Cerca nel blog

martedì 25 ottobre 2016

Trekking Urbano. L’Italia si scopre camminando: il 31 ottobre torna in 53 città il Trekking Urbano

Oltre 60 itinerari dedicati al Giubileo per scoprire gli angoli più suggestivi delle città italiane.

Oltre 60 itinerari dedicati al Giubileo che uniscono arte, cultura, spiritualità e prodotti tipici.


SIENA. La carica dei 53 Comuni del Trekking Urbano si prepara a invadere il Paese. Lunedì 31 ottobre le più belle città d'arte italiane si sveleranno al ritmo lento dei passi in occasione della XIII Giornata nazionale del Trekking Urbano

Oltre 60 itinerari, da Nord a Sud, passando per il Centro e le Isole, dedicati al Giubileo per per scoprire, camminando, gli angoli più suggestivi delle città italiane, attraverso percorsi che uniranno arte, cultura, spiritualità e prodotti tipici. 

Nei 5Comuni italiani, guidati da Siena l'edizione 2016 del Trekking Urbano sarà un viaggio tra sacro e profano, tra maestose cattedrali e basiliche di ogni epoca, tra santuari sperduti sulle montagne e piccole pievi di campagna, passando lungo antichi Cammini di fede per arrivare ai luoghi simbolo della cristianità. 

I numeri: le città del Trekking urbano 2016. Le 53 città che, con Siena capofila, si appresteranno a far vivere ai partecipanti esperienze ed emozioni, lungo le vie, sulle piazze, nei vicoli e tra scorci storici e naturalistici più suggestivi in Italia sono: Acqui Terme (Alessandria), Ancona, Arezzo, Asciano (Siena), Ascoli Piceno, Biella, Bologna, Buccheri (Siracusa), Cagliari, Caserta, Castelfranco Veneto (Treviso), Catania, Ceglie Messapica (Brindisi), Chieti, Cividale del Friuli (Udine), Conegliano (Treviso), Correggio (Reggio Emilia), Cosenza, Feltre (Belluno), Fermo, Follina (Treviso), Forlì, Grosseto, La Spezia, Lucca, Macerata, Mantova, Massa Marittima (Grosseto), Montalbano Jonico (Matera)Montebelluna (Treviso), Murlo (Siena), Napoli, Narni, Oderzo (Treviso), Padova, Palermo, Palmanova (Udine), Pavia, Pistoia, Ragusa, Rieti, Salerno, Salsomaggiore Terme (Parma), San Giustino (Perugia), Siena, Spoleto, Tempio Pausania, Terracina (Latina), Trento, Treviso, Urbino, Valdobbiadene (Treviso), Vittorio Veneto (Treviso). 

Saranno 17 le Regioni rappresentate (Calabria, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria, Veneto) e 6 i capoluoghi di regione (Ancona, Bologna, Cagliari, Napoli, Palermo, Trento). 

I percorsi poco 'battuti' dal turismo tradizionale. L'edizione 2016 del Trekking urbano propone ai partecipanti itinerari affascinanti che permetteranno di visitare luoghi, spesso chiusi al pubblico oppure scarsamente attraversati dal turismo tradizionale: dalla Chiesa di San Gregorio Armeno di Ancona al Monumento del Calvario di Ceglie Messapica, costruito per ringraziare il Signore per aver protetto la città dal colera fino alle Chiese, fino agli oratori 'dimenticati' di Conegliano

Cividale del Friuli l'itinerario tra sacro e profano culminerà con la visita al misterioso ipogeo celtico, racchiuso nel cuore della città, mentre a Correggio saranno aperte le porte delle chiese e delle pievi più belle della città. 

Follina in provincia di Treviso sarà possibile visitare la suggestiva abbazia cistercense, che nell'anno Giubilare è stata scelta come Porta Santa. 

Urbino il percorso prende spunto dal legame tra il Giubileo e la tradizione giubilare ebraica alla scoperta della sinagoga, delle chiese degli oratori della città. 

La Spezia condurrà i partecipanti attraverso un percorso alla ricerca della spiritualità della natura, lungo le antiche vie di Fabiano, riattivando idealmente l'originale itinerario che, partendo dal borgo murato di Spezia, univa il Convento di San Francesco con il Santuario della Madonna dell'Olmo

Alla misericordia e ai luoghi dell'accoglienza sarà invece dedicato l'itinerario di Macerata tra chiese, conventi e asili per orfani e bisognosi. 

I capolavori d'arte e le testimonianze di fede, firmate da Ambrogio Lorenzetti e Giovanni Pisano saranno al centro della proposta di trekking urbano del Comune di Massa Marittima, città d'arte tra le più belle in Maremma. 

Montebelluna in provincia di Treviso sarà possibile percorrere la strada che dal centro storico conduce al Colle di Montebelluna sulle tracce della fede e delle icone mariane. L'eremo agostiniano di Santa Maria di Roccamadur nella campagna di Murlo sarà al centro del percorso alla scoperta di antiche pievi e chiese. 

La città di Pistoia infine proporrà un itinerario inconsueto che muove le mosse dalla figura dell'eremita mistica, Lappacina dal Gallo fondatrice di due congregazioni femminili che hanno sede in due luoghi al centro del percorso: il Monastero di Santo Stefano che ospita le Clarisse e il Monastero di Santa Maria degli Angeli, sede delle Benedettine. 

Tra sacro e profano. Un cammino tra storia e fede è quello proposto da: Treviso lungo le tracce di antichi pellegrini; Oderzo alla ricerca delle testimonianze venete antiche; Palmanova, peculiare città fortezza, dove sarà possibile visitare il Duomo Dogale e i suoi tesori; Salsomaggiore Terme, attraverso il centro storico, i parchi e le chiese; San Giustino tra chiesette, oratori e cappelle dedicate a San Francesco; Tempio Pausania, dove si racconterà la trasformazione della città da luogo di faide a realtà civile e religiosa; Acqui Terme, lungo un itinerario che valorizzerà il patrimonio termale, storico e artistico e Grosseto con un percorso tra memorie sacre, affreschi ed opere d'arte del territorio. 

I 'gioielli storico artistici' e i personaggi 'famosi'. Da Nord a Sud, la Giornata Nazionale del trekking urbano permetterà di approfondire, in maniera del tutto nuova, la storia che si cela dietro al patrimonio artistico italiano più conosciuto e ad alcuni personaggi importanti. 

E' con questo spirito che si farà tappa alla Chiesa di San Domenico ad Arezzo per vedere da vicino il Crocifisso di Cimabue o al Duomo di Castelfranco Veneto, dove è conservata l'enigmatica Pala del Giorgione. Al cammino interiore di Dante Alighieri è invece dedicato il percorso proposto da Forlì, dove sarà possibile visitare i luoghi familiari al Poeta e le tracce trecentesche rimaste nel centro storico. 

A  Napoli sarà l'occasione per visitare, tra le altre cose, con un prezzo scontato,le Catacombe di San Gennaro, antiche aree cimiteriali sotterranee risalenti al II e III secolo oppure passeggiare nel Real Bosco di Capodimonte, il "Più bel parco d'Italia 2014", per raggiungere la Chiesetta di San Gennaro, aperta per l'occasione. 

La Cattedrale di Palermo sarà, invece, il cuore dell'itinerario del trekking 2016 sia come luogo di culto che come tappa principale del percorso Arabo Normanno. 

Trento il percorso si snoderà dalla Basilica di Santa Maria Maggiore, sede del Concilio di Trento per entrare al Duomo, varcando la Porta della Misericordia. Per la prima volta protagonista dell'edizione 2016 del trekking urbano anche il Comune di Montalbano Jonico, che proporrà un percorso alla scoperta del centro storico, puntellato di chiese e cappelle gentilizie, con partenza dall'arco di San Pietro fino a raggiungere la Cappella della Madonna del Carmine.

I Cammini della fede e i santuari. Il Trekking urbano sarà anche l'occasione per percorrere alcuni tratti di Vie e Cammini di fede che, in passato, brulicavano di viandanti, mercanti e personaggi di ogni genere. 

Ad Asciano scopriremo la storia della Via Lauretana che da Roma andava verso il Santuario di Loreto. Alla Via Francigena sono dedicati i percorsi di Buccheri in provincia di Siracusa e di Pavia lungo le rive del Ticino da dove salpavano i pellegrini per raggiungere le terre d'Oltremare. 

Siena proporrà un itinerario tra i luoghi della Via Francigena legati al pellegrinaggio, come il Santa Maria della Scalae i Santi legati alla città: da San Berardino a San Galgano

Mantova si potrà percorrere l'antica Via Carolingia che portò Carlo Magno dalla cittadina di Marmirolo alla Basilica di Sant'Andrea fino a Roma, dove fu incoronato Imperatore. Lungo la Via Appia, usata nel Medioevo come Via Francigena del Sud, si snoderà l'itinerario di Terracina tra centro storico e percorsi extraurbani da dove è possibile ammirare il Circeo e le isole Ponziane. 

Lucca sarà possibile visitare la Cattedrale con il Volto Santo, simbolo della fede lucchese e meta di pellegrini da tutta Europa, mentre a Narni faremo tappa al Santuario della Madonna del Ponte, incastonato nella roccia e meta di pellegrinaggi. 

Salerno, attraverso le testimonianze custodite nel Duomo, si ripercorrerà il culto delle reliquie di San Bartolomeo e San Matteo. 

Ragusa gli itinerari del trekking urbano 2016 coincidono con le Vie dei Santi, leggende di processi e processioni che passano per il Santuario della Madonna del Carmine, la Chiesa delle Anime SS. del Purgatorio e del SS. Trovato, fra degustazioni di dolci tipici e vino novello. 

Nella Valle Santa di Rieti sarà possibile attraversare e scoprire il Cammino di Francesco e, in particolare, visitare due dei quattro santuari francescani collocati a pochi chilometri dal centro cittadino.

I Santi simbolo. Molte le proposte di itinerario incentrate sulla storia di Santi e martiri, poi diventati simbolo delle diverse città italiane: da San Emidio, decapitato in piazza e oggi patrono di Ascoli Piceno a Domenico di Guzmán, fondatore dei Domenicani, le cui spoglie sono conservate nella Basilica di San Domenico a Bologna

Cagliari, dopo aver attraversano i cunicoli della città sotterranea, sarà possibile fare tappa al Carcere di Sant'Efisio, luogo che ospitò il Martire durante la sua prigionia, mentre a Catania sarà possibile ripercorrere la storia di Sant'Agata che, ogni anno, viene celebrata dai catanesi con la terza festa religiosa più importante al mondo. 

La città di Padova renderà omaggio ai santi millenari della città come San Luca e Sant'Antonio insieme a quelli più recenti come San Leopoldo Mandic, in ostensione a Roma nel maggio di quest'anno come personaggio significativo del Giubileo della Misericordia. Sulle orme di San Savino, copatrono di Fermo e degli altri personaggi della storia del Cristianesimo si snoderà l'itinerario del Comune di Fermo. 

San Venanzio Fortunato sarà invece dedicato il percorso di Valdobbiadene attraverso panorami mozzafiato, parchi e ville, mentre Vittorio Venetoin provincia di Trevisoproporrà un inedito viaggio sulle orme dei suoi vescovi: San Tiziano, Lorenzo Da Ponte e Papa Luciani. 

Chieti si andrà sulle tracce della devozione popolare nelle diverse epoche: dalla Civitella al Trivigliano, scopriremo i principali luoghi di culto di età italica, romana, medievale e moderna, in un percorso che si snoda attraverso le vie e i quartieri del centro storicodella città abruzzese.

I luoghi Patrimonio Unesco. L'edizione 2016 sarà inoltre caratterizzata da percorsi che faranno tappa in alcuni luoghi diventati Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco: dal Santuario d'Oropa e del suo Sacro Monte a Biella alla Cattedrale di Cosenza, fino ai conventi perduti di Feltre circondati dalle Vette Feltrine, territorio Dolomiti Unesco. 

Spoleto propone un suggestivo itinerario alla scoperta dei luoghi e della storia di San Francesco, attraverso il quale si arriverà alla Basilica di San Salvatore, patrimonio Unesco. Al centro del percorso di Caserta ci sarà la Reggia vanvitelliana, patrimonio dell'Unesco e punto di partenza dell'itinerario che toccherà anche la Chiesetta di Montevergine, la Chiesa di Sant'Agostino, la Cattedrale di San Michele Arcangelo e il Palazzo nobiliare dei Paternò. 

Info Giornata Nazionale del Trekking Urbano
Per informazioni è possibile contattare l'assessorato al turismo del Comune di Siena ai numeri 0577.292128/2178/2206 oppure inviare un'e-mail a turismo@comune.siena.it. 

Per conoscere gli itinerari proposti dalle 53 città è possibile consultare il sito www.trekkingurbano.info, la Pagina Facebook e il Profilo Twitter del Trekking Urbano.


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI