Cerca nel blog

venerdì 13 gennaio 2017

Forte di Bard: boom di visite nel 2016

Nell'anno del decennale al Forte di Bard superati i 369 mila accessi con un incremento del + 17%

Nelle festività natalizie oltre 26mila visitatori.  
E da ora i biglietti delle aree espositive disponibili anche online. 


Mai così tanti visitatori al Forte di Bard. Il 2016, anno del decennale di attività, il polo culturale e turistico ha segnato il record di presenze toccando la punta massima mai raggiunta dal 2006 ad oggi di 369.368 presenze, con un aumento del 17% rispetto al 2015 quando le presenze furono 314.498

A trainare gli ingressi sono state in particolare le grandi mostre evento come Golden Age con 28.556 ingressi, Marc Chagall. La Vie che ha registrato 56.838 visitatori Elliott Erwitt Retrospective con 35.866 visitatori. 

Molto bene anche l'esposizione dedicata al dietro le quinte del film Avengers: Age of Ultron che si è conclusa l'8 gennaio scorso segnando 49.519 ingressi. 

Sul fronte dei flussi programmati nel 2016 i gruppi che hanno acquistato la visita assistita alla fortezza sono stati ben 539; le scuole che hanno scelto la fortezza per attività didattiche sono invece state 285 per un totale di 7125 studenti.

Di rilievo, per l'imponente lavoro di networking svolto nei confronti di collezionisti e istituzioni culturali per l'ottenimento dei prestiti, l'apertura del percorso FdB Modern con oltre 50 opere di arte moderna e contemporanea in larga parte visitabili negli spazi esterni, mentre simbolico il varo del francobollo con l'effigie del Forte di Bard nel novembre scorso, entrato di diritto nella filateria del nostro paese.

Il trend positivo relativo alle presenze si è confermato nel corso delle festività di fine e inizio anno con numeri record e in forte incremento rispetto allo stesso periodo del 2015/2016. 

Dal 24 dicembre 2016 all'8 gennaio 2017 le presenze sono state pari a 26.699 unità.

In testa alle preferenze del pubblico la nuova edizione della mostra World Press Photo

Aperta dal 7 dicembre 2016 sino all'8 gennaio 2017, l'esposizione ha conquistato complessivamente 9076 visitatori con una media di oltre 300 visitatori al giorno

Benissimo anche la mostra fotografica Robert Doisneau. Icônes che in meno di un mese di apertura (dal 17 dicembre) ha conquistato 7461 visitatori.

"Nell'anno del decennale - commenta il Presidente dell'Associazione Forte di Bard, Augusto Rollandin - le cifre relative alle performance del Forte premiano la qualità dell'offerta espositiva e dei servizi sui quali c'è da parte dell'Associazione Forte di Bard un'attenzione costante. I numeri relativi alle presenze premiano il lavoro svolto caratterizzato da 9 mostre organizzate nel corso del 2016. L'attrattività del Forte e del Borgo di Bard, un sistema integrato di offerta turistico-culturale, è stata in questi giorni confermata anche dalla classifica stilata dal portale investireoggi.it che colloca il sito tra i dieci castelli più belli d'Italia. Sul legame col Borgo e con il territorio circostante continueremo a lavorare proseguendo quanto già avviato in questi anni e che si è rafforzato nel 2016 con numerosi eventi delocalizzati che hanno visto il Forte collaborare con molti Comuni. In stretto accordo con gli altri soci e le parti interessate sono inoltre in corso le relative analisi per il potenziamento infrastrutturale e logistico del polo culturale di Bard».

Per agevolare l'accesso del crescente numero di turisti è stato attivato da alcune settimane un servizio di biglietteria onlinesulla piattaforma Mida Ticket: «Dopo una fase iniziale di test -commenta il consigliere delegato Gabriele Accornero - il servizio è ora a regime e oltre che per l'acquisto degli ingressi alle singole aree espositive consentirà anche di acquistare l'accesso agli eventi e concerti organizzati nel corso dell'anno bypassando le code con accesso diretto agli spazi di interesse».


--

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI