Cerca nel blog

mercoledì 26 aprile 2017

SPORT ESTREMI IN CILE: SURF, SANDBOARD, CANOPY, KAYAK, KITESURF, PARAPENDIO, PARASAILING, SNOWBOARD, IMMERSIONI, ALPINISMO, ICE-TREKKING



 SANDBOARD SULLE DUNE DELLA VALLE DELLA MORTE, PARAPENDIO NEI CIELI DI IQUIQUE, CANOPY SUL PERCORSO PIU' LUNGO DELL'AMERICA LATINA, SURF SU ONDE DI 4 METRI A PUNTA DE LOBOS, ALPINISMO ADRENALINICO SUL VULCANO PARINACOTA, MOUNTAIN BIKE ALLA FINE DEL MONDO LUNGO LA CARRETERA AUSTRAL, KAYAK IN UNO DEI 1200 FIUMI DEL PAESE: IL CILE E' UNA DESTINAZIONE INCOMPARABILE PER IL TURISMO D'AVVENTURA
E PER PRATICARE GLI SPORT ESTREMI, COMPLICE UNA NATURA UNICA , INDOMITA E INCONTAMINATA



Natura esplosiva, diversità climatica e contrasti geografici fanno del Cile una destinazione incomparabile per il turismo d'avventura e le sue esperienze più estreme. 

Al Nord affluiscono gli specialisti del parapendio: la città di Iquique, stretta tra il deserto dell'Atacama e l'oceano Pacifico, è considerata uno dei 10 migliori luoghi al mondo per volare, grazie anche al clima mite che invita a godersi le spiagge e la vita all'aria aperta. 

Nelle vicinanze di San Pedro de Atacama, la Valle della Morte è una delle destinazioni più adatte per praticare mountain bike e sandboarding sulle dune di sabbia fine. Al centro si va per cavalcare le onde nella capitale mondiale del surf, Punta de Lobos, a Pichilemu. 

Dinanzi le spiagge di Matanzas, Pupuya e La Boca di Rapel si radunano gli appassionati di kitesurf e windsurf. Sulla Cordigliera delle Ande risiede il Paradiso Bianco, dove praticare sport invernali, sciare sulla pista più lunga del Sudamerica e scalare vette altissime e vulcani innevati. 

Al Sud estremo, nella Patagonia cilena, si pratica il trekking più emozionante del mondo nel Parco Nazionale Torres del Paine( 227.000 ettari dichiarati Riserva della Biosfera dall'UNESCO nel 1978), si fa rafting adrenalinico sul fiume Futaleufú, si percorrono gli oltre 2000 ghiacciai cileni

Il modo più semplice per esplorare lo scenografico territorio del Cile è fare HIKING E TREKKING:
basta un paio di scarpe comode e tanta voglia di camminare incontro all'avventura

Il percorso comincia a Nord del Paese, dalla Laguna Lejía, poco distante da San Pedro de Atacama. Da lì inizia un'escursione a più di 4.000 metri di quota, che include l'avvistamento di vulcani innevati, montagne e l'impressionante Laguna Miscanti, uno specchio d'acqua dolce caratterizzato da una splendente tonalità azzurra.
Imperdibili nella zona centrale del Cile i sentieri del Parque Nacional La Campana, vicino a Valparaiso. Costeggiano due delle montagne più alte della cordigliera litoranea, il Cerro el Roble (2.200 metri) e il Cerro La Campana (1.880 metri), su cui Charles Darwin salì nel 1834. Dichiarato Riserva della Biosfera, il parco accoglie 100 specie animali e diverse piante endemiche. 

Il Sendero Los Peumos prevede un itinerario che si snoda attraverso un canyon disseminato di palme, il Sendero La Cascada accompagna in 6 km al Salto de la Cortadera, una cascata alta 30 metri imperdibile durante il disgelo primaverile. Vicino a Santiago, nel Cajon del Maipo, si cammina in mezzo a una vegetazione lussureggiante, costeggiando le pareti rocciose di una grandiosa gola scavata un tempo dal rio Maipo. 

Risalendo il canyon si raggiunge la piccola stazione termale di Baños Morales, con sorgenti di acqua calda, fino al Monumento Naturale El Morado, dominato dal ghiacciaio San Francisco e dalla vetta del Cerro El Morado che sfiora quota 5.000 metri.

Nel sud, il Parco Nazionale Huerquehue sorprende con favolosi laghi dalle acque cristalline, fiumi, cascate e foreste di araucaria, popolate di pudù (il cervo più piccolo del mondo) e tarantole (ragni) rosa. Il Parco Nazionale Villarica è uno dei più visitati del Paese in quanto custode di tre vulcani, il Villarica (2.847 metri), il Quetrupillán (2.360 metri) e il Lanín (3.747 metri). La salita al cratere fumante del Volcán Villarica è un'escursione molto gettonata che mette alla prova anche gli scalatori più preparati. 

E per gli amanti sia dell'hiking che del trekking, la Patagonia è una destinazione imperdibile che offre decine di parchi e riserve nazionali con percorsi di differenti livelli di difficoltà. Tra di loro il Parco Torres del Paine offre alcuni dei migliori percorsi del mondo, tra ghiacciai millenari, laghi scintillanti e torri di granito.

Con solo un'ora d'auto da Santiago si raggiungono le più belle piste da SCI e SNOWBOARD del Cile. L'emozione aumenta quando si scia
sul cratere di un vulcano fumante o nei pressi di sorgenti termali, ideale coronamento di una giornata trascorsa in alta quota

Oltre i 2.000 metri di altezza sorgono le più attrezzate stazioni sciistiche del Cile. Vantano piste di livello mondiale, destinazione fissa per gli amanti dello sci e dello snowboard, ma anche per squadre internazionali in allenamento. Sulla Cordigliera delle Ande, a pochi chilometri da Santiago, si susseguono i centri montani Valle Nevado, La Parva e El Colorado. Hanno piste per tutti i livelli, sono servite da bellissimi alberghi e prevedono vaste zone dedicate all'eliski. 
La celebre Portillo si trova a nord-est di Santiago, vicino al confine con l'Argentina, e accoglie turisti e appassionati degli sport invernali con un tocco glamour in più. Ma l'esperienza più emozionate si vive nel Parque Nacional Villarica, vicino la stazione sciistica di Pucón, dove è possibile sciare sul pendio del vulcano fumante. 
Anche il Volcán Lonquimay ha piste magnifiche per principianti ed esperti e diverse aree per sci fuoripista. I vulcani Osorno e Antillaca propongono discese con bellissime viste panoramiche. Queste località meridionali sorgono spesso vicino a sorgenti termali, ideale completamento di una giornata spesa sugli sci!

Pedalare sulle dune del desertopiù arido del mondo o risalire i ripidi pendii che circondano la Cordigliera delle Ande. Mettersi in sella alla MOUNTAIN BIKE e passeggiare lungo la regione del Laghi oppure armarsi di resistenza e percorrere fino in fondo la Carretera Austral

Il Cile visto dalle due ruote rappresenta una valida alternativa per chi ama i percorsi a contatto con la natura e vuole cimentarsi con paesaggi e pendenze diverse. Può sfidare il deserto più arido del mondo pedalando sulle sue sabbie infinite e le scenografiche distese di sale
Può cimentarsi in belle gite nella Regione dei Laghi, percorrere gli innumerevoli sentieri del Parco Nazionale Lauca o discendere i percorsi costieri di Pan de Azucar, coronati da acque dal profondo color azzurro. La mountain bike è la giusta compagna di viaggio per risalire le ripide colline che circondano la Cordigliere delle Ande, nella zona centrale del paese. Il ritmo delle pedalate si fa più intenso verso Sud, dove la Carretera Austral attira un numero sempre più crescente di amanti della bicicletta. 
Possibile anche la sfida più estrema: percorrere sulle due ruote i 4.300 chilometri della lunghezza del Cile: quasi tutte le città dispongono di officine attrezzate per le biciclette e centri specializzati che vendono pezzi di ricambio.
CAVALCARE in territori ancestrali rievoca la vita degli huasos, i cowboy cileni. In sella a cavalli piccoli e robusti, con un'incredibile capacità di guadare i fiumi e arrampicarsi sulle creste andine, si percorrono i magici paesaggi di San Pedro di Atacama e la mistica Valle del Elqui,
ma anche le foreste di Chiloé e i dintorni delle Torres del Paine

Il ritmo cardiaco batte all'unisono col cavallo che trotta tranquillo su steppa, torrenti ciottolosi, superfici salate e dune di sabbia fine. Aumenta l'adrenalina al galoppo, quando il cavallo percorre sentieri e canyon, foreste e lembi di spiaggia. Liberi nel vento, sulle dune e nelle oasi in mezzo al deserto del Nord
Oppure attraverso la mistica Valle del Elqui, con intense passeggiate che culminano in nottate sotto la luna. Per ammirare la potenza dei cavalli da corsa occorre dirigersi nella zona centrale del Paese. 
Una bellezza facile da incrociare all'interno dei Parchi Nazionali, lungo passeggiate guidate sulla costa o nella selvaggia isola di Rapa Nui.  Bellissimo galoppare nell'inebriante aroma dei vigneti maturi delle valli del Maipo e de Colchagua. Oppure nei territori ancestrali e nei boschi primordiali dell'estremo Sud del Paese.
Il SURF è uno degli sport più popolari in Cile, grazie a una costa distribuita lungo 4.300 km ed eccezionali onde da dominare,
alte fino a 4 metri! La capitale del surf è Pichilemu, a Iquique bisogna stare attenti a non calpestare i ricci di mare!
Constitución è sede di campionati internazionali


Con più di 4.000 chilometri di costa sul Pacifico, non stupisce che il Cile abbia una cultura del surf piuttosto sviluppata, soprattutto sulla costa centrale e settentrionale. Un buon clima tutto l'anno, acque temperate e la leggendaria onda "El Gringo" trasformano Arica in una destinazione imperdibile per i surfisti di tutto il mondo. 
Ad Iquique, gli sportivi si radunano sulla spiaggia di Cavancha, stando ben attenti a calzare calzature apposite per non essere punti dai ricci di mare, presenti in queste acque. La capitale del surf si trova nel Cile centrale: Punta de Lobos, a Pichilemu, riceve gli amanti dell'adrenalina con onde che superano i 4 metri d'altezza e correnti marine che offrono condizioni invidiabili per scivolare sul mare. 
Constitución, situata più a sud è divenuta col tempo sede di campionati internazionali di surf, grazie all'eccellente mix di spiagge tranquille e forti onde. In spiagge come Dichato e Buchupureo, vicino a Concepción, lo scontro delle onde sulle rocce mette nuovamente a prova la destrezza dei surfisti.


Più tranquilla ma non meno ricca di esperienze e scenari mozzafiato è la PESCA SPORTIVA, concentrata soprattutto nella Regione dei Laghi e in Patagonia.
All'amo abboccano enormi trote arcobaleno e salmoni

Considerato uno degli sport più antichi del mondo ed efficace terapia contro lo stress, la pesca con la mosca in Cile è un vero piacere per l'anima. Tra queste terre si può pescare durante tutto l'anno confidando in un ampio bottino di pesci, autoctoni e non, come il salmone. 
Nelle insenature del Nord, nei Laghi del sud, nei fiumi della Patagonia oltre alla pesca con la mosca si praticano il trolling e la pesca a strascico. Per aggiungere sapore all'avventura si può  noleggiare un idrovolante che sorvola territori incontaminati, come le acque del fiume Grande nella Terra del Fuoco.
Anche gli appassionati di ALPINISMO E SCALATA hanno di che sbizzarrirsi fra centinaia di vette,
guglie di granito, 50 vulcani attivi e grotte di ghiaccio. A portata sia di esperti che di principianti

Montagne innevate e crateri di vulcani sono alcune delle mete che gli alpinisti e scalatori prediligono. Al Nord risiede il vulcano più alto del pianeta, l'Ojos del Salado, che con i suoi 6.893 metri di altezza rappresenta la sfida per eccellenza per gli alpinisti esperti che arrivano da tutto il mondo per sperimentare le proprie abilità. E se la Cordigliera delle Ande può sembrare impressionante, non si può rinunciare all'adrenalinica scalata del Vulcano Parinacota: il suo cono perfetto e sempre innevato invita all'avventura. 
Per chi preferisce cominciare con qualcosa di più facile, a Santiago c'è la Sierra de San Ramón e le colline urbane come il Manquehue, che rappresentano una buona opzione per i principianti. 
In Araucanía e nella Regione dei Laghi si stagliano coni vulcanici più bassi, a Sud primeggiano le Torres del Paine, raggiungibili solo dopo aver percorso sentieri completamente incontaminati. Bellissime le scalate al Volcán Osorno, sulla cui cima si trovano grotte di ghiaccio. Su pareti difficili la scalata va effettuata con l'aiuto di ramponi che consentono di accedere alla vetta in maniera sicura.
I 1200 fiumi cileni, i laghi, i fiordi e le insenature rappresentano una scenografia eccezionale per il KAYAK,
da praticare da soli, in coppia o in gruppo

Questo sport si pratica dalla zona centrale del Cile fino alla Patagonia, con percorsi di differente difficoltà, ma sempre accompagnati da magnifici paesaggi, ora incastonati in canyon, ora in laghi, ora in fiumi, fino al cospetto di millenari ghiacciai. Per chi è all'inizio, meglio mettersi alla prova nei tratti più tranquilli del fiume Maipo, nella regione metropolitana, per cimentarsi poi con le acque della Valle del Maule.
Chi può confrontarsi con maggiori difficoltà tecniche, nelle vicinanze di Pucón può tentare un'escursione nel fiume Trancura o nei laghi Caburgua, Calafquén, Conguillío e Riñihue. Chi si destreggia alla perfezione tra le correnti può esplorare il famoso Rio Futaleufú, con discese emozionanti di livello IV e V, il fiume Baker vicino al lago General Carrera, il Rio Simpson.
Tra torrenti color ghiaccio,fiordi, insenature,e fiumi che sfociano nell'Oceano Pacifico,
il RAFTING in Cilecoinvolge appassionati dello sport e neofiti in cerca d'adrenalina

Chi vuole mettere alla prova le proprie abilità su un gommone in correnti di poca intensità può affrontare quelle del Fiume Maipo, a pochi chilometri da Santiago. Per vivere l'esperienza in gruppo, il Rio Claro, situato nella Riserva Nazionale Siete Tazas, è il luogo ideale per condividere l'adrenalina delle discese in rafting. Aumentando la velocità ci si può indirizzare ai centri rafting vicini a Pucón. 
I fiumi Trancura e Liucura sapranno accelerare il ritmo cardiaco sulle rapide di livello IV e V, dove occorre saper schivare rocce e affrontare la corrente. Per gli esperti, la grande sfida è attraversare il fiume Futaleufú in piena Patagonia. Circondato da un paesaggio mozzafiato, le sue rapide di livello V si dispiegano per una lunga estensione. Un altro imperdibile trail è il fiume Baker: la sua turbolenza e le acque turchesi renderanno questa avventura un ricordo indimenticabile

Siti a prova di spettacolari IMMERSIONI si trovano nell'Archipiélago Juan Fernández, caratterizzato da acque trasparenti
e un'incredibile varietà di pesci. Intorno all'Isola di Pasqua si esplorano i fondali con visibilità di 40-60 metri.
A Quintay, vicino a Valparaiso, si scruta il relitto di una nave naufragata

Boschi di alghe, colonie di stelle marine e banchi di pesci convivono nelle profondità delle coste cilene. I fondali dell'oceano Pacifico custodiscono anche relitti di antiche imbarcazioni, statue e tesori. Uscendo in barca dalla Caleta Chañaral di Aceituno o da Punta de Choros ci si può immergere nella Riserva Nazionale Pinguinos de Humboldt, osservando pinguini e leoni marini nuotare nelle acque con un'incredibile destrezza.
A Los Molles e Pichidangui, vicino a Zapallar, colpiscono gli intensi colori delle spugne e delle stelle marine. A Quintay, vicino a Valparaiso, si fanno immersioni vicino ad una nave naufragata.Le acque temperate e cristalline dell'Isola di Pasqua, sorprendono con un'incredibile visibilità di 40-60 metri. Si esplorano anche le misteriose caverne fino a raggiungere il Moai sommerso nella barriera corallina Las Ancoras.
Il paradiso sottomarino dell'arcipelago Juan Fernandez accoglie tra acque trasparenti, un'immensa densità di pesci, oltre a murene, aragoste e la possibilità di immergersi con il giocherellone leone marino dal doppio pelo!
Col CANOPY si osserva il Cile da una prospettiva  diversa, aerea!
Esistono percorsi creati tra gli alberi, lungo i canyon, o sospesi sopra il letto di un fiume. Il percorso "El Condor", a Pucón, ha un'estensione di 3,5 km
e attraversa i vulcani Villarica, Quetrupillan e Lanin. E' il percorso canopy più lungo dell'America Latina


L'estesa varietà dei paesaggi fa sì che in Cile ogni tragitto sia un'esperienza a portata di canopy! Sostenuti dall'imbracatura, protetti dal casco e dai guanti, si percorrono spostamenti a 25 metri di altezza, tra alberi, lungo canyon o sul letto di un fiume. La grande popolarità di destinazioni come il Cajon del Maipo ne consente la pratica durante tutto l'anno e con diversi livelli di difficoltà. Chi cerca l'adrenalina, deve provare il percorso "El Condor" a Pucón. 
E' il tragitto più lungo in America Latina, con un'estensione di 3.500 metri e sei stazioni, e attraversa i vulcani Villarica, Quetrupillan e Lanin. Nel Sud del Cile, il canopy è spettacolare all'interno della Riserva Biologica Huilo Huilo, si vola e si contemplano le bellezze del Lago General Carrera.

CAMMINARE SUL GHIACCIO, esplorare la superficie accidentata del Glaciar Grey, osservare le sculture naturali di ghiaccio sedimentate nel Parco Nazionale Torres del Paine, attraversare tunnel di ghiaccio millenario è un'emozione impagabile, possibilissima in Cile, custode di oltre 2.000 ghiacciai, in buona parte sconosciuti al turismo di massa
Un'esperienza emozionante: camminare tra neve e ghiacciai, sopra l'immensità del deserto bianco. Si indossano i ramponi e si procede con un bastone che aiuti il passo a restare sicuro lungo il percorso. Il Cile, in particolare la Patagonia cilena, è uno dei luoghi preferiti per vivere questo genere di avventura. 
Poi ci sono le millenarie sculture di ghiaccio nascoste nel Parco Nazionale Torres del Paine e presso la Laguna San Rafael. Lo spirito avventuriero rinasce tra i crepacci, i fiumi e i tunnel che si formano tra i ghiacciai percorrendo il Ghiacciaio del Yelcho nella Carretera Austral
E alla fine del viaggio, si brinda con un bicchiere di whisky raffrescato da cubetti di ghiaccio millenario. Salute!
Sabbia, sole e adrenalina costituiscono il mix perfetto per fare SANDBOARD, una delle attività maggiormente in crescita nel Paese.
Distese di dune di diverse dimensioni e forme, fanno del Cile uno dei luoghi perfetti per scivolare sulla sabbia dorata a tutta velocità.
Il Cerro Dragon è la duna urbana più alta del Pianeta


Nel Nord del Paese, dove si trova il deserto più arido del mondo, si surfeggia sulla sabbia dell'Atacama e tra le scarpate nascoste della Valle della Luna, a bordo della tavola. 
A Iquique le dune si fanno facilmente domare, ma è l'imponente Cerro Dragon, la duna urbana più alta del pianeta, che mette a prova l'abilità con i suoi 350 metri d'altezza. Anche la zona centrale del Cile consente di praticare sandboard. Spiagge vicine a Valparaiso e Viña del Mar sono una delizia per gli amanti dell'adrenalina. Le loro discese estreme rendono obbligatorio l'uso di occhiali, stivali e protezioni.
Venti di differente intensità fanno delle coste cilene la destinazione ideale per KITESURF E SPORT NAUTICI. Le spiagge di Matanzas, Pupuya e La Boca di Rapel sfoggiano il titolo di regine del kitesurf,
grazie anche al "Surazo", il vento che raggiunge i 30/40 km orari

Ibrido tra il surf e il parapendio, il kitesurf trova in alcune spiagge cilene un eccellente location per la sua pratica. 
Venti di diversa intensità fanno delle coste del Paese la destinazione ideale sia per principianti sia per esperti del volo sull'acqua. Le spiagge di Matanzas, Pupuya e La Boca di Rapel sfoggiano il titolo di regine del kitesurf e rappresentano lo scenario ideale anche per il windsurf. Sono battute da un vento caratteristico, nominato "Surazo", che raggiunge i 30/40 chilometri all'ora, e aiuta i kiters a realizzare piroette degne di un circense. 
I laghi del Sud del Cile, come il Lago Villarrica, Caburgua e Llanquihue sono diventati anch'essi ottime mete per la realizzazione di voli prolungati e piroette spettacolari.
La geografia cilena,piena di colline e montagne di rilevante altitudine, offre lo scenario perfetto per il PARACADUTISMO, IL PARAPENDIO
E GLI SPORT AEREI in genere.  Va forte anche il PARASAILING:  veleggiare a 700 mt di quota trainati  da un motoscafo nel lago di Villarica

Luoghi simbolo come il Morro di Arica o il Cerro Dragon a Iquique, regalano la base di partenza per splendidi sorvoli che terminano sulla riva del mare o sulle alte dune della costa. 
A Santiago il paracadutismo è uno degli sport avventura con maggiori seguaci. Lanciarsi da un aereo a più di 4.000 metri di altezza accelera il battito del cuore e regala sensazioni uniche. Anche il Sud del Cile possiede numerosi luoghi per mettere a dura prova le vertigini. Destinazioni come Pucon e Lican Ray offrono cieli limpidi per praticare l'avventura di volare in gruppo. 
E sul lago di Villarica va in scena il parasailing: l'esperienza di galleggiare a 700 metri d'altezza trainati da un motoscafo
 
Concorso Natura Aperta
LINK DA SEGNALARE NELLE PUBBLICAZIONI:
www.chile.travel oppure http://www.nikonclub.it/cilenaturaaperta
PROMOSSO DA CILE TURISMO E NIKON ITALIA
Nato per far conoscere l'incredibile varietà ambientale che caratterizza il Cile, il concorso Natura Aperta è promosso da Cile Turismo e Nikon Italia. Protagonista del concorso è la natura selvaggia, sconfinata e incontaminata, in tutte le sue declinazioni. 
Un tema su cui il Cile non ha rivali, stretto tra l'Oceano Pacifico da una parte e le Ande dall'altra, esteso per circa 4300 km in lunghezza e circa 200 km in larghezza, custode di paesaggi che vanno dal più arido deserto del mondo alla lussureggiante foresta pluviale, dalle dolci colline ricamate di vigneti ai meridionali ghiacci perenni, antichi di 30.000 anni. E poi 50 vulcani attivi (il 10% dei vulcani attivi di tutto il mondo), fiumi limpidi, laghi cristallini, concentrazioni di geyser e surreali paesaggi lunari.
DURATA CONCORSO: Il concorso Natura Aperta si terrà dal 03/04/2017 al 14/05/2017
PREMIO CONCORSO: 1 viaggio-soggiorno per due persone in Cile del valore commerciale di € 8.200,00 (IVA inclusa). Il viaggio comprende comprende volo a/r in classe economy dall'aeroporto di Malpensa o Fiumicino a Santiago del Cile, 8 notti in hotel a 3 e 4 stelle a Santiago, Valparaiso e San Pedro de Atacama (comprensive di pernottamento e colazione), visita della Valle della Luna al tramonto; intera giornata di escursione alle lagune Miñiques e Miscanti, visita al villaggio di Socaire e al salar de Atacama con la Laguna Chaxa; escursione ai Geysers del Tatio; trasferimento aeroporto Santiago/Hotel Valparaiso/aeroporto Santiago
MODALITA' DI PARTECIPAZIONE:  Nel periodo dal 03/04/2017  al 14/05/2017 avrà svolgimento la presente iniziativa, gratuita, cui potranno aderire tutti gli utenti del sito/community nikonclub abilitati a partecipare ai contest del forum. Come partecipare? attraverso uno scatto fotografico avente come tema la "natura aperta". 

Più precisamente, gli utenti partecipanti dovranno realizzare uno scatto fotografico raffigurante, secondo la loro visione, la "natura aperta", inteso sia in maniera letterale (es. foto di spazi naturali particolarmente vasti) ma anche in senso più figurativo (es. la foto di una persona a braccia aperte dimostra la natura aperta del carattere di quella persona). 

Per inviare i propri scatti basta collegarsi al sito http://www.nikonclub.it/cilenaturaaperta, accedere alla sezione dedicata alla presente iniziativa, compilare obbligatoriamente ogni parte del form di registrazione ed effettuare l'upload dello scatto fotografico (di seguito "Contributo").

VOTAZIONE ONLINE DELLE FOTOGRAFIE: I Contributi ammessi saranno pubblicati in un'apposita gallery del sito www.nikonclub.it e potranno essere votati, dal 03/04/2017 al 14/05/2017, sia dall'autore che da altri utenti (necessariamente maggiorenni)

PREMIAZIONE E GIURIA: al termine del concorso si riunirà una giuria tecnica decreterà i 20 contributi che avranno ottenuto il punteggio più alto, la selezione di 1 contributo che verrà pubblicato sulle brochure di promozione per i viaggi in Cile, distribuite nell'arco dell'anno per varie attività promozionali.

La giuria valuterà i contributi in base ai seguenti criteri di valutazione:
a.            Interpretazione del tema Natura Aperta
b.            Creatività
c.            Qualità tecnica ed estetica dell'immagine

NITAL S.p.A. è il distributore ufficiale di NIKON in ITALIA. Ogni giorno ascolta il respiro del mondo, osserva la sua evoluzione e ne percepisce i cambiamenti da un edificio moderno, tecnologico ed ecosostenibile situato nel polo hi-tech di Moncalieri, a due passi da Torino. Sulla copertura della sede risiedono 1300 pannelli fotovoltaici che producono 316 kWh, ovvero l'80% del fabbisogno energetico aziendale. 

"Riteniamo che, disponendo per nostra dislocazione territoriale di adeguate risorse energetiche alternative e della tecnologia per riprodurle e consumarle, sia nostro dovere, come azienda italiana e rappresentante di diversi importanti brand di fama mondiale, sfruttare al massimo le energie rinnovabili e alternative. Perché lo stato di civiltà di una impresa si misura anche da quanto essa incida sul progresso non solo economico, ma anche culturale ed ambientale, di un Paese" così spiega Aldo Winkler, CEO di Nital S.p.A.

NIKON CLUB è la Community ufficiale Nikon dedicata al confronto tecnico e fotografico, agli incontri sul territorio e tanto altro! L'iscrizione è gratuita e la registrazione del tuo prodotto Nital consente di accedere a tutti i servizi offerti dal mondo Nikon

Tour2000 è il tour operator sponsor del viaggio premio. Fondato nel 1992, è specializzato nell'organizzazione di viaggi in tutto il continente latino americano, Sudamerica, Centroamerica, Cuba e Messico in particolare. Propone, accanto alle mete di viaggio tradizionali, percorsi inconsueti in Paesi poco conosciuti e in parte inesplorati. 

Organizza viaggi "a tema" con diverse tipologie di itinerari legati all'archeologia, l'enogastronomia, le immersioni, la religione, i viaggi di nozze/anniversari, il trekking e l'andinismo. L'alta specializzazione delle proposte di viaggio a livello storico, antropologico, culturale e naturalistico, va di pari passo con il rispetto per le culture locali e per il loro territorio


PER INFORMAZIONI:
visitare (E SEGNALARE :-) il sito del Cile: www.chile.travel
oppure del concorso fotografico promosso da CILE TURISMO E NIKON ITALIA alla pagina web: http://www.nikonclub.it/cilenaturaaperta
 


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI