Cerca nel blog

venerdì 20 aprile 2012

Zoomarine: rilanciare turismo nel tirreno centrale

Rilanciare il turismo nel tirreno centrale

Zoomarine, il Bioparco di Roma e la Città della Scienza di Napoli attori del rilancio economico di Lazio e Campania

Un fatturato potenziale a livello territoriale per circa 180 mln di Euro

Si ė tenuto questa mattina il workshop "Il turismo nel tirreno centrale: tra Entertainment e Scienza", per spiegare ed annunciare le strategie economiche messe in atto per lo sviluppo di uno dei principali motori turistici ed economici italiani. Il convegno ha voluto presentare le logiche dietro agli accordi di sistema che hanno visto protagonista tre realtà importanti dell'eduteinment: Zoomarine, il Bioparco di Roma e la città della scienza di Napoli.

Per costruire il turismo di domani occorre fare sistema. Per questo oggi avviamo una collaborazione strategica tra Zoomarine, Bioparco e Città delle Scienze di Napoli, una serie di progetti comuni sia sul versante del sviluppo turistico e dell’attrattivitá, sia sulla ricerca e l’educazione. Insieme facciamo circa 2 milioni di visitatori e oltre 1000 dipendenti, e possiamo avviare una fase comune di sviluppo che potrà arrivare ad un indotto per 180 milioni di euro, con ricadute occupazionali complessivo di 5000 posti di lavoro. Il che in tempi di crisi rappresenta una grande opportunità da cogliere. Noi a Zoomarine stiamo facendo già la nostra parte: con ZoomarineTour stiamo mettendo in rete con noi decine di alberghi, strutture ricettive, stabilimenti balneari, campi da golf, strutture sportive, aree archeologiche e naturalistiche. Zoomarine, il Bioparco e la Città delle Scienze di Napoli possono diventare, ed in parte già sono, motori di sviluppo ed occupazione. Abbiamo bisogno di fare sistema e tutti insieme dobbiamo cercare di costruire qualcosa che vada oltre i singoli steccati per vendere il prodotto Italia in tutto il mondo - ha dichiarato Aurelio Latella, Direttore Generale Zoomarine che prosegue - Il concetto di turismo oggi ė molto cambiato e deve essere considerato in ogni suo aspetto; bisogna costruire un'offerta che vada oltre al contenuto. La sfida si trova nell'aumentare la Customer Experience personalizzando, grazie agli strumenti online che le nuove tecnologie ci offrono, l’esperienza turistica dei circa 37 milioni di turisti stranieri ogni anno in Italia. Abbiamo la fortuna di avere 70mila bambini che vengono ad effettuare percorsi formativi ed educativi e stiamo creando un trust onlus proprio per aumentare questo servizio educativo alla cittadinanza. Un unico prodotto fatto di integrazione del territorio, di integrazione delle nuove tecnologie e della personalizzazione dell'offerta turistica”.

Nel Lazio ci sono circa il 40% delle eccellenze del mondo - ha commentato Stefano Zappalá, Assessore al Turismo della Regione Lazio - Zoomarine è collegato ad un sistema che nasce a Roma come Secondo Polo Turistico e che si sta rendendo protagonista del rilancio, anche economico, della nostra regione ma non solo. Allo stato attuale girano per il mondo 950 milioni di

turisti e il nostro Paese ha la necessità di implementare le strutture ricettive integrandole con tutte le possibili offerte turistiche del territorio”.

Presente anche Luigi Amodio, Presidente della Città della Scienza di Napoli che nel suo intervento sottolinea: Dobbiamo investire sulla conoscenza se vogliamo entrare nell'economia della conoscenza. La nostra è un'Istituzione nata 25 anni fa, siamo un centro di produzione scientifica ma abbiamo anche un ruolo che ci vede comunicare la scienza in maniera divertente considerando che il nostro target è composto fondamentalmente da studenti. Dal 2001 siamo il più grande museo scientifico interattivo d'Italia con 700 mq dedicati ai bambini per giocare e vivere esperienze cooperative e formative. Nel 2011 i visitatori paganti sono stati 270 mila ma sono passati per le nostre attrazioni circa mezzo milione di persone”.

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI