)
Tel. 0523.855814 
e-mail: info@castellodigropparello.it
sito web: www.castellodigropparello.it
www.castellodigropparelloeventi.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI