Cerca nel blog

sabato 12 marzo 2016

Beach Arena da giugno a settembre per ospitare finali europee di beach soccer, megaschermo per seguire Olimpiadi ed Europei di calcio e tante altre manifestazioni, a Jesolo è già estate

Beach Arena per tre mesi davanti l'arenile di piazza Brescia a Jesolo. 

La Giunta approva una delibera per finanziare l'Olympic Village 2016 che ospiterà non solo le fasi finali europee di Beach Soccer ma anche tanti altri eventi, oltre ad un megaschermo per seguire Europei di calcio e Olimpiadi di Rio


Beach Arena da 2000 posti per tre mesi davanti al lungomare di piazza Brescia e fase finale delle qualificazioni europee di Beach Soccer ai primi di settembre con 24 nazioni e 500 persone coinvolte per 11 giorni che serviranno per scegliere le 4 squadre che andranno alla fase finale dei Mondiali in programma nel 2017 a Nassau alle Bahamas ripetendo così la fortunata esperienza del 2014. La Giunta comunale di Jesolo ha approvato una delibera che dà il via libera per l'allestimento di una struttura che diventerà un contenitore per una serie di iniziative sportive e di spettacolo che avrà una capienza sugli spalti di circa duemila persone. Non solo Beach Soccer, che di fatto, sarà l'evento conclusivo ma la Beach Arena diventerà l'Olympic Village 2016 sede ideale per ospitare un megaschermo per seguire gli Europei di calcio in Francia, le gare delle Olimpiadi di Rio, lo spettacolo unico di Griglie Roventi, Beach tennis e Beach volley, spettacoli teatrali, campionati di crossfit e tanto altro.

«Dopo aver scelto di accettare l'invito ad ospitare nuovamente la fase finale delle qualificazioni europee per scegliere i nomi delle 4 nazioni che andranno ai Mondiali di Beach Soccer come avvenne due anni fa - spiega il sindaco Valerio Zoggia - abbiamo pensato di sfruttare una struttura come quella della beach arena anche per altre iniziative di carattere sportivo e non solo proponendo così un contenitore polifunzionale. Un'offerta per la quale stiamo già ricevendo delle interessanti proposte non solo a livello sportivo e che stiamo valutando in relazione ai vari periodi. Un investimento che il Comune fa assieme alla Jesolo Turismo e che siamo certi sarà un valore aggiunto per la stagione estiva che ormai è quasi alle porte».

L'installazione avrà gli stessi costi di due anni fa, 125 mila euro, ai quali si aggiungeranno i 70mila euro destinati alla Federazione Internazionale del Beach Soccer e altri 30mila euro per mantenerla per i tre mesi centrali estivi, da giugno a settembre, sull'arenile di piazza Brescia. «Confermare un evento come quello della fase finale europea del Beach Soccer dopo la brillante e fortunata esperienza di due anni fa era il nostro primo obiettivo e lo abbiamo centrato - aggiunge l'assessore allo sport Ennio Valiante - La manifestazione durerà per 11 giorni e avrà una copertura mediatica notevole compresa quella di Rai Sport. La Federazione Internazionale ha giudicato positivamente l'esperienza di due anni fa ed ha così accolto la nostra disponibilità a tornare a Jesolo. Cambiamo location spostandoci dalla zona della spiaggia del Faro a piazza Brescia: questo garantirà sicuramente anche una maggior affluenza di pubblico e curiosi per seguire i match di questo sport molto spettacolare e coinvolgente anche per chi lo segue dalle tribune ma anche per tutti gli altri spettacoli e iniziative in programma».

«Lo sport è diventato ormai un veicolo di promozione turistica a cui è difficile fare a meno - aggiunge l'assessore al turismo Daniela Donadello - Quella del Beach Soccer è stata un'esperienza positiva anche in termini di presenze due anni fa e lo sarà anche quest'anno visto che solo la macchina organizzativa garantisce qualcosa come 4.700 notti per gli hotel della nostra città. Poter disporre di un contenitore polifunzionale come la beach arena ci consentirà poi di poter disporre di un luogo in cui concentrare molti eventi e tutti sulla spiaggia».



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI