Cerca nel blog

lunedì 2 maggio 2016

In barca a vela con Sailsquare: una vacanza green che fa bene al pianeta

Secondo i dati della Commissione Europea, più di un italiano su tre si appresta a scegliere la propria vacanza estiva tenendo conto di opzioni di viaggio rispettose dell'ambiente. 


Per offrire un motivo in più per scegliere la barca a vela, Sailsquare (https://it.sailsquare.com/), la piattaforma online che connette gli skipper con una barca e i viaggiatori che vogliono fare una vacanza in barca a vela, ha stimato la riduzione delle emissioni di CO2 che si ottiene viaggiando a vela in cinque classiche destinazioni estive: Croazia, Corsica, Spagna, Sardegna e Grecia.

ll risultato? Si possono risparmiare tra i 115 e i 325kg di CO2 per equipaggio grazie alla spinta del vento, pari al consumo energetico di una casa per una settimana o di una lampadina accesa per un anno.

Destinazione

Rotta

L'equipaggio risparmia

Croazia               

Da Venezia alla scoperta del parco naturale delle Isole Brioni (290km)

208kg CO2 = quantità assorbita da 10 alberi in un anno

Spagna

Minorca e Maiorca. Rotta verso il cuore delle Baleari (370km)

266kg CO2 = alimenta una casa per più di una settimana

Sardegna

A vela tra le perle dell'arcipelago toscano e della Maddalena (450km)

325kg CO2 = produzione di 2.708 bottiglie di plastica

Grecia

Le Sporadi, paesaggi incantati e spiagge solitarie, tra Skiathos e Skopelos (160km)

115 kg CO2 = lampadina da 13-watt accesa per un anno

Corsica

Nel blu del Santuario dei cetacei: Elba, Corsica e Capraia (145km)

104 kg CO2 = 30 kg di olio combustibile utilizzato per produrre elettricità

 

La scelta della barca a vela rappresenta una delle forme di vacanza più rispettose dell'ambiente e che maggiormente ne favoriscono la salvaguardia. 

Oltre alla spinta del vento come mezzo di propulsione, qui presa in esame, i consumi energetici durante l'intero arco della vacanza sono notevolmente ridotti rispetto, ad esempio, al soggiorno in una tradizionale struttura ricettiva

La vita in barca stimola infatti un utilizzo più razionale delle risorse a disposizione e sensibilizza l'intero equipaggio al rispetto dell'ecosistema marino e costiero. 

Per questo, i viaggiatori che hanno già scelto di salire a bordo di una delle centinaia di proposte di viaggio in condivisione pensate dalla community Sailsquare, hanno scoperto un modo di viaggiare totalmente nuovo, più a contatto con la natura e che ne rispetta i ritmi e la varietà. 

"Amare la vela significa amare la natura, l'ambiente, il benessere e lo stare assieme" afferma Riccardo Boatti, Co-fondatore di Sailsquare

"Gli skipper locali che pubblicano le loro proposte sono dei veri e propri ambasciatori delle bellezze naturali della costa, insegnano ai compagni di viaggio le pratiche più virtuose, come utilizzare a bordo solo materiali biodegradabili o evitare lo spreco di acqua. L'ambiente della vela è, in questo senso, un esempio con pochi eguali nel mondo dei viaggi".  

Con già oltre mille proposte presenti sulla piattaforma, la community Sailsquare farà rotta quest'estate in più di 35 destinazioni tra coste e isole di Italia, Spagna, Croazia, Grecia, Turchia, Francia e Canarie.

Per partecipare, i viaggiatori non dovranno far altro che scegliere la vacanza che più si adatta alle loro esigenze, consultando fra le centinaia di proposte dedicate a single, famiglie o gruppi di amici. 

Potranno quindi decidere se salire a bordo singolarmente o prenotare l'intera imbarcazione, in una delle proposte green in cui la scoperta di luoghi unici e l'incontro con nuovi amici contribuisce alla salvaguardia dell'ambiente.

 

Nota metodologica:

I livelli di CO2 sulla distanza percorsa sono stati calcolati prendendo come unità di misura i circa 120g/km emessi in media dalle auto di ultima generazione e quindi moltiplicati per il numero medio dei componenti di un equipaggio che viaggia in condivisione (6).

L'equivalenza delle emissioni è stata realizzata grazie al comparatore: http://www.yousustain.com



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI