Cerca nel blog

mercoledì 20 luglio 2016

Shakti Himalaya, per una luna di miele sul tetto del mondo



La luna di miele più romantica? È sul tetto del mondo

Per sposi con l'anima dei viaggiatori, ci sono le proposte da sogno firmate Shakti Himalaya: destinazione Sikkim e Uttarakhand, in India, tra soggiorni in dimore tradizionali di charme, emozionanti itinerari nella natura e un boutique hotel con vista sulle vette himalayane (perfetti per viaggi di nozze tra ottobre e aprile)

L'India delle montagne – fatta di templi antichi, di tradizioni contadine, di riti buddhisti e di villaggi che regalano autentici salti indietro nel tempo – può diventare il perfetto scenario per viaggi di nozze all'insegna dell'avventura, della scoperta e del lusso consapevole e attento all'ambiente: lune di miele "alternative", da realizzare con la compagnia di luxury travel Shakti Himalaya negli stati himalayani dell'Uttarakhand e del Sikkim.

La stagione perfetta per visitare queste due regioni va dai primi di ottobre fino ad aprile inoltrato. In questo periodo, Shakti Himalaya propone una serie di itinerari a piedi con appoggi in dimore tradizionali di charme. Gli itinerari possono essere naturalmente declinati in base ai desideri dei clienti.


Tra le proposte, Shakti Kumaon Village Walks è un itinerario circolare che attraversa la piccola regione del Kumaon (Uttarakhand): qui la catena dell'Himalaya si mostra in tutta la sua severa maestosità: il sovrano assoluto della regione è il Nanda Devi (7.816 metri di altitudine), il cui nome significa "dea dispensatrice di beatitudine". Il panorama è da togliere il fiato e riempire gli occhi di stupore, con oltre dodici cime sopra i 6.400 metri. E a fine giornata ci si rintana nelle dimore ristrutturate da Shakti Himalaya, case rese comode e accoglienti preservando con cura il fascino dell'esperienza di vita rurale himalayana: letti rustici in legno, morbidi materassi, coperte di pashmina e stuoie chattai sul pavimento. Ma è il momento della cena quello in cui i viaggiatori riescono ad assaporare al meglio la magia di un viaggio lontano dai grandi hotel e dal lusso omologato: Shakti mette infatti a disposizione uno chef, per un tuffo nei sapori e nei colori della cucina indiana. Yeshi, tibetano e appassionato di alpinismo e trekking, propone ricette ispirate alle tradizioni parsi, kumaoni, oltre a specialità del Nord e del Sud dell'India (Kerala): speziati dhal (lenticchie), croccanti samosas (triangolini fritti ripieni di verdure, carne o patate) o ancora morbido chapati (il pane locale). Yeshi è anche a disposizione dei viaggiatori che vogliono imparare qualche ricetta locale. Per le serate troppo fredde vengono allestite intime salette interne, ma spesso si cena all'aperto, riscaldati dal calore di un falò, sotto il cielo dell'Himalaya. Tra le altre attività possibili, yoga e massaggi.

In alternativa (o in combinazione con l'itinerario nel Kumaon), gli sposi possono anche concedersi il lusso di uno dei Relais & Châteaux più piccoli al mondo: stiamo parlando di Shakti 360° Leti, lodge collocato a oltre 2.000 metri di altitudine, meravigliosa combinazione di tecniche di costruzione tradizionali e design contemporaneo, con una vista mozzafiato sulle vette dell'Himalaya. In questa incredibile location – appartata, scenografica, davvero unica – si trovano quattro romantiche pavillion-suite e una grande sala da pranzo a vetrate. Ogni abitazione ha anche un patio privato, per chi vuole godersi la vista in silenzio, solitudine e totale tranquillità.

Infine, spostandoci verso le regioni nord-orientali del subcontinente indiano, Shakti Himalaya è presente anche nel minuscolo stato del Sikkim, incastonato tra Tibet, Bhutan e Nepal. Con i più famosi vicini, condivide le millenarie radici buddhiste e, naturalmente, gli imponenti paesaggi himalayani: qui si ammira l'immenso Kanchenjunga, la terza montagna più alta del mondo (8.598 metri). E qui – tra antichi templi in stile tibetano (gompa) e silenziose vallate ricoperte di fitte foreste e striate qua e là da terrazzamenti coltivati a riso – il tour operator propone lo Shakti Sikkim Village Walk, itinerario di sei giorni che si sviluppa intorno alla cittadina di Rinchenpong, dove si trova un magnifico monastero buddhista. Anche in questo caso l'alloggio è in case tradizionali trasformate in dimore di charme, tutte completamente rinnovate per la stagione 2016.

SHAKTI HIMALAYA WORLD in sintesi – L'India delle montagne, fatta di templi antichi, di tradizioni contadine, di riti buddhisti, di vette imbiancate e di villaggi che regalano salti indietro nel tempo: tutto questo è Shakti Himalaya, un brand che si presenta come una vera e propria filosofia di viaggio. Presente in tre stati del subcontinente – ovvero Uttarakhand (nella piccola regione di Kumaon), Sikkim e LadakhShakti propone "itinerari di viaggio" che nascono dalla combinazione di case tradizionali trasformate in dimore di charme e un team dedicato – fatto di guide esperte, chef e accompagnatori – capace di rendere la scoperta di queste terre un'esperienza affascinante, autentica e confortevole. A tutto ciò si aggiunge anche Shakti 360° Leti, nella regione di Kumaon, boutique hotel entrato a far parte del mondo Relais & Châteaux nel 2015.

Contatti
Shakti Tours Pvt Ltd
903-904, Vatika City Point Sector 25,
MG Road, Gurgaon 122002, India
www.shaktihimalaya.com


Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI