Cerca nel blog

venerdì 6 aprile 2012

Borsa Mediterranea del Turismo: in giro per gli stand


   

In giro per gli stand della Borsa Mediterranea del Turismo

Con la BMT Napoli capitale del turismo internazionale

 

 

«Tra vent'anni sarete più delusi per le cose che non avete fatto che per quelle che avete fatto. Esplorate. Sognate. Scoprite», così Mark Twain.

E proprio con gli occhi incantati dei viaggiatori virtuali che siamo usciti dalla kermesse della BMT dopo aver visitato tanti stand che ci ha consentito di conoscere le offerte turistiche dei vari operatori. Le più affascinanti restano sempre quelle dei paesi esteri, nei quali noi tutti desideriamo recarci per una esperienza in più.

Si è conclusa domenica alla Mostra d'Oltremare la sedicesima edizione della Borsa Mediterranea del Turismo ed è stato un successo con i ventunomila ospiti che hanno visitato la fiera. Alla manifestazione, prima in Italia per il B2B e punto di riferimento internazionale per il mercato del Mediterraneo, hanno aderito molti dei nomi più prestigiosi del settore dei trasporti marittimi e soprattutto tanti Enti del Turismo internazionali e nazionali che, nel corso dei tre giorni hanno proposto per la prossima stagione estiva la loro migliore offerta turistica. Ecco alcune proposte di viaggio, vicine e lontane.

Una meta interessante è la Tunisia  per la vicinanza al nostro Meridione d'Italia. A proporre questo tuffo nel vicino Nord Africa, è l'Ente del Turismo Tunisino che vede quale direttore generale per l'Italia Neji Ben Othmane (www.tunisietourisme.com.tn), rappresentato per il Centro Sud Italia da Abdel Malek Behiri. È quanto mai interessante visitare le tre grandi medine dichiarate dall'Unesco patrimonio dell'umanità. La più vasta, quella di Tunisi, offre  grandi souk coperti, moschee decorate con tegole verdi e marmo rosa, hammam antichi, per non parlare di quella di Kairouan che custodisce i suoi antichi monumenti in un intreccio di stradine bianche e la medina di Sousse che si espande ai piedi della sua casbah.

La Tunisia che grazie al "nuovo corso", che si è avuto dopo la primavera araba, è tra le mete preferite dai napoletani (in città un punto di riferimento è il Console Tunisino Brahim Aouam), che sono invogliati a raggiungere questo incantevole paese grazie ai voli diretti della Tunisair Express che da Capodichino raggiungono Tunisi il lunedì ed il venerdì e da giugno anche il mercoledì. Il Paese è da vivere con tutta la famiglia e allora val la pena di concedersi tutto il tempo necessario per scoprire antiche pasticcerie, caffè locali, ristoranti e tanto altro ancora che fanno parte della vita quotidiana dei tunisini  nelle città piccole e grandi dove passeggiare è un piacere e dove la vita moderna ben si coniuga con la tradizione.  Un esempio è andare alla scoperta di Tunisi e dei suoi dintorni (museo del Bardo, Grande Moschea, vestigia di Cartagine e Sidi Bou Said), girovagando anche  tra negozi e mercati che attirano ogni giorno tanta gente da tutto il mondo. In Tunisia l'ospitalità è di casa e quale simbolo di benvenuto si offre ai turisti un piccolo e profumatissimo bouquet di fiori di gelsomino.

Tra le mete turistiche  greche più interessanti e nuove  abbiamo potuto scoprire l' Epiro, una regione storico-geografica con capoluogo Giannina, romanticamente adagiato sulle sponde del lago Pamvotis, sede di un antico oracolo dedicato alla dea Dione. Oggi la località è famosa per il suo antico teatro. Ioannina costituisce la base per escursioni al Parco Nazionale Vikos-Aoos e al monte Smolikas. Il Parco Nazionale, che si trova lungo la strada da Giannina a Konitsa, comprende la valle del fiume Aoos e le gole del fiume Vikos. Nella zona si scoprono i cosiddetti "villaggi di Zagorià", minuscoli paesi dalle caratteristiche case in pietra tra i quali i più famosi sono quelli di Papingo, Vitsa e Monodendri. La regione dell'Epiro è divisa in quattro province : Ioannina, Preveza, Arta e Tesprozia o Tesprotide in italiano con la città  di Igoumenitsa che costituisce la porta d'ingresso dell'Epiro e dei Balcani sud-occidentali. Il suo porto infatti è collegato tutto l'anno ai porti italiani dell'Adriatico. Da Igoumenitsa ha inizio la via Egnatia, una moderna autostrada che penetra all'interno dell'Epiro e continua poi per la Macedonia e la Tracia. L'Epiro ha un lungo litorale sul Mar Ionio che va dai confini albanesi al golfo di Ambracia. Uscendo da Igoumenitsa e puntando a sud si incontrano i centri di Syvota, Parga, il più importante centro balneare dell'Epiro, adatto alle famiglie. E poi Prevesa, capoluogo di provincia all'ingresso del golfo Ambracico, Arta, cittadina situata lungo la strada Ioannina-Patrasso ove sono le Gole del fiume Louros, Kakkavia è il valico di frontiera con l'Albania. L' Epiro, posizionato nella Grecia Nord Occidentale, ha partecipato con un suo ampio stand alla BMT con il vicepresidente della regione, Ioannou Stratos e la p.r. del Presidente, Signora Eleni Virou ( mail e.virou@php.gov.gr) . La vicinanza dell'Epiro con l' Italia la rende una destinazione appetibile in particolare per quella nicchia di mercato che ama la natura ed i viaggi avventurosi. Nuove iniziative imprenditoriali e la creazione di moderne infrastrutture caratterizzano la regione, integrandosi nella ricchezza storica e culturale.

L'Ente del Turismo della Slovenia (www.slovenia.info) dal canto suo garantisce inesauribili fonti di sorprese. Tutte le bellezze d'Europa sono riunite in questo Paese situato tra le Alpi e l'Adriatico, dove dalle splendide cime innevate delle Alpi Giulie si giunge in poco tempo sulla costa  attraverso vallate, foreste secolari, vigneti e le affascinanti grotte del Carso. La Slovenia è uno stato giovane che ha una grande vocazione al turismo con un flusso di arrivi in costante crescita. Le destinazioni di località di mare e montagna sono innumerevoli. La sua storia millenaria è testimoniata da numerosi monumenti, città d'arte e castelli ed in più tra le sue peculiarità c'è il rigenerarsi grazie a moderni centri termali insieme al divertimento garantito da un territorio che permette di praticare numerosi sport all'aria aperta di giorno e casinò di notte.  « La presidenza slovena dell'UE è stata un'opportunità unica - dice Gorazd Skrt, Direttore per l'Italia dell'Ente del Turismo Sloveno di Milano, che ha dato una forte spinta al turismo e una buona visibilità sui media internazionali, grazie anche agli sforzi fatti in termini di comunicazione. Spero che tutto questo contribuirà a fare scegliere il nostro Paese, come meta d'interesse turistico».

La Germania è quanto mai vicina a Napoli grazie ai voli proposti dal vettore tedesco low cost Germanwings che dallo scorso 25 marzo ha lanciato il volo diretto per Colonia/Bonn che si va ad aggiungere al collegamento esistente con Hannover, mentre la compagnia aerea Air Berlin rilancia per il periodo estivo i collegamenti di linea diretti per Berlino, Colonia, Dusseldorf e Monaco che si aggiungono a quello già operativo per Stoccarda. Il nuovo Delegato per l'Italia dell'Ente Nazionale Germanico per il Turismo (www.germany.travel), Rijkert Kettelhake, è stato presente in fiera con la responsabile del marketing della città di Monaco, Heidy  Bocker. Le città della Repubblica Federale di Germania, solo per citarne alcune: Berlino, Dresda, Dusseldorf, Potsdam, Stoccarda, Friburgo, Colonia, Lipsia e Monaco l'affascinante capitale della birra, racchiudono in sé cultura, arte e stile di vita.  Ben 33 sono i siti tedeschi inseriti nell'elenco dei patrimoni dell'umanità tutelati dall'Unesco che si possono dividere in sei tematiche differenti: dai castelli e rocche, alla natura, ai paesaggi e ai giardini; dalla cultura industriale, che ha lasciato un segno profondo nella storia tedesca, alle chiese e monasteri; dagli antichi nuclei cittadini agli ulteriori patrimoni dell'umanità come gli insediamenti del Modernismo a Berlino. I rappresentanti dell'Ente del Turismo Egiziano (www.egypt.travel) hanno posto particolare attenzione a Napoli ai tour operator ed agli agenti di viaggio del Centro-Sud Italia, per rinnovare il loro supporto in vista della stagione estiva che già si prospetta in piena ripresa. L'Ente ha già partecipato attivamente ai roadshow "Travel Open Day" a Bologna, Milano, Torino, Napoli ed alla BIT di Milano dove è intervenuto il Ministro del Turismo Egiziano S.E. Mounir Fakhri Abdel Nour ed il Direttore dell'Ente del Turismo, Mohamed Abd El Gabbar. Si punta alla crescita di arrivi e nuovi investimenti stranieri con un obiettivo ambizioso per il 2017: 30 milioni di turisti ed un progetto già avviato per la conversione di Sharm El Sheikh in una "green town". Già da gennaio 2012 gli operatori hanno registrato la ripresa delle prenotazioni per l'Egitto e iniziative di marketing, come l'advance booking, stanno riscuotendo molto successo. Si continua quindi ad investire per il rilancio del Mar Rosso.

 Tour guidati gratuiti li propone l'Ente del Turismo di Cipro (www.visitcyprus.com). Il Direttore Christos Tsiakas ci ha riferito che «per accogliere ed assistere al meglio i visitatori si sono unite due grandi realtà cipriote: la Cyprus Tourism Organisation (Ente Nazionale per il Turismo di Cipro) e la Cyprus Tourist Guides Association. Insieme hanno realizzato tour guidati da esperti del settore alla scoperta delle maggiori comunità urbane dell'isola, dal resort a Protaras o ad Agia Napa nel sud est dell'isola, alle cittadine di Larnaka, Lemesos e Pafos, dalla capitale Lefkosia ai Monti Troodos o la penisola naturale di Akamas». Ci sono dunque una miriade di luoghi interessanti da visitare in tutta l'isola di Afrodite! Cipro è in grado di offrire bellezza paesaggistica naturale accanto al prezioso patrimonio culturale. Una passeggiata a Neapolis, Nemesos, Lemesos sarà possibile ogni lunedì come anche si può scegliere un tour della durata di 2 ore di Kaimakli, Lefkosia (in pullman e a piedi) oppure ci si può recare ad Agia Napa; nel villaggio di Germasogeia sarà possibile effettuare un tour a piedi ogni mercoledì sino ad aprile, si potrà vedere la moderna città di Larnaka, costruita sulle rovine dell'antica città-stato di Kition; ogni giovedì si potrà passeggiare nel centro di Pafos (Ktima), la municipalità invita i visitatori a conoscere questa parte urbana che fornisce un quadro completo di come il centro si sia evoluto e sviluppato dall'epoca tardo bizantina e medioevale ai tempi recenti, oppure scegliere di andare alla scoperta della vecchia Lefkosia per scoprire la capitale all'interno delle mura e di come si sia sviluppata nel corso dei secoli, ponendo particolare attenzione all'architettura della città, dal Medioevo ai giorni nostri.

La Spagna con l'Ufficio Spagnolo del turismo di Roma (www.spain.info) ha presentato dei dati molto positivi alla Borsa. Nel 2011 gli Italiani che hanno visitato la Spagna sono stati  più di 3,7 milioni con un aumento del 7,9% rispetto al 2010. Il mercato italiano del centro-sud e isole è molto importante per la Spagna. Le compagnie aeree low cost, insieme alle compagnie tradizionali, hanno fatto sì che gli italiani possano raggiungere la Spagna in volo diretto da molte città del centro-sud come Napoli collegata con Madrid dalla easyJet e Iberia e con Barcellona con la Weling. Per completare le azioni di promozione la Spagna nel 2012 continuerà a sviluppare la sua strategia di comunicazione on line.

La Borsa Mediterranea del Turismo è stata per la Turchia l'occasione ideale per incontrare gli operatori del settore, in particolare quelli del Centro e Sud Italia, e per proporre interessanti offerte turistiche sempre più rivolte alla soddisfazione di un mercato esigente come quello italiano. La Turchia, negli ultimi anni, ha fatto del turismo una priorità assoluta trasformandolo in uno dei settori trainanti dell'economia nazionale. Dal 2001 al 2011 le entrate nel settore del turismo sono più che raddoppiate. Per il 2012 sono stati stanziati per la promozione turistica 45milioni di dollari e verrà dato ancora più peso alla promozione. Secondo i dati del Ministero della Cultura e del Turismo della Repubblica di Turchia (www.turchia.it), i turisti internazionali, arrivati in questo paese nel 2011, sono stati oltre 31milioni di cui 752mila italiani. Alla BMT la Turchia ha presentato le sue numerose potenzialità turistiche: culturale, balneare, sportiva, termale, religiosa e anche gastronomica, con un ottimo rapporto tra qualità e prezzo. In questi anni sono stati realizzati progetti per rinnovare l'industria turistica, puntando a raggiungere un alto livello di competitività internazionale. «Istanbul mantiene il suo straordinario fascino di catalizzatore -afferma Enis Ugur, Direttore dell'Ufficio Cultura e Informazioni dell'Ambasciata di Turchia in Italia. Fino al 30 aprile si svolgerà l'Istanbul Tulip Festival. Un'occasione da non perdere e un ottimo suggerimento per il ponte di Pasqua, poiché la città si trasformerà per quasi un mese in un meraviglioso giardino fiorito, celebrando così il simbolo stesso della Turchia, il tulipano». Interessanti i collegamenti aerei da Napoli per Istanbul con la compagnia Turkish Airlines che trasporta i passeggeri con  cinque voli settimanali (martedì, mercoledì,venerdì,sabato e domenica).

                                                                                                        Harry di Prisco

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI