Cerca nel blog

lunedì 19 maggio 2014

Scoprire le sfaccettature della provincia di Trapani

La Sicilia, nei secoli, ha sempre affascinato e conquistato i viaggiatori.
"L'Italia senza la Sicilia, non lascia nello spirito immagine alcuna. È in Sicilia che si trova la chiave di tutto", così infatti scriveva, nel 1817, il grande scrittore tedesco Goethe.

La sua bellezza è probabilmente da ascrivere alla completezza culturale che avvolge la Sicilia come un caldo mantello. Da qui infatti sono passate praticamente tutte le civiltà che hanmno fatto la storia d'Europa, dal neolitico fino ai tempi moderni.
E' qui che i greci edificarono acropoli e templi sopravvissuti fino ai giorni nostri.
E sempre qui gli antichi romani avevano il granaio del loro impero.

E come dimenticare le testimonianze lasciate qui da quel Regno dell Due Sicilie che, oltre a prendere a prestito il nome, ha lasciato sul territorio monumenti e testimonianze architettoniche ha trovano la loro massima espressione nel barocco che caratterizza gli edifici dei centri storici di diverse località siciliane.

Tra tutte le mete turistiche, una è particolarmente bella e suggestiva, soprattutto perchè lontana dalle tratte del turismo di massa: la provincia di Trapani.

Il motivo di tale bellezza è dato dalla varietà di ambienti che compongono la provincia.
Infatti all'interno del territorio possiamo trovare le grotte del paleolitico (Grotta del Genovese di Levanzo), templi e teatri greci (Segesta e Selinunte), vestigia Romane (capo Boero di Marsala e le case romane di Marettimo), Templi medioevali (sul monte erice), Barocco (centro storico di Trapani).
 

A questo viaggio nella cultura e nella storia va affiancato un viaggio parallelo nelle bellezze naturalistiche. Infatti la provincia di Trapani conta una mezza dozzina di riserve naturali tra le quali menzionare quella delle Saline di Trapani (con i suoi fenicotteri rosa), la riserva marina di favignana (delfini e tartarughe) e la più vasta di tutte: la Riserva dello Zingaro alle porte di San Vito lo Capo.

Infine, ultimo viaggio, ma non per questo meno importante, è il viaggio enogastronomico nel territorio che ha il primato di produzione di uve in europa e che conta decine e decine di etichette fra DOC e IGT.
Per non parlare di piatti unici che si possono assaporare solo in questo territorio: couscous di pesce, busiate con pesto alla trapanese, panini con le panelle (frittelle di farina di ceci) e tutti i prodotti di tonnara che in questo territorio hanno avuto una cultura personale e parallela grazie alle innumerevoli tonnare sparse nel territorio.

Ci fermeremmo qui, ma non si può parlare della provincia di Trapani senza citare il suo mare e le sue spiagge tra le quali spicca quella di San Vito lo Capo, vincitrice per 2 anni di fila del titolo di migliore spiaggia d'Italia secondo gli utenti di Tripadvisor's.

Dormire in questo territorio quindi è un'esperienza unica ed abbordabilissima visto che, ad esempio, il costo a persona in B&B si aggira attorno alle 25-30 euro a persona a notte ed il prezzo medio di un pasto in un ristorante è attorno alle 20-25 euro.


Raggiungere la provincia di Trapani è semplicissimo grazie all'aeroporto di Trapani che, servito da Ryanair, è collegato con le principali località italiane ed europee.

Per dormire invece consigliamo di visionare la pagina dei B&B a Trapani del portale turistico www.hotel-trapani.com che fornisce tutte le informazioni sulle strutture ricettive ed anche una comodissima chat attraverso la quale poter parlare con un operatore fisicamente residente a Trapani per chiedere tutte le informazioni necessarie.


Il portale fornisce inoltre tantissime altre informazioni sui luoghi, sugli orari dei vari mezzi pubblici, foto e video gallery tramite le quali poter avere un'anteprima delle bellezze che andrete a vedere.

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI