Cerca nel blog

giovedì 24 settembre 2015

A Bormio per ascoltare il bramito del cervo


Ascoltare il bramito del cervo in autunno: un'esperienza indimenticabile
La ricca fauna del Parco Nazionale dello Stelvio offre la possibilità di molteplici osservazioni di animali nel loro habitat naturale: scoiattoli, lepri alpine, volpi, stambecchi, camosci, aquile e gipeti. Ma è soprattutto "Sua Maestà" il cervo la vera attrazione dell'autunno

Bormio, 24 settembre 2015  – Escursioni naturalistiche emozionanti all'interno del Parco Nazionale dello Stelvio – storica area protetta del nostro Paese – conducono sulle tracce del cervo. Il mammifero più rappresentativo del Parco è presente in consistenti popolazioni, tanto che all'inizio della stagione autunnale è possibile ammirare le parate dei maschi per la conquista delle femmine e, soprattutto, ascoltarne il bramito. Il potente richiamo d'amore riecheggia tra i boschi in tutte le ore del giorno, ma è in particolare all'inizio della notte che diventa più frequente e, complice il buio, rende l'atmosfera estremamente coinvolgente.
Considerata l'elevata concentrazione di questa specie, non occorre effettuare lunghe escursioni per godere di questo spettacolo naturale, in quanto i cervi possono spingersi anche all'inizio dei sentieri che si inoltrano nelle valli. Ovviamente non bisogna infastidire gli animali con luci o cercando di avvicinarli.

In Val Zebrù, safari notturno alla "corte" del cervo
L'incontaminata Val Zebrù, in Alta Valtellina ai piedi del massiccio Ortles-Cevedale, è conosciuta per la ricchezza della sua fauna e per la notevole popolazione di ungulati. La valle, compresa nell'area del Parco Nazionale dello Stelvio, è quindi il luogo ideale per l'avvistamento in natura del cervo e per ascoltarne l'inconfondibile richiamo. La località di partenza dell'escursione naturalistica può essere raggiunta da Bormio seguendo la S.P. 29 del Passo di Gavia in direzione di S. Caterina Valfurva. A S. Nicolò Valfurva, in prossimità della piazza del municipio si imbocca, a sinistra, la rotabile per la Val Zebrù. Si prosegue fino alla frazione di Niblogo, oltre la quale si trova un parcheggio auto

Di seguito le varianti escursionistiche effettuabili.

Difficoltà:
Nessuna fino alla Baita del Pastore (2.168 m, raggiungibile anche con il servizio di fuoristrada)
più in alto, facili sentieri
Tempi di percorrenza a piedi (escluse le pause) e dislivelli:
da Niblogo a Zebrù di Fuori (1.828 m) – 1 h 30' circa, dislivello 230 m 
da Zebrù di Fuori alle Malghe di Campo (2.000 m) – 1 h circa, dislivello 170 m 
dalle Malghe di Campo alla Baita del Pastore (2.168 m) – 45' circa, dislivello 180 m 
dalla Baita del Pastore al Rif. V Alpini (2.878 m) – 2 h circa, dislivello 700 m 

Possibilità di escursioni con esperti
Per chi preferisce affidarsi in piena tranquillità a esperti del Parco Nazionale dello Stelvio o a guide alpine locali, sono organizzate escursioni guidate per consentire a tutti, anche in autunno, di vivere l'emozionante esperienza dell'incontro ravvicinato con i cervi. 
Per informazioni sulle date, sulle iscrizioni e sull'attrezzatura necessaria, è possibile rivolgersi all'Ufficio Turistico Bormio (www.bormio.eu) – tel. 0342 903300.


Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI